Insalata di cappone con songino e melagrana

Insalata di cappone con songino e melagrana
Commenti: 0 - Stampa

Insalata di cappone con songino e melagrana,  davvero speciale

L’insalata di cappone con songino e melagrana è un’insalata davvero speciale. Lo è in primis per la scelta di ingredienti abbastanza singolari. Al songino, una pianta comune che non si trova spesso sulle tavole degli italiani, viene in genere preferita la più tradizionale ma anonima lattuga. Inoltre, se proprio l’insalata deve prevedere un ingrediente a base di carne, si opta in genere per il pollo piuttosto che per il cappone. Per quanto riguarda la frutta, le arance rappresentano l’opzione più utilizzata. In questa insalata, come suggerisce il nome della ricetta, è presente invece la melagrana.

La scelta degli ingredienti, per quanto sui generis, è azzeccata. Anche perché conferisce alla pietanza un raro equilibrio in termini di sentori, ma anche dal punto di vista nutrizionale. L’insalata di cappone con songino e melagrana, per quanto funga ufficialmente da contorno, è in pratica un piatto completo. Mancano, se proprio vogliamo dirla tutta, i carboidrati, ma nessuno vieta di accompagnare il consumo dell’insalata con del buon pane. L’insalata è davvero gradevole anche in termini di impatto visivo, anzi può essere considerata un vero tripudio di colori (a incidere in questo senso è soprattutto la melagrana).

Perché la carne di cappone è una delle migliori?

Tra gli ingredienti principali della nostra insalata con songino e melagrana spicca il cappone. E’ ciò che rende questa insalata davvero speciale, fuori dal comune per gusto e apporto dal punto di vista nutrizionale. La carne di cappone, infatti, è buona, poco grassa e molto nutriente. Sotto il profilo organolettico assomiglia al pollo, ma rispetto a questo spicca per la maggiore delicatezza e morbidezza. Per quanto riguarda l’apporto di grassi, se si rimuove la pelle che è piena di lipidi, il cappone può essere considerato una carne piuttosto magra. L’apporto calorico è molto contenuto: si parla di 110 kcal per 100 grammi.

Insalata di cappone con songino e melagrana

In compenso, la carne di cappone è un alimento altamente proteico. In quanto a concentrazione di proteine non ha nulla da invidiare alle carni rosse, e in più le sue proteine hanno un valore biologico molto alto. La carne di cappone eccelle anche in quanto a vitamine e sali minerali. Infatti contiene la vitamina A, B1, B2, il ferro (nonostante non sia una carne rossa) e lo zinco. In questa ricetta il cappone è molto semplice da preparare, basta bollirlo in abbondante acqua leggermente salata insieme alle verdure. In alternativa, per risparmiare tempo, potete utilizzare gli avanzi del cappone al forno. Anzi, la ricetta, come ho già accennato, è testimonianza di quanto può essere gustosa la cucina di recupero.

Il songino e i suoi valori nutrizionali

Il songino utilizzato nell’insalata di cappone, per quanto sia spesso trascurato a favore della classica lattuga, è in realtà una specie davvero comune. Infatti, cresce in maniera spontanea nei prati. E’ una specie molto facile da coltivare, adatta alla grande varietà di climi che offre il nostro paese, e semplice da far crescere negli orti domestici. Si caratterizza per le foglie piccole, dalla forma simile a quella del basilico, rispetto al quale però presenta una tonalità più chiara di verde. Le foglie sono comunque carnose e dal gusto spiccato, dunque si prestano molto bene alla preparazione dell’insalata.

Il songino è anche una pianta benefica, almeno dal punto di vista nutrizionale. E’ una fonte eccellente di vitamine del gruppo B, le quali nel complesso fungono da supporto all’apparato cardiocircolatorio. Del songino si apprezza anche l’azione coadiuvante per il sistema immunitario e digestivo. E’ bene consumare il songino a crudo, non per una questione di sapore ma piuttosto nutritiva, se cotto, infatti, perde la maggior parte delle due sue proprietà benefiche.

