bg header
logo_print

Focaccia con filetto di maiale tonnato per intenditori

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Ricetta proposta da
Tiziana Colombo

Focaccia con filetto di maiale tonnato
Ricette per intolleranti, Cucina Italiana
Ricette senza glutine
Ricette senza lattosio
preparazione
Preparazione: 00 ore 30 min
cottura
Cottura: 01 ore 50 min
dosi
Ingredienti per: 4 persone
Stampa
5/5 (7 Recensioni)

Focaccia con filetto di maiale tonnato, una sofisticata combinazione di sapori

La focaccia con filetto di maiale tonnato, pomodorini gialli e puntarelle può essere considerata, a secondo degli usi, un antipasto o un secondo piatto. In ogni caso, è una pietanza gourmet, che si fregia di una lista di ingredienti molto sofisticata. Infatti, sono presenti alimenti molto particolari, che vengono trattati in modo diverso dal solito. D’altronde, il ripieno è frutto dell’unione di due creme, entrambe realizzate con il frullatore, una a base di tonno e l’altra a base di broccoli. Il ripieno è poi completato da componenti solide, come il filetto ben rosolato e le puntarelle.

Il risultato è una focaccia decisamente diversa dalle altre, ricca di sapore ma allo stesso tempo equilibrata, che rinnova tutta la sua delicatezza ad ogni assaggio. La ricetta in sé è molto semplice, forse un po’ più lunga rispetto a quella delle altre focacce, se si considera la fase di preparazione del ripieno. Per quanto concerne l’impasto, invece, è molto rapida. Si tratta, infatti, di applicare una base preconfezionata, ma non un base qualunque.

Ricetta focaccia con filetto di maiale

Preparazione focaccia con filetto di maiale

Per la preparazione della focaccia con filetto di maiale tonnato iniziate lavando le verdure necessarie alla cottura della carne e tagliatele per bene. Poi versatele in una pentola con un bel po’ di acqua salata e lessate a fiamma bassa. Dopo 20 minuti di bollitura, unite la carne, che farete cuocere per altri 75 minuti. Rimuovete la schiuma in superficie ogni volta che si forma. A cottura terminata, fate intiepidire la carne e tagliatela a fette sottili. Ora occupatevi della salsa tonnata. Nel frullatore inserite il tonno, la maionese, metà dei capperi che avete a disposizione e qualche acciuga, infine frullate per bene il tutto.

Lavate i broccoli e tagliateli a pezzi, poi bolliteli per una ventina di minuti e scolateli. Nel frullatore inserite i broccoli così trattati, le acciughe rimaste e un po’ di olio, infine frullate fino ad ottenere una salsa omogenea. Intanto, riscaldate il forno a 190 gradi (in modalità ventilata) o a 200 gradi (in modalità statica). Ora srotolate la base per focaccia su una teglia e fate dei piccoli fori con una forchetta, infine cuocete al forno per 15 minuti. A cottura terminata, prelevate la focaccia e condite con la carne, la salsa tonnata, la salsa di broccoli, i pomodorini tagliati e un po’ di puntarelle. Servite e buon appetito.

Per la focaccia

  • 1 base per focaccia consentita (per me Exquisa),
  • 200 gr. di filetto di maiale,
  • 1 carota,
  • 6 pomodorini gialli,
  • 1 cipolla,
  • 1 sedano,
  • 100 gr. di broccoli,
  • 2 filetti di acciughe,
  • 1 cucchiaio di olio extravergine di oliva,
  • q. b. di puntarelle,
  • q. b. di sale.

Per la salsa:

  • 1 tazza di maionese consentita,
  • 100 gr. di tonno sott’olio,
  • 3 filetti di acciughe,
  • 2 cucchiai di capperi.

Perché utilizzare i pomodorini gialli?

