Scoperto il legame tra il lattosio e la sindrome del colon irritabile e non solo

Ecco qual è il legame tra il lattosio e la sindrome del colon irritabile

Esiste un legame tra il lattosio e la sindrome del colon irritabile? Sì, esiste e a confermarlo sono una serie di studi clinici e ricerche scientifiche che hanno preso in esame alcuni pazienti e scoperto che, in molte situazioni, il corpo reagisce all’assorbimento del lattosio (lo zucchero del latte) mostrando un’ipersensibilità nei confronti di questa sostanza e scatenando problematiche intestinali.

Queste ultime, con il passare del tempo, possono comportare l’insorgenza della sindrome del colon irritabile. Tuttavia, questa condizione colpisce anche coloro che si impegnano a evitare gli alimenti contenenti il lattosio. Qual è il motivo? A questo proposito, facciamo chiarezza.

Il legame tra il lattosio e la sindrome del colon irritabile c’è, ma non è l’unico problema

Come avrete capito, esiste effettivamente una correlazione tra la sindrome del colon irritabile e l’assorbimento del lattosio, ma anche i cibi delattosati scatenano problemi similari. Questo è dovuto alle proteine del latte, che possono provocare le medesime problematiche di salute. Quindi, anche evitando gli alimenti contenenti il lattosio, il problema potrebbe non risolversi, continuando a provocare disagi intestinali e le relative conseguenze.

In pratica, anche se è stato scoperto e appurato che esiste un legame tra il lattosio e la sindrome del colon irritabile, tutti i cibi che contengono questa sostanza e/o le proteine del latte sono colpevoli di questa condizione. Perciò, cosa dobbiamo fare per salvaguardare il nostro benessere e la nostra salute? Il primo consiglio degli esperti è quello di non escludere mai completamente i prodotti lattiero caseari dalla propria alimentazione.

Tuttavia, è utile moderare il loro consumo, iniziando a portarli in tavola almeno due volte in una settimana, preparando delle porzioni equilibrate. In questo modo si potrà ripristinare la tolleranza a questi alimenti e prevenire così sia i sintomi dell’intolleranza al lattosio che le conseguenti problematiche che colpiscono il colon.

Cosa fare quando avete già avuto la prova che questo legame esiste

Chi sta già soffrendo di sindrome del colon irritabile, potrebbe prendere in considerazione la semplice dieta che abbiamo appena visto e portarla avanti per circa un mese. In seguito, tutti gli alimenti “incriminati” potranno essere reintrodotti nel proprio piano alimentare, sempre moderatamente e gradualmente. Dopo circa 5-6 mesi, sarà opportuno comunque evitare i prodotti lattiero caseari per almeno un giorno alla settimana.

In conclusione, il legame tra il lattosio e la sindrome del colon irritabile esiste, ma anche quello tra le proteine del latte e questa condizione clinica. Tuttavia, seguendo questa dieta, sarà possibile alleviare e prevenire il problema, nonché i sintomi dell’intolleranza al lattosio. Infine, quando si arriverà al momento in cui questi alimenti si dovranno evitare solo per un giorno alla settimana, si potrà dare all’organismo un po’ di tempo per controllare la reazione infiammatoria.

Non è difficile e non si tratta di un sacrificio, ma bensì di una prevenzione e di un trattamento molto efficace, che potrà aiutare l’organismo sotto diversi punti di vista.

 

Condividi!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *