logo_print

Branzino con crema di finocchi e uva, ricetta agrodolce

Branzino con crema di finocchi e uva
Stampa

Perché è così buono il branzino con crema di finocchi e uva?

Il branzino con crema di finocchi e uva è un secondo speciale, che coniuga la tradizione italiana (che non ha niente da invidiare sulla cucina ittica) con l’approccio “agrodolce”. Il branzino con crema di finocchi e uva è infatti un secondo di pesce solo leggermente agrodolce, i sentori della frutta, e nello specifico dell’uva, fanno capolino con delicatezza e senza coprire gli altri sapori. E’ anche una pietanza leggera, che apporta ben poche calorie. Il merito va alla quantità di grassi aggiunti, che è veramente minima, ma anche alle caratteristiche del branzino.

Il branzino è un pesce pregiato, apporta solo 82 kcal per 100 grammi. I grassi, in totale, rappresentano solo l’1,5%. Va detto, inoltre, che tra i grassi sono compresi gli omega tre, sostanze benefiche per l’organismo in quanto contribuiscono alla buona salute dell’apparato cardiocircolatorio (oltre ad avere molte altre funzioni). Buono anche l’apporto di proteine, che si attesta sui 17 grammi ogni 100 e si avvicina pertanto a quello delle più sostanziose carni rosse. Il branzino con crema di finocchi prevede una panatura di farina. Tuttavia, è alla portata anche di chi soffre di celiachia e di intolleranza al glutine. La ricetta prevede, infatti, l’impiego della farina di riso che non contiene questa sostanza. Tra l’altro, la farina di riso spicca per leggerezza e per un sapore delicato.

I tanti benefici nutrizionali del finocchio

Il finocchio gioca un ruolo importante nel branzino con crema di finocchi, a tal punto da darle il nome. Nello specifico, è il condimento principale. Dopo un’attenta cottura a vapore, viene frullato insieme ai capperi in modo da avere una deliziosa salsina. Il finocchio è un alimento importante, in quanto poco calorico e benefico per l’organismo. Ovviamente è anche molto buono, aromatico e in grado di impreziosire molte preparazioni salate.

Branzino con crema di finocchi e uva

Nello specifico, il finocchio apporta solo 9 kcal per 100 grammi. La fibra è la sostanza nutritiva più rappresentata, dunque esercita un impatto positivo sulla digestione e sull’equilibrio intestinale. Il finocchio, poi, è ricco di vitamine e sali minerali. Contiene dosi davvero elevate di potassio, ma abbonda anche di calcio, fosforo e magnesio. E’ ricco di vitamina C e si caratterizza anche per discrete concentrazioni di vitamine B1, B2 e B3. Il finocchio è inoltre apprezzato per le sue proprietà depurative, soprattutto nei confronti del fegato. Contiene, infine, l’anetolo, una sostanza che allevia gli spasmi muscolari e addominali.

I capperi, un alimento sottovalutato ricco di sali minerali

Anche i capperi giocano un ruolo importante nella ricetta del branzino con crema di finocchi e uva. Intervengono addirittura in due fasi: nella formazione della crema e nella decorazione. Vengono infatti frullati insieme al finocchio e, successivamente, posti a mo’ di decorazione a fine preparazione. I capperi sono un alimento importante, benché spesso sottovalutato. Sono sottovalutati solo dal punto di vista nutrizionale, dal momento che in termini gastronomici sono molto apprezzati e impiegati in una vasta gamma di preparazioni, dalla pizza alla pasta, dai secondi di carne ai secondi di pesce.

Ad ogni modo, i capperi sono molto ricchi di sali minerali, tra cui spiccano il calcio, il magnesio, il potassio e il fosforo. Stesso discorso per le vitamine, con esplicito riferimento alle vitamine A e K. Il tutto, a un “costo” calorico irrisorio: 100 grammi di capperi contengono solo 23 kcal. Il consiglio, comunque, è di rispettare le dosi della ricetta e di non abbondare in quanto se sono conservati in salamoia, potrebbero apportare troppo sale. Inoltre, hanno un sapore veramente forte, dunque vi è il rischio che coprano gli altri sapori; ciò sarebbe un peccato, visto i numerosi e interessanti sentori che questa ricetta mette in campo.

Ecco la ricetta del branzino con crema di finocchi e uva:

Ingredienti per 4 persone:

  • 4 filetti di branzino;
  • 500 gr. di finocchi;
  • 3 cucchiai di capperi;
  • 150 gr. di chicchi di uva rosata;
  • 30 gr. di farina di riso;
  • 3 cucchiai di olio extravergine d’oliva;
  • q. b. di sale;
  • q. b. di pepe.

Preparazione:

Per la preparazione del branzino con crema di finocchi iniziate cuocendo i finocchi con il metodo di cottura a vapore fino a quando non saranno diventati morbidi, poi inseriteli nel mixer insieme ai capperi e frullate il tutto regolando con un po’ di sale e di pepe. Mettete da parte un cucchiaio di capperi in quanto vi serviranno per la fase finale. Ora cospargete i filetti di branzino con la farina, scuotete per togliere la farina in eccesso e cuocete in una pentola con l’olio già caldo (bastano pochi minuti per lato).

Dividete in due i chicchi di uva, posizionateli su un tegame aderente (unto con poco olio) con il lato tagliato rivolto verso il basso. In questo modo fate rosolare leggermente l’uva. Adesso impiattate componendo una base con la crema di finocchi e capperi, poi adagiateci il branzino e cospargete con i chicchi di uva rosolati. Concludete con dei capperi usati come decorazione.


Nota per celiaci o sensibili al glutine

Nota per celiaci o sensibili al glutine Controllate sempre che gli ingredienti che adoperate per la preparazione delle vostre ricette senza glutine. Devono essere adatti ai celiaci e agli intolleranti al glutine, percui, verificatene la spiga sbarrata, la presenza sul Prontuario dell’AIC o le indicazioni sull’etichetta del produttore.

Nota per gli intolleranti al lattosio

Nota per gli intolleranti al lattosio Dalla nota ministeriale: E' stata eliminata la dicitura “delattosato”, in quanto precedentemente associata alla dicitura “dietetico”. Si potrà usare al suo posto la dicitura senza lattosio per i prodotti lattiero caseari e per il latte con contenuto di lattosio inferiore a 0,1 g per 100 g o ml


26-09-2020
Scritto da: NonnaPaperina
Nessun Commento. Che ne dici di lasciarci il tuo commento?

TI POTREBBE INTERESSARE

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>


CON LA COLLABORAZIONE DI

Iscriviti alla newsletter

Iscriviti