Il cappone è uno dei simboli del Natale per antonomasia. In questo periodo dell’anno lo si fa arrosto, bollito o ripieno. Un cappone in tavola dà un’immagine opulenza, convivialità e tradizione. Mio nonno Felice mi raccontava che ai suoi tempi la fine del calendario agricolo coincideva con la festa di San Martino (11 novembre) . In questa occasione i contadini dovevano onorare l’affitto dei terreni e dare al proprietario parte del raccolto oppure degli animali. Solitamente questa sorta toccava al maiale e al cappone. I contadini, a Natale, come gesto di ringraziamento portavano il cappone al proprietario anche per le feste natalizie. Lui insieme al cappone offriva i croccanti che produceva in casa. Mi sono chiesta spessa se per lui era un obbligo o lo faceva solo per tenere per se i terreni che coltivava. Mah

Ecco la ricetta dell’insalata di cappone con songino e melagrana:

Ingredienti per 4 persone:

  • 1/2 cappone;
  • 200 gr. di songino;
  • 30 gr. di uvetta sultanina;
  • 1 bicchiere di brandy;
  • mix verdure da brodo (carota, sedano, cipolla);
  • 1 melagrana;
  • 4 cucchiai di olio extravergine di oliva;
  • q. b. di sale;
  • q. b. di pepe.

Preparazione:

Per la preparazione dell’insalata di cappone con songino e melagrana iniziate riempiendo d’acqua una pentola, poi salate e lessateci il cappone per 90 minuti circa; aggiungete infine il sedano, la carota e la cipolla. Scolate il cappone e, una volta intiepidito, rimuovete la pelle. Ora riducete la carne a filetti e conservatela (potete usare anche del cappone avanzato). In una terrina versate il brandy, diluito in un po’ d’acqua, versateci dentro l’uvetta e fate ammorbidire per bene.

Ora tagliate la melagrana a metà. Lavorate la prima parte per far uscire i chicchi, che riporrete in una ciotola, e spremete la seconda parte usando uno schiacciapatate per raccogliere il succo. Preparate ora una miscela (vinaigrette) aiutandovi con una frusta di piccole dimensioni per frullare insieme 4 cucchiai di olio, 2 cucchiai di succo di melagrana, un po’ di sale, pepe ed un cucchiaio di aceto. Versate il songino in una insalatiera e conditelo con l’emulsione che avete appena preparato; adagiateci sopra il cappone, l’uvetta sultanina (scolata e strizzata) e i chicchi di melagrana. Completate l’insalata con un po’ di condimento avanzato e servite.

5/5 (48 Recensioni)
CONDIVIDI SU

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

TI POTREBBE INTERESSARE

Pate di pernice rossa con polenta

Patè di pernice rossa con polenta, un ottimo...

Patè di pernice rossa su crostini di polenta, un antipasto gourmet Il patè di pernice rossa su crostini di polenta è una pietanza molto particolare. In primis, perché è realizzata con una carne...

Stella di Natale

Stella di Natale, il dolce perfetto per le...

Perché è così speciale il nostro dolce Stella di Natale? La Stella di Natale non è una torta come le altre. Lo potete notare già dalla foto e dalla sua forma particolare con un impatto visivo...

Cappone ripieno al tartufo

Cappone ripieno al tartufo, un secondo da ristorante

Perché il cappone ripieno al tartufo è così speciale? Il cappone ripieno al tartufo non è un secondo piatto come gli altri. Le ragioni per affermarlo sono numerose, in primis perché prevede...

Torta Albero di Natale

Torta Albero di Natale al profumo di menta

Torta Albero di Natale, un dessert al profumo di menta La nostra mente è sempre propensa alle festività ed eccoci a fantasticare su questa torta albero di Natale. Nessun simbolo potrà essere mai...

Spaghetti con bottarga di pesce

Spaghetti con bottarga di pesce per un cenone...

Spaghetti con bottarga di pesce spada, ingredienti di qualità per una ricetta semplice Gli spaghetti con bottarga di pesce spada rappresentano un primo piatto degno dei cenoni di Natale più...

Carrubine

Carrubine, il tipico dolcetto natalizio

Cosa sono le carrubine? Le carrubine sono dei dolcetti deliziosi, perfetti per ogni occasione ma indicati soprattutto a Natale, quando la voglia di dolci raggiunge il suo apice e ci si può...


