Involtini ripieni agli asparagi , grana padano e timo

Tempo di preparazione:

Involtini ripieni agli asparagi , una ricetta sfiziosa adattissima alla bella stagione! Tutto è partito dal fatto che un giorno, sinceramente, non avessi molta voglia di cucinare.

Anzi a dirla tutta questa voglia era pari a zero. Purtroppo volente o nolente qualcosa bisogna pur mangiare, quindi mi dopo una bella doccia sono andata a far la spesa.

Ma con questo caldo davvero non si sa cosa cucinare. Poi Paolo al supermercato ha visto degli anelli per legare gli involtini senza l’ausilio di spago o stuzzicadenti e si è messo in testa che avremmo dovuto sperimentare questo a pranzo, e così li ha infilati nel carrello.

Involtini ripieni agli asparagi e grana: l’importanza degli anelli

Questi anelli garantiscono una rosolatura omogenea all’involtino. Utilizzando infatti lo stuzzicadenti succede che l’involtino non riesca a rosolare bene su tutti i lati. Mentre ricorrendo agli anelli tutto diventa più semplice, sia “girare” l’involtino che riuscire a cuocerlo uniformemente.

involtini asparagi grana v 819x1024 Involtini ripieni agli asparagi , grana padano e timo

Il ripieno rimane dunque ben sigillato all’interno. L’anello può essere chiuso a varie misure. Se non li avete mai usati non abbiate paura: si impara subito, inoltre potete tranquillamente trovarli nei reparti riservati agli strumenti casalinghi dei grandi supermercati.

L’altro aspetto vantaggioso degli involtini ripieni agli asparagi e limone è proprio connesso al tempo! Come vi dicevo prima, si tratta di una pietanza che si può preparare in poco tempo e con l’utilizzo di pochi ingredienti.

Il consiglio come sempre è quello di considerare la qualità della materia prima che impiegate: dalla carne, in questo caso la fesa di vitello o di tacchino in base ai gusti di ognuno, fino alla freschezza degli asparagi, elemento quest’ultimo fondamentale per la buona riuscita del piatto. P

er quanto riguarda gli asparagi in Italia abbiamo davvero l’imbarazzo della scelta. Oltre alla tipologia classica caratterizzata dal colore verde, esistono varianti altrettanto appetitose come per esempio l’asparago bianco di Bassano, quello rosa di Mezzago in Brianza o quello violetto di Albenga. Molte tipologie sono tutelate dal marchio Dop, Igp o DeCo.

Ed ecco la ricetta degli Involtini ripieni agli asparagi e grana

Ingredienti per 4 persone

  • 8 fettine fesa vitello o tacchino
  • 100 gr. di scaglie di Grana Padano
  • 2 cucchiai di olio extravergine d’oliva
  • 24 asparagi rosa di Mezzago
  • 1 rametto di timo
  • q.b. sale

Preparazione

Pulite gli asparagi, pelateli e metteteli a cuocere in una pentola alta in modo che i ciuffi fuoriescano dall’acqua oppure adoperate l’apposita pentola. Una volta cotti, scolateli e fateli intiepidire quindi tagliate via la parte più dura del gambo lasciando le punte poco più lunghe del lato più corto delle fettine di carne.

Battete la carne tra due fogli di carta da forno per rendere le fettine di vitello più sottili senza rompere le fibre della carne e ricavate 4 rettangoli aggiungetevi scaglie di grana, sale e  pepe. Ponete 2 asparagi, un pò di timo quindi arrotolate per formare l’involtino e chiudetelo con uno stuzzicadenti.

Proseguite allo stesso modo fino ad esaurire gli ingredienti, quindi posizionate gli involtini ripieni di asparagi in una teglia leggermente oleata, poi passate un filo d’olio anche su di essi e cuoceteli in forno statico preriscaldato a 180° per circa 7-8 minuti. Servite caldi.

Nota per celiaci o sensibili al glutine

Nota per celiaci o sensibili al glutine

Controllate sempre che gli ingredienti che adoperate per la preparazione delle vostre ricette siano adatti ai celiaci e alle persone sensibili al glutine. Verificatene la spiga sbarrata, la presenza sul Prontuario dell’AIC o le indicazioni sull’etichetta del produttore.

Nota per gli intolleranti al lattosio

Nota per gli intolleranti al lattosio

Dalla nota ministeriale: E’ stata eliminata la dicitura “delattosato”, in quanto precedentemente associata alla dicitura “dietetico”. Si potrà usare al suo posto la dicitura senza lattosio per i prodotti lattiero caseari e per il latte con contenuto di lattosio inferiore a 0,1 g per 100 g o ml

printfriendly pdf button nobg md Involtini ripieni agli asparagi , grana padano e timo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *