bg header
logo_print

Risotto con broccoli e pancetta , un connubio gustoso

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Ricetta proposta da
Tiziana Colombo

Risotto con broccoli e pancetta
Ricette per intolleranti, Cucina Italiana
Ricette senza glutine
Ricette senza lattosio
preparazione
Preparazione: 10 min
cottura
Cottura: 15 min
dosi
Ingredienti per: 4 persone
Stampa
Array
4.5/5 (19 Recensioni)

Oggi in tavola Risotto con broccoli e pancetta che oltre ad essere un trionfo di gusto e sapore, è un autentico concentrato di salute. I protagonisti di questo primo piatto sono i broccoli. L’abbinamento più usuale dei broccolo, che ha un sapore delicato è quello con la pasta, anche se quello col riso è un ottimo connubio.

I broccoli sono fiori commestibili della Brassica oleracea, una pianta erbacea, dal tipico aspetto verde, appartenente   alla famiglia delle Crocifere a cui appartengono anche i cavoli e i cavoletti di Bruxelles.

Originari dell’Asia Minore i broccoli furono importati in Italia e presenti sulle tavole, fin dai  tempi dei Romani che li apprezzavano molto. Oggi le maggiori colture di questo ortaggio si trovano  in Grecia e nel Sud Italia.La parola “broccolo” indica il tallo della rapa e di talune qualità di cavoli quando cominciano a fiorire.

che oltre ad essere un trionfo di gusto e sapore, è un autentico concentrato di salute. I protagonisti di questo primo piatto sono i broccoli. L’abbinamento più usuale dei broccolo, che ha un sapore delicato è quello con la pasta, anche se quello col riso è un ottimo connubio.

I broccoli sono fiori commestibili della Brassica oleracea, una pianta erbacea, dal tipico aspetto verde, appartenente   alla famiglia delle Crocifere a cui appartengono anche i cavoli e i cavoletti di Bruxelles.

Originari dell’Asia Minore i broccoli furono importati in Italia e presenti sulle tavole, fin dai  tempi dei Romani che li apprezzavano molto. Oggi le maggiori colture di questo ortaggio si trovano  in Grecia e nel Sud Italia.La parola “broccolo” indica il tallo della rapa e di talune qualità di cavoli quando cominciano a fiorire.

Ricetta Risotto con broccoli e pancetta

Preparazione Risotto con broccoli e pancetta

Pulite e lavate i broccoletti, divideteli in cimette e fateli scottare per 2 minuti in abbondante acqua salata. Scolateli con il mestolo forato e quindi teneteli da parte.

Rosolate la pancetta per qualche minuto senza condimento e quindi aggungiete il riso e tostatelo. Infine aggiungete il brodo e continuate ad aggiungerlo man mano che si asciugherà.

Quando il riso sarà più o meno arrivato a metà del processo di cottura aggiungetevi quindi i broccoletti. Se necessario regolate di sale.

A fine cottura spegnete il fuoco, salate e mantecate con il burro e il parmigiano reggiano  e fate riposare coperto per qualche minuto prima di servire.

Ingredienti Risotto con broccoli e pancetta

  • 360 gr di riso Carnaroli Riserva San Massimo
  • 500 gr di cime di broccoletti
  • 100 gr di pancetta affumicata a cubetti
  • 60 gr di burro chiarificato
  • 1/2 bicchiere di vino bianco
  • 1 litro di brodo vegetale
  • 100 gr di parmigiano reggiano 36 mesi
  • q.b. sale

Perchè per il Risotto con broccoli e pancetta abbiamo utilizzato questo ortaggio? I broccoli sono tra gli ortaggi più consumati in assoluto, non solo in Italia ma nel mondo. Sono molto versatili dal punto di vista botanico, infatti possono essere coltivati un po’ a tutte le latitudini, per quanto siano originari della fascia mediterranea e più specificatamente del Medio Oriente. All’estero i broccoli sono associati alla cucina italiana, in quanto questo alimento è sempre stato molto popolare nel nostro Paese, e soprattutto, fino a qualche decennio fa, veniva consumato davvero spesso.

