Assorbenti e coppette anallergiche

assorbenti
Commenti: 0 - Stampa

Assorbenti anallergici per sportivi: i modelli in cotone

Una soluzione ideale per chi fa sport e soffre di allergie è l’uso di assorbenti anallergici che hanno la zona a contatto con la pelle realizzata in cotone. Io ad esempio ho sempre preferito quelli con parti in cotone, in quanto questi si presentavano molto traspiranti e quindi molto adatti anche a chi fa esercizio fisico in quanto trattengono bene il flusso e al contempo evitano che il sudore possa causare odori.

Gli assorbenti in cotone sono ideali perché presentano una zona realizzata con un tessuto completamente naturale, scelta ideale per chi come me ha la pelle molto delicata e che tende a essere colpita dalle dermatiti.

Il cotone è anallergico presenta un PH che rispetta quello naturale della pelle, inoltre la fibra di questo materiale essendo particolarmente traspirante riesce a donare una sensazione di freschezza immediata, anche quando si fa sport e si suda molto.

Infatti, quando si suda molto ci sono difficoltà di traspirazione che possono portare alla formazione di infezioni anche problematiche come la candida.

Utilizzando i modelli di assorbenti in cotone anallergico dunque è possibile mantenere la zona intima fresca, eliminare la possibilità di un aumento dei batteri e si possono anche prevenire eventuali irritazioni per lo sfregamento, specie mentre si fa molto movimento durante lo sport.

assorbenti

Coppette in silicone anallergiche, vanno bene per tutte

Una soluzione moderna e comoda che si può scegliere al posto degli assorbenti, specie se si pratica molto sport sono le coppette realizzate in silicone anallergico. Infatti, se si soffre di particolari allergie, come l’allergia al lattice,  o si è ipersensibili al nichel, presente quasi ovunque,  io consiglio di utilizzare i modelli che riportano nella descrizione “silicone anallergico” e in questo modo sono certa che non ci sono componenti del  lattice ed un contenuto di nichel bassissimo.

Le coppette mestruali sono realizzate per lo più con materiali anallergici e anche per questo motivo sono sempre più usate negli ultimi anni. La coppetta permette di raccogliere e non assorbire il flusso mestruale, in questo modo si può creare all’interno della cavità uterina una barriera completamente naturale che limita la proliferazione batterica. Questo fa sì che ci si senta più protette durante i giorni del ciclo.

Le coppette mestruali sono molto sicure e semplici da indossare, e si presentano ideali durante l’attività fisica, specie per alcuni sport. Sono ideali per il nuoto in piscina, perché queste vanno a creare una specie di sottovuoto, quindi non si bagnano e non si perdono dei fluidi mentre si nuota e soprattutto non s’inzuppano come invece capita con i tampax.

Assorbenti

Assorbenti o coppette mestruali anallergiche?

Come scegliere tra le coppette e gli assorbenti anallergici quando si fa sport? Solitamente i soggetti allergici dovrebbero alternare l’uso di prodotti interni con quelli esterni per evitare le allergie da contatto. Ad esempio, io consiglio gli assorbenti anallergici quando si fa sport meno impegnativo come lo yoga o la camminata. Invece le coppette mestruali quando si va al mare oppure si nuota in piscina.

La scelta tra gli assorbenti o le coppette mestruali dipende anche da come ci si sente più comode, infatti non tutte amano le coppette mestruali, in questo caso l’unica soluzione sono gli assorbenti anallergici. In ogni caso, consiglio di provare a usare la coppetta, perché non solo è anallergica ma è anche amica dell’ambiente, in quanto riutilizzabile più volte, semplicemente lavandola dopo l’uso.

Seguimi su Instagram e Facebook

Mi trovi sui canali social come Nonnapaperina. Se prepari una mia ricetta e la pubblichi su Instagram o Facebook, aggiungi l’hastag #nonnapaperina, taggami e sarò felice di riconviderla nelle mie storie.

Creerò una raccolta con tutte le ricette che verranno proposte dai lettori e non abbiate paura. Non criticherò nessuno!!! Don’t worry be happy.

Buon lavoro e aspetto la tua ricetta!

