Cena di Galà al Castello : una serata speciale

Grandi chef e tanti volti familiari per la Cena di Galà al Castello di Cernusco Lombardone

Quella che si è tenuta giovedì 26 gennaio 2017, è stata molto di più che una semplice cena. Per me e per i miei collaboratori è stato un vero e proprio traguardo, un modo per celebrare insieme i numerosi successi che stiamo raggiungendo insieme in questo progetto e che è ormai diventato parte inscindibile della nostra vita. Un parte che certamente assorbe molte risorse ed energie, ma che, come è accaduto, in certi momenti in particolare sa restituire grandi soddisfazioni che  vanno molto oltre quello che tutti noi ci aspettavamo.

Sold-out per la cena inaugurale dell’associazione

Una partecipazione senza precedenti che ha visto andare l’evento in sold-out in meno di una settimana e con ben 40 prenotazioni in eccesso che abbiamo dovuto mettere in lista di attesa. Per tutta questa partecipazione voglio ringraziarvi tantissimo, ringraziando sia i partecipanti che anche chi purtroppo non è riuscito ad prenotare un posto per tempo, invitando questi ultimi alla prossima cena che si organizzerà per la primavera.

Inutile dire quante belle sensazioni ho provato nel rivedere le moltissime persone che mi hanno accompagnato e tuttora continuano il mio percorso accanto al Mondo delle intolleranze.

E’ stata un’emozione grandissima vedervi tutti sotto lo stesso tetto della splendida location del Castello di Cernusco Lombardone e poter condividere con voi il traguardo importantissimo che abbiamo raggiunto: ovvero il riconoscimento della regione Lombardia che ci ha reputato idonei all’iscrizione nel registro delle associazioni che operano nell’ambito degli interventi culturali. 

Chef e prodotti, i veri protagonisti della cena di galà dell’associazione

Alla cena hanno partecipato come protagonisti, con i loro originali piatti composti da ingredienti unici, illustri nomi di chef che colgo qui l’occasione per ringraziare personalmente ad uno ad uno.

Partendo da il celebre Chef Theo Penati, del ristorante Pierino Penati, che ci ha saputo stupirci con il suo “uovo perfetto” in una versione inedita con salsa alla carbonara e pistilli di zafferano ellenico e a seguire un risotto davvero originale con cioccolato fuso.

Un ringraziamento speciale va anche allo Chef Tano Simonato, del famoso Ristorante “Tano passami l’olio” di Milano, che nonostante abbia avuto un ritardo all’aeroporto che gli ha impedito di raggiungerci, ha saputo, grazie ai suoi fedeli collaboratori, regalarci due ricette davvero speciali: il tiramisù di seppia ed una millefoglie di noce di manzo di Fassone con cavolo cappuccio rosso, bottarga e una riduzione di aceto balsamico.

Per arrivare a ringraziare il maestro pasticcere Roberto Rinaldini, vincitore di numerosissimi premi come miglior pasticcere e campione del mondo di gelateria, che ha saputo stupirci con due specialità davvero indimenticabili, il mini-strone di frutta e verdura marinata al frutto della passione e MacaRAL ai frutti esotici, e per finire, a conclusione di questa splendida cena, la sua GnamBellina alle mandorle e olio extra vergine di oliva al profumo di limone, il tutto su una leggera crema alle mandorle e cioccolato al latte di soia su salsa di piselli e pistacchio.

Che dire, sfido chiunque ad essere più originali di così!

Ma i miei ringraziamenti vanno anche, oltre che ai fornitori degli ingredienti ai quali dedicherò un articolo apposito, ai ragazzi dell’Enaip, una rete nazionale per la formazione dei lavoratori, che nonostante la loro giovane età hanno saputo offrire un servizio ai tavoli davvero impeccabile. Grazie a Loredana Fumagalli che ha seguito la comunicazione. Grazie a Chiara Zoppei che si è occupata delle fotografie. Grazie a Massimo Cola per il servizio video.Grazie a  Marina Gerosa, proprietaria del Castello per l’ospitalità. Grazie a Alejandro Mazza per l’egregio servizio di sommelier.

Una serata che porterò sempre nel cuore e che ha visto anche i partecipanti divertirsi molto e colloquiare animatamente di cibo, ricette, ingredienti e tutto quello che noi del settore food amiamo di più, ovvero la cucina e il gusto a tavola.

La Cena di Gala, non è solo un evento culinario, ma soprattutto un modo per incontrarsi, conoscersi e aggiornarsi sulle tendenze e novità del nostro settore.

Per questo vi aspetto alla prossima!

COMUNICATI STAMPA

RASSEGNA STAMPA

 

Condividi!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *