Il coniglio farcito con le verdure: una vera prelibatezza!

Cos’è un termocircolatore e come è stato utilizzato nella ricetta del coniglio farcito con le verdure.

Per la preparazione della ricetta del coniglio farcito alle verdure , ho utilizzato alcuni macchinari ed accessori che non dovrebbero mai mancare in una cucina che si rispetti. Su tutti, si è rivelato utile il termocircolatore, che ha garantito una perfetta. Nonostante le otto ore di cottura la temperatura è rimasta perfettamente costante, il coniglio farcito alle verdure si è rivelato così una vera prelibatezza!

Ma entriamo nel dettaglio e vediamo cos’è un termocircolatore e quali funzioni ha. Un termocircolatore è uno strumento di cottura efficace, che consente di cuocere gli alimenti in modo sano, preservando tutti i valori nutrizionali. Non è un dettaglio da poco: forse non ne siete a conoscenza, ma i metodi di cottura tradizionali (bollitura, forno, rosolatura etc.) causano sempre una perdita dei nutrienti e, in alcuni casi, la contaminazione del cibo. Il termocircolatore, invece, consente la cottura  sottovuoto in acqua a temperatura costante. Ovviamente, occorre uno strumento che garantisca da un lato il monitoraggio della temperatura dell’acqua e dall’altro il mantenimento della temperatura stessa. Ebbene, il termocircolatore di Laica consente di raggiungere entrambi gli obiettivi.

E’ uno strumento straordinario di assoluta precisione e versatilità. E’ sufficiente dare un’occhiata alle specifiche tecniche per rendersene conto. Per esempio copre un range di temperatura enorme, compreso tra 25 e 95 gradi. Analogamente, può essere programmato per funzionare fino a 99 ore. E’ inoltre comodo da usare, dal momento che si attiva con un semplice tocco ed è dotato di un morsetto per l’aggancio alla pentola. Per gli altri prodotti Laica dedicati alla cottura sottovuoto vi rimando al sito ufficiale dell’azienda.

termocircolatore

Alcuni utili attrezzi che non devono mancare in cucina

Il termocircolatore, però, non è l’unico prodotto che non deve mancare in cucina. Per preparare il coniglio mi sono servita anche di una bilancia di precisione dalla portata fino a 10 kg. La bilancia è dotata di una funzionalità molto particolare: il calcolo del volume di acqua in millimetri. Esatto, se pesate un qualsiasi recipiente con dell’acqua al suo interno (anche le pentole, non fa differenza) restituisce il volume!

Anche la caraffa filtrante ha avuto un ruolo importante, infatti se volete cucinare in modo assolutamente sano non potete prescindere dalla scelta dell’acqua. La caraffa filtrante Tosca permette di avere un’acqua ottima anche per cucinare.

L’importanza di una macchina sottovuoto per la cottura e conservazione dei cibi

Per la cottura sottovuoto è necessaria una macchina professionale adeguata, come la macchina sottovuoto di Laica. Si tratta di un accessorio efficiente e rapido, che certamente agevola le operazioni di preparazione della cottura. Il suo pregio principale consiste nella versatilità: è in grado di creare non solo sacchetti sottovuoto, ma anche barattoli (utili per una successiva conservazione dei cibi). Questa macchina sottovuoto è facile da utilizzare: basta inserire l’apposito tubicino nell’apposito vano, premere il tasto “seal” e attendere che il display restituisca lo “zero”. Questo accessorio è dotato anche di una funzione aggiuntiva per la marinatura rapida!

macchina sottovuoto

Una menzione a parte meritano anche i sacchetti ed i rotoli Thermoresistant che abbiamo usato nella nostra ricetta. Proprio come suggerisce il nome, il pregio di questi sacchetti consiste nella capacità di resistere alle temperature più estreme: possono essere riposti comodamente in freezer così come utilizzati per le cotture sottovuoto più spinte, con temperature fino a 120 gradi! Ora non indugiamo oltre e vediamo insieme la ricetta.

Ecco la ricetta del coniglio farcito con le verdure

Ingredienti per 6 persone:

  • 1 coniglio disossato
  • 200 gr. di salsiccia
  • 200 gr. di carne di vitello macinata
  • 100 gr. di carote
  • 100 gr. di fagiolini
  • 1 mazzetto di maggiorana
  • 50 gr. di pistacchi sgusciati
  • 170 gr. di prosciutto crudo
  • 1 rametto di rosmarino
  • 500 gr. di zucca
  • mix di spezie (cannella, chiodi di garofano, pimento)
  • q.b. di brodo vegetale
  • 3 cucchiai di olio extravergine di oliva
  • q.b. di sale

Preparazione:

Dopo averli puliti, tagliate i fagiolini a pezzi piccoli. Sbucciate le carote, riducetele in piccoli cubetti e scottatele in padella per 5 minuti con i fagiolini aggiungendo olio e sale. In una terrina mescolate la carne di vitello macinata, le verdure, la maggiorana tritata, i pistacchi e la salsiccia (a cui va rimossa la pelle), infine aggiustate di sale.

Procedete con la farcitura del coniglio con il mix di vitello e verdure, arrotolatelo con il prosciutto e applicate lo spago alimentare per legare il tutto correttamente. Inserite il coniglio farcito in un sacchetto da cottura insieme al rosmarino, condizionate sottovuoto e cuocete nel bagno termostatato per 8 ore a 66 gradi.

Prendete ora la zucca, riducetela in piccoli cubetti, addizionate con il mix di verdure e aggiungete il sale, poi inseritela in un sacchetto da cottura, condizionate sottovuoto e cuocete nel bagno termostatato a 82 gradi per un’ora. Infine frullatela con il brodo fino a produrre una purea. Rimuovete il coniglio farcito dal sottovuoto e tagliatelo a fette. Poi servitelo insieme alla purea di zucca.

Contenuto Sponsorizzato

Nota per celiaci o sensibili al glutine

Nota per celiaci o sensibili al glutine

Controllate sempre che gli ingredienti che adoperate per la preparazione delle vostre ricette siano adatti ai celiaci e alle persone sensibili al glutine. Verificatene la spiga sbarrata, la presenza sul Prontuario dell’AIC o le indicazioni sull’etichetta del produttore.

Nota per gli intolleranti al lattosio

Nota per gli intolleranti al lattosio

Dalla nota ministeriale: E’ stata eliminata la dicitura “delattosato”, in quanto precedentemente associata alla dicitura “dietetico”. Si potrà usare al suo posto la dicitura senza lattosio per i prodotti lattiero caseari e per il latte con contenuto di lattosio inferiore a 0,1 g per 100 g o ml

Print Friendly, PDF & Email

Condividi!

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *