bg header

Insalata di verza con aceto di lamponi? Da provare!

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Ricetta proposta da
Tiziana Colombo

insalata di verza con aceto di lamponi

L’insalata di verza con aceto di lamponi è certamente un contorno che stupirà i vostri amici e parenti: il gusto amarognolo e forte della verza si sposa alla perfezione con il sapore raffinato dell’aceto di lamponi! Si tratta di una pietanza dal sapore tipico dell’alimentazione vegetariana, senza glutine e senza lattosio, leggera, deliziosa e facilmente digeribile!

Se avete invitati a cena, ma avete poco tempo per occuparvi della preparazione della stessa, sappiate che questo contorno è semplice e veloce da preparare e sarà sicuramente apprezzato dai vostri commensali e, probabilmente, anche dai più piccoli. Ideale per qualunque occasione e stagione, questa pietanza è nutriente quanto gustosa… Andiamo a conoscerla meglio e poi… prepariamola!

Un piatto che mette tutti d’accordo!

Prima di portare in tavola questa ricetta, dovreste sapere che la verza è un tipico ortaggio invernale, che viene generalmente raccolto da ottobre a maggio. Le sue caratteristiche sono molteplici: ha ottime proprietà analgesiche e antinfiammatorie, decongestionanti e antisettiche; è ricca di vitamine A, C e K e di elementi minerali come potassio, fosforo, calcio, ferro e zolfo. Le sue caratteristiche ci permettono inoltre di assaporare un’insalata di verza con aceto di lamponi povera di grassi e priva di colesterolo e glutine.

Il modo migliore per consumare questo ortaggio è quello di mangiarlo crudo, in maniera da assaporarlo appieno e mantenere tutte le sue proprietà terapeutiche e nutrizionali intatte. Tuttavia, anche da cotto, ha decisamente il suo perché! Anche lo speciale aceto che utilizzeremo per questa ricetta è carico di vitamina C: molto utile per una buona digestione e dotata di ottime proprietà energetiche e disintossicanti. Questo condimento rende l’insalata di verza con aceto di lamponi davvero unica, sfiziosa e originale!

La tradizione e le nuove tendenze culinarie in un solo piatto

Le caratteristiche nutrizionali degli ingredienti principali e l’incontro tra sapori tradizionali, innovativi e particolare, si trasformano in una vera e propria peculiarità di questa pietanza. Tutto questo, rende l’insalata di verza con aceto di lamponi capace di rendere entusiasti amici e familiari. La semplicità della preparazione e la ricchezza di nutrienti faranno il resto!

Insomma, quando abbiamo poco tempo a disposizione, ma comunque voglia di qualcosa di buono, l’insalata di verza con aceto di lamponi si presenta come uno dei piatti più semplici e veloci da preparare. Unisce il gusto della tradizione al sapore della cucina creativa e contemporanea, grazie anche alla presenza di altri ingredienti da non sottovalutare, come le patate e l’olio extravergine di oliva… Buon appetito!

Se non potete utilizzare l’aceto di lamponi utilizzate dell’aceto di vino

Può essere bianco o rosso, a seconda che sia fatto con vino bianco oppure rosso. Nei paesi produttori la maggior parte dell’aceto si fa col vino ( o per lo meno cosi si dice) e varia in qualità. Ma il fatto che un aceto « derivi veramente dal vino » non lo rende necessariamente buono. In molti posti la gente si fa da sola l’aceto, versando il vino avanzato in una bottiglia che viene lasciata aperta finché il contenuto diventa agro. Parecchie volte il metodo funziona e ne risulta un buonissimo aceto, ma spesso il risultato è un liquido rancido e rozzo.

L’aceto di vino che si trova in commercio si ottiene versando il vino in barili scoperchiati, sommariamente ricoperti di vimini o di trucioli onde assicurare un’estesa superficie e consentire che vino e batteri siano esposti all’ossigeno dell’aria. I batteri prolificano, trasformano l’alcool in acido acetico e nel corso di questo processo si genera il calore, tanto piti elevato quanto più la reazione è veloce. Il calore tende a far evaporare gli aromi volatili piu delicati; di conseguenza nella fabbricazione dell’aceto i metodi piii veloci sono senz’altro piii economici, ma danno prodotti meno buoni.

Gli aceti migliori si ottengono coi lenti procedimenti di Orléans e Boerhaave. Tini di quercia con fori sulla parte superiore si riempiono di vino fino a metà; in alto si forma una pellicola di batteri (la « madre » dell’aceto) che contiene inoltre piccoli vermi nematodi che a loro volta contribuiscono al processo. L’alcool tende a risalire alla superficie del tino, l’acido acetico a scendere alla base, cosi che settimanalmente si può togliere l’aceto dal fondo aggiungendo contemporaneamente altro vino per sostituirlo. Questi processi lenti e quieti, a freddo, conservano nell’aceto gli aromi del vino col quale è fatto. I buoni aceti di vino ottenuti con processi lenti sono costosi, ma vale sempre la pena di pagare un po’ di piii un aceto di vino veramente buono. È un ottimo condimento per le insalate, e inoltre è raro che causi disturbi digestivi.

Ecco la ricetta dell’ insalata di verza con aceto di lamponi!

Ingredienti per 4 persone

  • 320 gr. di verza dolce
  • 160 gr. di patate
  • q.b. aceto di lampone
  • 2 cucchiai di olio extravergine di oliva
  • q.b. sale e pepe

Preparazione

Mondate la verza e scartate le prime foglie esterne. Affettate finemente la verza e mettete a bagno in acqua ghiacciata.

Cuocete le patate con la buccia in acqua salata. Scolate la verza e asciugate molto bene.

Condite la verza con olio, aceto, sale e pepe.

A cottura ultimata, pelate le patate e tagliatele a metà per lungo e, successivamente, a fette di mezzo centimetro.

Formate una corona con le fette di patate calde e al centro formate una torretta con le verze.

5/5 (455 Recensioni)
Riproduzione riservata
CONDIVIDI SU

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

TI POTREBBE INTERESSARE

Insalata di pane zichi

Insalata di pane zichi, una tipica ricetta sarda...

Cosa sapere sullo zichi Il protagonista di questa insalata è ovviamente il pane zichi, anche noto come “su zichi” (dove per “su” si intende l’articolo “il/lo”). Lo zichi è un...

Carciofi alla giudia

Carciofi alla giudia, un piatto della tradizione romana

Origini e curiosità dei carciofi alla giudia I carciofi alla giudia sono uno dei piatti più famosi e prelibati della cucina romana. La loro origine risale al XVI secolo, quando la comunità...

Insalata di quinoa natalizia

Insalata di quinoa natalizia, un’idea esotica per il...

Melograno e quinoa, un abbinamento che non ti aspetti Lo avrete già capito, i protagonisti di questa ricetta sono il melograno e la quinoa. Due ingredienti che raramente si trovano insieme, eppure...

logo_print