bg header

Bolo de tapioca granulada, dolcezza e gusto

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Ricetta proposta da
Tiziana Colombo

Bolo de tapioca granulada

Bolo de tapioca, il simbolo della pasticceria carioca

Oggi parlo del bolo de tapioca granulada. Il termine che dà il nome alla ricetta, tradotto dal portoghese, significa “torta di tapioca granulata”. Che la tapioca sia un ingrediente straordinario e molto versatile non è una novità. E’ ideale per ricette sia dolci sia salate e sa rendere un menù sfizioso e davvero vario. Le protagoniste di questa torta sono due: la tapioca rigorosamente granulata (diversa dalla farina di tapioca) e il cocco.  E’ un dolce senza glutine e senza lattosio, quindi semaforo verde per chi è intollerante o celiaco. Non è facile trovare ricette dolci, dal gusto originale e unico, che non contengano glutine e lattosio.

Bolo de tapioca granulada è una torta molto amata nella tradizione culinaria brasiliana. Premesso che potete prepararla tutte le volte che volete, questa torta è ideale per occasioni speciali (compleanni, feste, rinfreschi ecc..). E’ una torta fresca, invitante, allegra, nonché una bianca emozione per il palato e per gli occhi. Il gusto del cocco è inconfondibile, può addolcire il palato dopo i pasti, ma funziona bene anche come spuntino.

La tapioca, un alimento prezioso

La tapioca, usato nel bolo de tapioca granulada, è molto digeribile e da consigliare a chi soffre di disturbi intestinali, mal di stomaco o colite. E’ un alimento adatto a persone in convalescenza e viene usato per preparare pappe per bambini. Sostituisce egregiamente la farina di frumento, una buona alternativa per chi è allergico o intollerante al glutine. E’ gluten free, senza glutine nè lattosio, inoltre è composta soprattutto da carboidrati (amido). Ha un elevato apporto calorico (350 calorie per 100 gr) ed energetico, quindi chi è in sovrappeso o sta seguendo una dieta ipocalorica dovrebbe mangiarla con moderazione.

Bolo de tapioca granulada

E’ povera di proteine, fibre, lipidi, sali minerali e vitamine. Contiene, però, potassio, ferro, zinco, calcio, fosforo, manganese, riboflavina, vitamine del gruppo B (B2, B5, B6) e vitamina K. La tapioca migliora la circolazione, previene l’osteoporosi e regola la pressione sanguigna. L’indice glicemico della tapioca è di 85, quindi i diabetici dovrebbero consultarsi con il proprio medico.

Tutte le proprietà nutrizionali del cocco

Nel bolo de tapioca granulada uno degli ingredienti principali è il cocco. La noce di cocco è ricca di fibre vegetali, aminoacidi, vitamine (C, E, B e K) e minerali (potassio, fosforo, calcio, sodio, magnesio e ferro).  Il cocco combatte il meteorismo, elimina le tossine e regola l’equilibrio gastrointestinale, inoltre controlla i livelli di colesterolo e abbassa la pressione sanguigna. Inoltre, ha anche proprietà antinfiammatorie, antivirali, antibatteriche, antiparassitarie, antifungine e potenzia le difese immunitarie.

E’ un alimento energetico, combatte la debolezza, lo stress, la fatica e i disturbi urinari. Dulcis in fundo, il cocco aiuta a perdere peso riducendo il senso di fame. Dalla bianca polpa di cocco si ricava latte, acqua, farina, burro e olio di cocco. Il suo gusto è abbastanza dolce e ricorda quello delle mandorle.

Ecco la ricetta del bolo de tapioca granulada:

Ingredienti:

  • 500 gr. di tapioca granulare,
  • 800 ml. di latte intero consentito,
  • 200 ml. di latte di cocco,
  • 400 ml. di latte condensato,
  • 100 gr. di cocco rapè o cocco fresco grattugiato,
  • 2 cucchiai di zucchero a velo,
  • 20 gr. d burro chiarificato.

Preparazione:

Per la preparazione del bolo de tapioca granulada iniziate frullando insieme il latte intero, il latte di cocco e lo zucchero. Versate il composto in una terrina e incorporate tre quarti di cocco rapè (o cocco fresco), la tapioca e il latte condensato.

Mescolate e distribuite il composto in una tortiera ben imburrata. Poi conservate in frigo per 4-6 ore. Trascorso questo lasso di tempo, tagliate a quadrettoni e decorate con una sventagliata di cocco rapè rimasto.

3.3/5 (4 Recensioni)
Riproduzione riservata
CONDIVIDI SU

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

TI POTREBBE INTERESSARE

Sutlac

Sutlac, il budino alla crema di riso della...

Quale riso utilizzare? Quale è la varietà di riso più adatta per la ricetta del sutlac. In linea di massima dovrebbe andare bene un tipo di riso che assorbe bene i liquidi, infatti lo scopo del...

tacos con baccala

Tacos farciti con baccalà, una ricetta tra Messico...

Qualche curiosità sui tacos farciti I tacos farciti sono un alimento base per la cucina messicana. Traggono origine nell’America precolombiana quando gli impasti venivano realizzati...

Spezzatino di alce

Spezzatino di alce, un gustoso secondo di selvaggina

Cosa sapere sulla carne di alce Al netto degli ingredienti a supporto, che pure non mancano, la vera protagonista di questo spezzatino è la carne di alce. Si tratta di una carne particolare per...

logo_print