Papà, ti festeggio con le ciambelline alle nocciole

ciambelline alle nocciole
Commenti: 0 - Stampa

Un dolce regalo ideale per la festa del papà ma non solo!

Le ciambelline alle nocciole sono la sorpresa per la prossima festa del papà! Quante volte vogliamo dire “grazie” al nostro papà ma non sappiamo come? Ci scervelliamo per trovare il regalo più adatto ma non sempre è così facile. Questi dolcetti vi toglieranno qualsiasi dubbio. Le ciambelline alle nocciole sono semplici da preparare, gustosissime e possono essere condivise con tutta la famiglia per celebrare un giorno speciale.

Cosa preparare in occasione della Festa del Papà? Quali caratteristiche devono possedere le ricette da cucinare per questa ricorrenza? Ovviamente in merito avete il massimo margine di discrezione. A differenza delle feste “comandate” come il Natale e la Pasqua, la Festa del Papà non gode ancora di un patrimonio di ricette tipiche. Dunque è possibile, anzi auspicabile, darci dentro con la creatività e la fantasia.

Personalmente suggerisco di preparare ricette che si pongono un po’ al di fuori dell’ordinario, in modo da segnare una discontinuità rispetto a quanto si prepara nei giorni “normali”. L’ideale, comunque, sarebbe non esagerare né in termini di quantità né per quanto riguarda la presenza di grassi. Se possibile bisognerebbe puntare anche alla leggerezza, senza che ciò comprometta gusto e impatto visivo dei piatti.

Ovviamente, come tutte le ricette che potete trovare qui su Nonna Paperina, anche questa è pensata per chi soffre di intolleranze e allergie alimentari. In particolar modo, queste ciambelline alle nocciole sono prive sia di glutine che di lattosio. In questo modo, potrete festeggiare il papà con tutta la famiglia, senza rischi o rinunce. Per scoprire altri dolci a prova di intolleranze, continuate pure a navigare nell’apposita sezione.

La ciambella: un classico  e le sue infinite varianti

Utilizziamo genericamente il termine “ciambella” per riferirci a una vasta gamma di ricette dolci e salate che sono tutte accomunate dalla stessa forma circolare e da un buco centrale. Donut, ciambelloni, zeppole e tantissimi tipi di ricette e di ripieni o di impasti rendono la ciambella un vero e proprio “contenitore” di pietanze di tutti i tipi. In questo caso, la nostra ricetta si basa sulla preparazione di ciambelline, quindi dalla forma ridotta, aromatizzate con una bevanda alla nocciola.

Con questa ricetta potrete preparare circa 24 mini ciambelline in modo tale da poterle condividere con amici e parenti. Attenzione, però, perché una tira l’altra e qualcuno potrebbe rimanere a bocca asciutta. Se siete soddisfatti del risultato, non smettete di provare a preparare tante altre versioni di ciambella in formato mini.

ciambelline alle nocciole

Ciambelline alle nocciole senza glutine né lattosio: che bontà

Come sempre, per permettere a tutti di gustare le ciambelline alle nocciole, non solo al vostro papà, ho deciso di proporvi una ricetta senza glutine né lattosio. In particolar modo, ho scelto soprattutto due alimenti gluten free, la farina di nocciole e la fecola di patate, ingredienti che voi lettori conoscete già molto bene visto che mi aiutano a preparare tantissime ricette senza rischiare di stare male a causa del glutine.

Le protagoniste di queste ciambelline sono senza dubbio le nocciole, sotto forma di farina e di bevanda aromatizzata. Questa frutta secca è molto amata visto che può essere consumata da sola, come crema o come ingrediente per dare sapore a piatti salati e dolci. Le nocciole sono piuttosto caloriche tuttavia, se consumate con moderazione, vi permetteranno di apportare alla vostra dieta vitamine, fibre, sali minerali e omega 9. Ovviamente, questa frutta secca è off limits per chi è allergico!