Nota per celiaci o sensibili al glutine

Nota per celiaci o sensibili al glutine da leggere attentamente! La raccomandazione è quella di controllate sempre gli ingredienti che utilizzate per la preparazione delle vostre ricette senza glutine. Tutti gli alimenti devono essere adatti ai celiaci e alle persone sensibili al glutine, percui, verificatene la spiga sbarrata, la presenza sul Prontuario dell’AIC o le indicazioni sull’etichetta del produttore. Quando cucinate per un celiaco organizzatevi al meglio per evitare sia la contaminazione ambientale che quella crociata. Un fattore che in molti sottovalutano. Noi scriviamo "consentita o consentito" per lasciare libero ogni utente di utilizzare il prodotto della marca che preferisce. Mi raccomando di leggere sempre le etichette Tutte le informazioni date negli articoli sono esclusivamente di carattere informativo. Non possono essere utilizzate per ipotizzare indagini cliniche e non sono suggerimenti per fare diagnosi o per la somministrazione di fitofarmaci, farmaci, piante o medicinali. Le informazioni che vengono date non sostituiscono ASSOLUTAMENTE il proprio medico o qualsivoglia specialista al quale vi consigliamo sempre di affidarvi. L’utilizzo e la somministrazione delle informazioni sono di esclusiva responsabilità del lettore.

Nota per gli intolleranti al lattosio

Nota per celiaci intolleranti al lattosio da leggere attentamente. Dalla nota ministeriale: senza lattosio. E' stata eliminata la dicitura “delattosato”, in quanto precedentemente associata alla dicitura “dietetico”. Si potrà usare al suo posto la dicitura senza lattosio per i prodotti lattiero caseari e per il latte con contenuto di lattosio inferiore a 0,1 g per 100 g o ml. Per tutti gli alimenti non contenenti ingredienti lattei l’indicazione “naturalmente privo di lattosio” deve risultare conforme alle condizioni previste dall’articolo 7 del regolamento (UE) 1169/2011. Noi scriviamo "consentita o consentito" per lasciare libero ogni utente di utilizzare il prodotto della marca che preferisce. Mi raccomando di leggere sempre le etichette Tutte le informazioni date negli articoli sono esclusivamente di carattere informativo. Non possono essere utilizzate per ipotizzare indagini cliniche e non sono suggerimenti per fare diagnosi o per la somministrazione di fitofarmaci, farmaci, piante o medicinali. Le informazioni che vengono date non sostituiscono ASSOLUTAMENTE il proprio medico o qualsivoglia specialista al quale vi consigliamo sempre di affidarvi. L’utilizzo e la somministrazione delle informazioni sono di esclusiva responsabilità del lettore.


16-12-2020
Scritto da:

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Pochi sanno che mi chiamo Tiziana Colombo. Tutti, nel mondo del wewb, mi conoscono come Nonnapaperina. Questo spazio nato è per caso 2004 come una sorta di diario che utilizzavo per condividere una passione. Una passione messa a dura prova dalla diagnosi di intolleranza al nichel prima e al glutine e al lattosio poi: una diagnosi inaspettata che mi ha fatto patire mezza vita. La colpa era sempre lo stress. Mi sono sentita completamente persa e in rete le notizie non erano sempre di aiuto. Non mi sono scoraggiata e ho cercato di trovare una soluzione! Dare un’informazione corretta. Mi sono sentita per molto tempo un vero “Don Chisciotte”. Ora la situazione è migliorata ma abbiamo ancora molto lavoro da fare.

Ma da sola non potevo farcela! Cosi nel 2012 ho fondato l’Ass.Il Mondo delle Intolleranze APS, di cui sono il Presidente in carica. Ad oggi siamo diventati una realtà importante e un punto di riferimento per tantissime persone, chef, aziende e medici. Abbiamo un comitato scientifico formato da professionisti e un gruppo di lavoro attivo e dinamico. Ognuno di noi ha un suo ruolo e tutti gli aspetti vengono vagliati con cura. Vogliamo dare un’informazione corretta e responsabile e siamo a disposizione dei nostri utenti. Torna a pensare positivo e mangiare con gusto. Ti garantisco che è possibile.

Nessun Commento. Che ne dici di lasciarci il tuo commento?
logo_print
Iscriviti alla newsletter settimanale per rimanere aggiornato sulle novità

Iscriviti