Il successo del broccolo è merito sicuramente della facilità di coltivazione, ma anche e soprattutto della sua capacità nutrizionale e di un apporto calorico basso (pari a 40 kcal per 100 gr.); inoltre è un alimento decisamente saziante. Il broccolo contiene alcune vitamine del gruppo B, ma eccelle in particolare nella quantità di sali minerali. Si segnalano, infatti, elevatissime concentrazioni di calcio, ferro, fosforo e potassio. Rilevanti, ma inferiori a quelle degli agrumi, sono le quantità di vitamina C.

Il broccolo è strettamente imparentato con il cavolfiore e con il cavolo, al punto che potrebbe essere considerato una varietà di questi ortaggi. A sua volta il broccolo presenta delle varietà specifiche, che si caratterizzano per il tempo di raccolta, ma soprattutto per la forma, il colore e il gusto. Ecco una breve ed esaustiva panoramica delle differenti varietà di broccolo.

  • Romanesco. Si raccoglie da agosto a novembre. Il colore è leggermente chiaro e il gusto è piuttosto dolce. La consistenza, invece, tende al croccante.
  • Invernale Fiesta. Si raccoglie da dicembre a marzo e si caratterizza per il colore particolarmente scuro e per una compattezza spiccata. E’ tra i broccoli più saporiti in assoluto.
  • Primaverile Belstar. Si raccoglie in genere da maggio a giugno. Si caratterizza per un verde leggermente sbiadito, per una compattezza media e per un sapore corposo.

I  broccoli, sono un ortaggio dal basso valore calorico, ma dai grandi vantaggi nutrizionali infatti sono ricchi di vitamine C e vitamina B1 e B2, B9, di provitamina A, di sali minerali quali il magnesio, il calcio, il ferro, il fosforo, e il potassio.

Risotto con broccoli e pancetta

Contengono una discreta  quantità di fibre, combattono la ritenzione idrica, ed hanno effetti benefici sull’apparato respiratorio, sul sistema immunitario, sull’apparato circolatorio riducendo i rischi di ictus, sull’ intestino, sulla circolazione linfatica, sugli  occhi, riducendo il rischio di cataratta e sulle ossa.

I broccoli hanno un basso contenuto calorico

Contengono, inoltre il  “sulfurano”, una sostanza  che aiuta a combattere le cellule tumorali esercitando una benefica azione protettiva contro vari tipi  di tumori e dalla forte azione anti-ossidante.

In tempi abbastanza recenti è stato provato scientificamente anche il fatto che con le loro benefiche proprietà, se consumati in quantità adeguate, possono alleviare, rallentare e anche prevenire l’artrite e l’artrosi.

L’azione del “sulfurano”, infatti sembra contrasti quello di un  enzima che si pensa possa essere il responsabile del danno alla cartilagine.

Il lato negativo è quello che, purtroppo i broccoli sono ricchi di purine , un gruppo si sostanze organiche, presenti in tutte le cellule viventi,che vengono sintetizzate dal fegato tramite alcuni enzimi.

La carenza di alcuni di questi enzimi, provoca, però  l’iperuricemia e gli attacchi di gotta, quindi chi ne è soggetto deve assolutamente evitarne il consumo.

Ricette con broccoli ne abbiamo? Certo che si!

4.5/5 (19 Recensioni)
Riproduzione riservata

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

TI POTREBBE INTERESSARE

Gnocchi alla sorrentina

Gnocchi alla sorrentina: una ricetta a base di...

Gnocchi alla sorrentina, le differenze con la ricetta originale riguardano i formaggi Le differenze più importanti tra questi gnocchi e gli gnocchi alla sorrentina tradizionali consistono nei...

Caserecce con pesto di kale

Caserecce con pesto di kale, un primo rustico...

Cosa sapere sul cavolo riccio Il protagonista di queste caserecce è il pesto di kale, o di cavolo riccio. E’ un pesto particolare e un po’ meno aromatico rispetto al pesto con foglie di...

Zuppa di asparagi

Zuppa di asparagi, un primo colorato e gustoso

Un focus sugli asparagi I protagonisti di questa zuppa sono ovviamente gli asparagi. Gli asparagi esprimono una bella tonalità di verde, d’altronde si utilizza un mazzo intero, che equivale a...