Ed ecco la ricetta delle ciambelline alle nocciole

Ingredienti per 24 mini-ciambelline diametro 5 cm circa:

  • 35 gr. farina di nocciole
  • 60 gr. fecola di patate
  • 90 gr. zucchero di canna
  • 50 gr. olio di semi di girasole
  • 30 gr. bevanda alla nocciola
  • 1 pizzico di vaniglia bourbon in polvere
  • 1 uovo
  • ¼ di cucchiaino di bicarbonato di sodio
  • ½ cucchiaino aceto di mele
  • q.b. zucchero a velo per decorare

Preparazione:

Accendete il forno e portatelo ad una temperatura di 180° con funzione statica; ungete ed infarinate uno stampo da 24 mini-ciambelline (del diametro di cm 5 circa).
In una ciotola sbattete l’uovo con lo zucchero, sino a renderlo quasi spumoso; unite l’olio e la bevanda alla nocciola, sempre mescolando ed emulsionando bene.
Aggiungete la farina di nocciole, poi la fecola con la vaniglia e il bicarbonato, amalgamando con una frusta a mano o con le fruste elettriche; in ultimo unite l’aceto di mele, e poi, ottenuto un morbido composto, distribuitelo nelle cavità dello stampo da ciambelline, riempiendole per circa tre quarti della loro capienza.
Infornate e cuocete per 15-18 minuti circa; sfornate e lasciate raffreddare completamente prima di sformare le ciambelline.
In ultimo spolverizzatele di zucchero a velo e servite; sono perfette per una colazione o una dolce pausa caffè.

5/5 (48 Recensioni)
CONDIVIDI SU

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

TI POTREBBE INTERESSARE

festa del papa

Festa del papà con un menu perfetto

Una ricorrenza da celebrare in allegria La Festa del Papà è una ricorrenza carica di significati, è l’occasione per dichiarare l’affetto che si prova per il proprio padre, ma anche per...

Crostata con cioccolato e crema di formaggio

Crostata con cioccolato e crema di formaggio, una...

Crostata con cioccolato e crema di formaggio al caffè, un dolce originale La crostata con cioccolato e crema di formaggio al caffè è un dolce squisito, dal gradevole impatto visivo e in grado di...

Camembert al forno

Camembert al forno, una ricetta per la festa...

Camembert al forno con verdure, come valorizzare questo formaggio Il camembert al forno con verdure e crostini è una ricetta veloce, che offre la massima resa al minimo sforzo. Infatti, il...

torta al cacao con pralinato di arachidi

Festa del papà: Torta al cacao con pralinato...

Un dolce pensiero per il migliore dei papà Quest’anno abbiamo deciso di festeggiare con una torta al cacao con pralinato di arachidi il giorno di S. Giuseppe, che ogni 19 Marzo in Italia...

Quadrotti fondenti

Quadrotti fondenti ciocco-caffè per la Festa del Papà

Cosa sono i quadrotti fondenti ciocco-caffè? I quadrotti fondenti ciocco-caffè sono un dolce delizioso, adatto alle occasioni in cui l’allegria e la convivialità la dovrebbero fare da padrone....

Torta al caffe di cicoria

Festa del papà con la Torta al caffè...

Una torta per un papà davvero speciale! Cari papà sta arrivando il vostro giorno e per il 19 Marzo vi vogliamo dedicare una deliziosa Torta al caffè. E' una proposta alternativa alle solite...


Nota per dieta vegetariana

La dieta vegetariana è una scelta, che vanta profili ora etici ora salutistici, ma che pone in essere alcune difficoltà dal punto di vista nutrizionale. Molti studi scientifi affermano che la dieta vegetariana non comporta rischi per la salute se e quando è pianificata in modo equilibrato. Diventare vegetariano non vuol dire mangiare solo frutta e verdura. Si devono consumare anche i legumi, le uova, il latte. I celiaci che vogliono seguire una dieta vegetariana devono fare attenzione ad alcuni cereali: il frumento, l’orzo,  la segale, il farro, il kamut e tutti i prodotti da forno che potrebbe presentare tracce di glutine. Ci sono dei momenti della vita: infanzia, adolescenza, o in periodi di gravidanza e allattamento che può essere utile affidarsi a un medico o un nutrizionista, che saprà consigliare e valutare le scelte più adeguate da fare in base alle esigenze nutrizionali.

