Il vuoto incolmabile che hai lasciato

Il vuoto incolmabile che hai lasciato
Commenti: 0 - Stampa

Il vuoto incolmabile

“Non piangete la sua assenza,

sentitevi vicino e parlategli ancora.

Vi amerà dal cielo come vi ha amati sulla terra.”

S.Agostino

 Sant’Agostino ha questo pensiero

ma certe cose ti lasciano il vuoto dentro..

incolmabile… troppo profondo e infinito..

nel cuore c’è solo silenzio..

allora ti senti soffocare..

ti senti immobile..

impotente e riesci solo a piangere..

perdi lucidità e ti coglie la confusione..

allora cominci a cadere nell’oblio e senti

che la tua ferita non smetterà mai di sanguinare.

Capita a tutti.

Ognuno di noi nella vita, prima o poi,

è costretto a convivere con questo tipo di dolore

Le reazioni possono essere diverse e variano da persona a persona,

a seconda del carattere, del modo di affrontare la vita,

e da chi hai attorno

Io posso solo dire che certi dolori sono impossibili da smaltire,

una parte di te se ne va con chi ci ha lasciati,

dentro resta un vuoto che nemmeno in una vita intera si riesce a colmare.

Si dice che il tempo riesce a mettere a posto le cose, ma io non ci credo.

Anzi, col passare del tempo le persone ti mancano sempre di più,

perchè ti accorgi che molti momenti della tua vita,

quelli belli e quelli brutti, quelli banali e quelli più significativi,

vorresti averle accanto a te per gioire e sorridere con loro,

per avere la loro spalla su cui piangere, per ricevere un loro consiglio o conforto,

e invece così non può essere, e sai che non lo sarà mai più,

e questa consapevolezza ti distrugge.

Seguimi sui social

Mi trovi su quasi tutti canali social come Nonnapaperina. Se prepari una mia ricetta e la pubblichi su Instagram o Facebook, aggiungi l’hastag #nonnapaperina, taggami e sarò felice di riconviderla nelle mie storie.

Ho intenzione di creare una raccolta con tutte le ricette che verranno proposte da voi e non abbiate paura. Non sono una chef professionista e non mi permetterò di non criticare niente e nessuno!!! Don’t worry be happy.

Buon lavoro e aspetto la tua ricetta! E se hai bisogno di qualche consiglio non esitare.

CONDIVIDI SU

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

TI POTREBBE INTERESSARE

20-03-2012
Scritto da:

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Pochi sanno che mi chiamo Tiziana Colombo. Tutti, nel mondo del wewb, mi conoscono come Nonnapaperina. Questo spazio nato è per caso 2004 come una sorta di diario che utilizzavo per condividere una passione. Una passione messa a dura prova dalla diagnosi di intolleranza al nichel prima e al glutine e al lattosio poi: una diagnosi inaspettata che mi ha fatto patire mezza vita. La colpa era sempre lo stress. Mi sono sentita completamente persa e in rete le notizie non erano sempre di aiuto. Non mi sono scoraggiata e ho cercato di trovare una soluzione! Dare un’informazione corretta. Mi sono sentita per molto tempo un vero “Don Chisciotte”. Ora la situazione è migliorata ma abbiamo ancora molto lavoro da fare.

Ma da sola non potevo farcela! Cosi nel 2012 ho fondato l’Ass.Il Mondo delle Intolleranze APS, di cui sono il Presidente in carica. Ad oggi siamo diventati una realtà importante e un punto di riferimento per tantissime persone, chef, aziende e medici. Abbiamo un comitato scientifico formato da professionisti e un gruppo di lavoro attivo e dinamico. Ognuno di noi ha un suo ruolo e tutti gli aspetti vengono vagliati con cura. Vogliamo dare un’informazione corretta e responsabile e siamo a disposizione dei nostri utenti. Torna a pensare positivo e mangiare con gusto. Ti garantisco che è possibile.

Nessun Commento. Che ne dici di lasciarci il tuo commento?
logo_print
Iscriviti alla newsletter settimanale per rimanere aggiornato sulle novità

Iscriviti