CONDIVIDI SU

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

TI POTREBBE INTERESSARE

Intolleranza al riso

Intolleranza al riso, un disturbo raro ma invalidante

Le cause dell’intolleranza al riso L’intolleranza al riso esiste, sebbene non sia tra le più diffuse. D’altronde, quando si parla di intolleranza alimentare, il pensiero corre a ben altre...

Intolleranza alle solanacee

Intolleranza alle solanacee, come combatterla al meglio

Cosa sono le solanacee? Per comprendere i rischi e i meccanismi che stanno dietro all’intolleranza alle solanacee è necessario capire cosa si intenda per solanacee. Il termine è, infatti,...

Intolleranza al frumento

Intolleranza al frumento, cosa c’è da sapere

Intolleranza al frumento e allergia L’intolleranza al frumento non è certamente tra le intolleranze più conosciute, infatti non figura tra quelle salite alla ribalta di recente. Eppure, al pari...

Sensibilita all alcol

Sensibilità all’alcol: una condizione da non sottovalutare

Cos’è la sensibilità all’alcol La sensibilità all’alcol è una condizione più diffusa di quanto si possa pensare. Anche perché molti la fraintendono, derubricando i disturbi a una...

Biancheria intima

Biancheria intima : allergici ed intolleranti attenzione

Gli errori da evitare per il benessere delle parti intime con la biancheria intima La biancheria intima spesso è un acquisto così banale che spesso la scelta si basa sulla bellezza del capo più...

rasatura della barba senza irritazioni

Allergia al nichel : rasatura della barba senza...

Rasatura della barba: come dire addio a irritazioni L’azione della rasatura della barba espone gli uomini allergici al nichel a rischi per la propria pelle da valutare e prevenire in qualsiasi...


Nota per l’intolleranza al nichel

Note per chi deve seguire una dieta a Basso contenuto di nichel. Da leggere attentamente! Sia che sei intollerante al nichel alimentare, allergico al nichel da contatto (DAC) o che ti è stata diagnosticata La SNAS non esiste una cura definitiva e non esiste un modo per eliminare questo metallo dalla vita di una persona. Per alleviare i sintomi è necessario seguire una dieta a rotazione e a basso contenuto di Nichel e fare attenzione a tutto quello che ci circomda. Tutte le informazioni date negli articoli sono esclusivamente di carattere informativo. Non possono essere utilizzate per ipotizzare indagini cliniche e non sono suggerimenti per fare diagnosi o per la somministrazione di fitofarmaci, farmaci, piante o medicinali. Le informazioni che vengono date non sostituiscono ASSOLUTAMENTE il proprio medico o qualsivoglia specialista al quale vi consigliamo sempre di affidarvi. L’utilizzo e la somministrazione delle informazioni sono di esclusiva responsabilità del lettore.


13-06-2018
Scritto da:

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Pochi sanno che mi chiamo Tiziana Colombo. Tutti, nel mondo del wewb, mi conoscono come Nonnapaperina. Questo spazio nato è per caso 2004 come una sorta di diario che utilizzavo per condividere una passione. Una passione messa a dura prova dalla diagnosi di intolleranza al nichel prima e al glutine e al lattosio poi: una diagnosi inaspettata che mi ha fatto patire mezza vita. La colpa era sempre lo stress. Mi sono sentita completamente persa e in rete le notizie non erano sempre di aiuto. Non mi sono scoraggiata e ho cercato di trovare una soluzione! Dare un’informazione corretta. Mi sono sentita per molto tempo un vero “Don Chisciotte”. Ora la situazione è migliorata ma abbiamo ancora molto lavoro da fare.

Ma da sola non potevo farcela! Cosi nel 2012 ho fondato l’Ass.Il Mondo delle Intolleranze APS, di cui sono il Presidente in carica. Ad oggi siamo diventati una realtà importante e un punto di riferimento per tantissime persone, chef, aziende e medici. Abbiamo un comitato scientifico formato da professionisti e un gruppo di lavoro attivo e dinamico. Ognuno di noi ha un suo ruolo e tutti gli aspetti vengono vagliati con cura. Vogliamo dare un’informazione corretta e responsabile e siamo a disposizione dei nostri utenti. Torna a pensare positivo e mangiare con gusto. Ti garantisco che è possibile.

Nessun Commento. Che ne dici di lasciarci il tuo commento?
logo_print
Iscriviti alla newsletter settimanale per rimanere aggiornato sulle novità

Iscriviti