Nota per celiaci o sensibili al glutine

Nota per celiaci o sensibili al glutine da leggere attentamente! La raccomandazione è quella di controllate sempre gli ingredienti che utilizzate per la preparazione delle vostre ricette senza glutine. Tutti gli alimenti devono essere adatti ai celiaci e alle persone sensibili al glutine, percui, verificatene la spiga sbarrata, la presenza sul Prontuario dell’AIC o le indicazioni sull’etichetta del produttore. Quando cucinate per un celiaco organizzatevi al meglio per evitare sia la contaminazione ambientale che quella crociata. Un fattore che in molti sottovalutano. Noi scriviamo "consentita o consentito" per lasciare libero ogni utente di utilizzare il prodotto della marca che preferisce. Mi raccomando di leggere sempre le etichette Tutte le informazioni date negli articoli sono esclusivamente di carattere informativo. Non possono essere utilizzate per ipotizzare indagini cliniche e non sono suggerimenti per fare diagnosi o per la somministrazione di fitofarmaci, farmaci, piante o medicinali. Le informazioni che vengono date non sostituiscono ASSOLUTAMENTE il proprio medico o qualsivoglia specialista al quale vi consigliamo sempre di affidarvi. L’utilizzo e la somministrazione delle informazioni sono di esclusiva responsabilità del lettore.

Nota per gli intolleranti al lattosio

Nota per celiaci intolleranti al lattosio da leggere attentamente. Dalla nota ministeriale: senza lattosio. E' stata eliminata la dicitura “delattosato”, in quanto precedentemente associata alla dicitura “dietetico”. Si potrà usare al suo posto la dicitura senza lattosio per i prodotti lattiero caseari e per il latte con contenuto di lattosio inferiore a 0,1 g per 100 g o ml. Per tutti gli alimenti non contenenti ingredienti lattei l’indicazione “naturalmente privo di lattosio” deve risultare conforme alle condizioni previste dall’articolo 7 del regolamento (UE) 1169/2011. Noi scriviamo "consentita o consentito" per lasciare libero ogni utente di utilizzare il prodotto della marca che preferisce. Mi raccomando di leggere sempre le etichette Tutte le informazioni date negli articoli sono esclusivamente di carattere informativo. Non possono essere utilizzate per ipotizzare indagini cliniche e non sono suggerimenti per fare diagnosi o per la somministrazione di fitofarmaci, farmaci, piante o medicinali. Le informazioni che vengono date non sostituiscono ASSOLUTAMENTE il proprio medico o qualsivoglia specialista al quale vi consigliamo sempre di affidarvi. L’utilizzo e la somministrazione delle informazioni sono di esclusiva responsabilità del lettore.


18-03-2019
Scritto da:

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Pochi sanno che mi chiamo Tiziana Colombo. Tutti, nel mondo del wewb, mi conoscono come Nonnapaperina. Questo spazio nato è per caso 2004 come una sorta di diario che utilizzavo per condividere una passione. Una passione messa a dura prova dalla diagnosi di intolleranza al nichel prima e al glutine e al lattosio poi: una diagnosi inaspettata che mi ha fatto patire mezza vita. La colpa era sempre lo stress. Mi sono sentita completamente persa e in rete le notizie non erano sempre di aiuto. Non mi sono scoraggiata e ho cercato di trovare una soluzione! Dare un’informazione corretta. Mi sono sentita per molto tempo un vero “Don Chisciotte”. Ora la situazione è migliorata ma abbiamo ancora molto lavoro da fare.

Ma da sola non potevo farcela! Cosi nel 2012 ho fondato l’Ass.Il Mondo delle Intolleranze APS, di cui sono il Presidente in carica. Ad oggi siamo diventati una realtà importante e un punto di riferimento per tantissime persone, chef, aziende e medici. Abbiamo un comitato scientifico formato da professionisti e un gruppo di lavoro attivo e dinamico. Ognuno di noi ha un suo ruolo e tutti gli aspetti vengono vagliati con cura. Vogliamo dare un’informazione corretta e responsabile e siamo a disposizione dei nostri utenti. Torna a pensare positivo e mangiare con gusto. Ti garantisco che è possibile.

Nessun Commento. Che ne dici di lasciarci il tuo commento?
logo_print
Iscriviti alla newsletter settimanale per rimanere aggiornato sulle novità

Iscriviti