Menu di San Valentino:veloce e adatto agli intolleranti

menu di san valentino
Commenti: 0 - Stampa

Menu di San Valentino:veloce e adatto agli intolleranti

San Valentino è ormai alle porte e tra i mille impegni che abbiamo nelle nostre giornate, immagino che non avete ancora pensato cosa fare. Cenetta fuori in ristorante chic o nella tranquillità di casa? E, se scegli la seconda opzione, cosa preparare? Ecco a voi un menu di San Valentino perfetto per ogni occasione.

Senza dubbio cucinare per la persona a cui tieni è già di per sé un gesto d’amore! Ma, dato l’evento speciale, la voglia di stupire è d’obbligo! Per questo motivo, e anche per chi ancora è in altomare con l’organizzazione, ho pensato ad un menu di San Valentino nello stile Nonnapaperina, ovvero:

Un menu di san Valentino da mangiare anche con gli occhi!

Per questi piatti ho fatto particolare attenzione alla presentazione: si sa, quando si mangia anche l’occhio vuole la sua parte, ma in una serata speciale come la cena di San Valentino, un menu deve essere soprattutto bello da vedere!

Quindi ecco le due parole d’ordine che hanno ispirato il menu: “mangiare bene”, e “stupire” ! Pronti a scaldare i fornelli? Si parte!


 

cena di san valentino

 

Antipasto: Tartare di Tonno e Avocado

Tonno fresco tagliuzzato a dadini con un coltello ben affilato, limone, avocado e tanta fantasia per guarnirlo. La preparazione è facile e veloce (vi prometto che non vi ruberà più di 15/20 minuti) e il risultato estetico senza dubbio… colpirà!

Difficoltà: Molto Facile
Tempo di Preparazione: 20 minuti
Scopri la ricetta -> Tartare_di_Tonno

 


 

cena di san valentino

 

Primo: Ravioli ripieni

Che bontà la pasta ripiena… alzi la mano a chi non piace! Per questa ricetta ho pensato di lasciarvi liberi nella decisione della farcitura. Per accompagnarli servirà una salsa al pomodoro semplice semplice e delle fette di prosciutto cotto tagliate alte, per guarnire il piatto.

Difficoltà: Facile
Tempo di preparazione: 40 minuti
Scopri la ricetta -> Ravioli_di_San_Valentino

 


 

menu di san valentino

 

Secondo: Trota salmonata con crema di bietole

La trota salmonata al forno è un piatto semplice,  gustoso, poco grasso e, per essere un piatto di pesce, molto economico! Il trucco per essere sicuri che il piatto venga perfetto? Assicurati che il pesce sia stato pescato in giornata e… inventati un impiattamento fantasioso distribuendo la crema di bietole  con la sac a poche!

Difficoltà: Media
Tempo di preparazione: 30 minuti
Scopri la ricetta -> Trota_Salmonata

 


 

menu di san valentino

 

Dolce: Biscotti allo Yogurt a forma di cuore

Ed eccoci arrivati al gran finale della vostra cena romantica che non si poteva concludere con un bel dolce a forma di cuore! Anche qui l’obbiettivo era regalarvi una ricetta gustosa e semplice. Naturalmente adatto a chi soffre di intolleranza al lattosio e glutine.

Difficoltà: Facile
Tempo di preparazione: 40 minuti
Scopri la ricetta -> Biscotti_allo_Yogurt

 


Che vino abbinare?

Un menu di San Valentino che non è accompagnato da un buon vino… che cena di San Valentino è? Data la presenza del pesce in 2 portate su 3 (dolce escluso), vi consiglierei di avvicinare un vino bianco di media struttura.

Se vi piacciono le note fruttate e floreali, vi consiglio un Muller Thurgau o uno Chardonnay. Se invece preferite qualcosa di autoctono dai gusti più decisi, potrete provare un Pecorino o un Verdicchio.

Avete il menu, avete l’abbinamento cibo vino… che altro consigliarvi? Ma certo! Luce soffusa, musica romantica di sottofondo (magari con le vostre canzoni preferite) e… buon San Valentino!

CONDIVIDI SU

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

TI POTREBBE INTERESSARE

frigorifero

Il frigorifero, come conservare bene i cibi e...

Come conservare gli alimenti freschi in frigorifero. Per ottenere una buona conservazione degli alimenti freschi in frigorifero, occorre riporli negli scomparti o ripiani più adatti, tenendo...

pancakes di avocado

Tutto sul pancake, curiosità storiche e varianti

Il pancake, un dolce americano dalle origini greche I pancake sono un po’ il simbolo della cucina americana. D’altronde affollano da sempre film e serie TV, e sono entrati anche...

Colazione iperproteica

Colazione iperproteica, una alternativa al cappuccino

Cosa si intende per colazione iperproteica? Avete mai sentito parlare di colazione iperproteica? Se non conoscete il significato, sappiate che è esattamente ciò che suggerisce il nome, ossia una...

Cucina cilena

Cucina cilena, ricette e curiosità di una tradizione...

Un approfondimento sulla cucina cilena Oggi vorrei introdurvi alla cucina cilena, una cucina che spesso non riceve gli onori che merita in quanto è offuscata da altre tradizioni gastronomiche,...

festa del papa

Festa del papà con un menu perfetto

Una ricorrenza da celebrare in allegria La Festa del Papà è una ricorrenza carica di significati, è l’occasione per dichiarare l’affetto che si prova per il proprio padre, ma anche per...

Festa di San Patrizio

Idee per la Festa di San Patrizio o...

Festa di San Patrizio o Saint Patrick’s Day, non solo una festa irlandese Quale migliore occasione dalla festa di San Patrizio, Saint Patrick’s Day, per fare la conoscenza della cucina...

07-02-2016
Scritto da:

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Pochi sanno che mi chiamo Tiziana Colombo. Tutti, nel mondo del wewb, mi conoscono come Nonnapaperina. Questo spazio nato è per caso 2004 come una sorta di diario che utilizzavo per condividere una passione. Una passione messa a dura prova dalla diagnosi di intolleranza al nichel prima e al glutine e al lattosio poi: una diagnosi inaspettata che mi ha fatto patire mezza vita. La colpa era sempre lo stress. Mi sono sentita completamente persa e in rete le notizie non erano sempre di aiuto. Non mi sono scoraggiata e ho cercato di trovare una soluzione! Dare un’informazione corretta. Mi sono sentita per molto tempo un vero “Don Chisciotte”. Ora la situazione è migliorata ma abbiamo ancora molto lavoro da fare.

Ma da sola non potevo farcela! Cosi nel 2012 ho fondato l’Ass.Il Mondo delle Intolleranze APS, di cui sono il Presidente in carica. Ad oggi siamo diventati una realtà importante e un punto di riferimento per tantissime persone, chef, aziende e medici. Abbiamo un comitato scientifico formato da professionisti e un gruppo di lavoro attivo e dinamico. Ognuno di noi ha un suo ruolo e tutti gli aspetti vengono vagliati con cura. Vogliamo dare un’informazione corretta e responsabile e siamo a disposizione dei nostri utenti. Torna a pensare positivo e mangiare con gusto. Ti garantisco che è possibile.

Nessun Commento. Che ne dici di lasciarci il tuo commento?
logo_print
Iscriviti alla newsletter settimanale per rimanere aggiornato sulle novità

Iscriviti