La lista degli ingredienti della focaccia con filetto di maiale tonnato si arricchisce anche dei pomodorini gialli. Essi vanno semplicemente lavati senza essere sbucciati. Successivamente vanno tagliati in due e posti sul ripieno, quasi a mo’ di guarnizione. D’altronde i pomodorini gialli non offrono solo gusto, ma anche colore alla preparazione, donandole una gradevole tonalità dorata. Per inciso, il loro sapore è vagamente dolciastro e capace di apportare un’ulteriore profondità organolettica.

I pomodorini gialli sono speciali anche dal punto di vista nutrizionale, infatti sono ricchi di antiossidanti, concentrati soprattutto nella buccia. Gli antiossidanti sono sostanze fondamentali in quanto contrastano i radicali liberi e aiutano a prevenire il cancro. I pomodorini gialli sono anche ricchi di betacarotene, un precursore della vitamina A, responsabile della loro colorazione. Per il resto, vantano le medesime proprietà degli altri pomodori, ossia sono poco calorici, ricchi di potassio e vitamina C, che rappresenta un toccasana per il sistema immunitario (insieme alla meno famosa vitamina D).

Non possono mancare i broccoli

broccoli sono tra gli ortaggi più consumati in assoluto, non solo in Italia ma nel mondo. Sono molto versatili dal punto di vista botanico, infatti possono essere coltivati un po’ a tutte le latitudini, per quanto siano originari della fascia mediterranea e più specificatamente del Medio Oriente. All’estero i broccoli sono associati alla cucina italiana, in quanto questo alimento è sempre stato molto popolare nel nostro Paese, e soprattutto, fino a qualche decennio fa, veniva consumato davvero spesso.

Focaccia con filetto di maiale tonnato

Il successo del broccolo è merito sicuramente della facilità di coltivazione, ma anche e soprattutto della sua capacità nutrizionale e di un apporto calorico basso (pari a 40 kcal per 100 gr.); inoltre è un alimento decisamente saziante. Il broccolo contiene alcune vitamine del gruppo B, ma eccelle in particolare nella quantità di sali minerali. Si segnalano, infatti, elevatissime concentrazioni di calcio, ferro, fosforo e potassio. Rilevanti, ma inferiori a quelle degli agrumi, sono le quantità di vitamina C.

Due parole sulle puntarelle

Sono una varietà di catalogna, la Galatina, e fanno parte della grande e variegata famiglia della cicoria. Si presentano con un cespo molto voluminoso e basso composto dai germogli, le puntarelle, appunto, e da qualche foglia.

Le puntarelle sono raccolte e unite tra di loro in modo tale da ricordare una pigna. Le singole puntarelle, invece, hanno l’aspetto simile agli asparagi, per questo, infatti, è chiamata anche cicoria asparago. La stagionalità va all’incirca da febbraio a maggio.

Le puntarelle sono molto tenere, dal sapore amarognolo, sono adatte al consumo crudo, in insalata, come nel caso delle puntarelle alla romana, o accompagnate da pinzimonio. Possono però essere consumate anche cotte e saltate in padella e sono la base per molte preparazioni, anche complesse. Io preparo spesso anche una  torta salata con le puntarelle che è buonissima.

Ricette con carne di maiale ne abbiamo? Certo che si!

5/5 (7 Recensioni)
Riproduzione riservata

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

TI POTREBBE INTERESSARE

Pizza con bottarga e pinoli

Pizza con bottarga e pinoli, una pizza sfiziosa...

Cos’è la bottarga? Vale la pena parlare della bottarga, che rappresenta certamente la novità più interessante di questa pizza. La bottarga non sono altro che uova di pesce essiccate, in genere...

Torta di borragine e yogurt

Torta di borragine e yogurt, una quiche rustica...

Un focus sulla borragine Vale la pena entrare nel dettaglio di quello che è l’ingrediente principale di questa torta, ovvero la borragine. Si tratta di una pianta aromatica dal forte connotato...

Pasticcio di pollo

Pasticcio di pollo, un piatto unico abbondante e...

Un ripieno abbondante e delizioso Il vero punto di forza di questo pasticcio di pollo è il ripieno, che è davvero vario e abbondante. Il protagonista del ripieno è il petto di pollo, un taglio...