Tartare di avocado, una fonte incredibile di potassio

Svizzere con tartare di avocado
Stampa

Tartare di avocado, ho chiamato così questa ricetta non a caso. L’avocado, infatti, è un frutto dal profilo nutrizionale talmente ricco, da essere inserito, nelle diete vegetariane, al posto della carne in insalate e panini.

Già, proprio così, l’avocado è un portento della natura per l’alimentazione umana, vi spiego perché. L’avocado è ricco di grassi (caratteristica principale che condivide con la carne) che costituiscono circa tre quarti delle calorie totali di un avocado. La maggior parte di esse sono grassi monoinsaturi che, come sappiamo, sono considerati “grassi buoni”, in grado di ridurre i livelli di colesterolo cattivo nel sangue riducendo il rischio di ictus e malattie cardiache.

Un frutto ricco di potassio

Altra caratteristica che avvicina il profilo nutrizionale di questo frutto a quello della carne è la discreta presenza di proteine, anzi, considerando che stiamo parlano di un frutto, diciamo pure l’ottima concentrazione di proteine. Parliamo di 4 grammi di proteine per avocado, molto di più delle proteine contenute in altri frutti.Una caratteristica, invece, che non accomuna l’avocado a tutti gli altri frutti è la quantità di zucchero contenuto, molto meno di qualsiasi altro frutto (0,2 g).

L’avocado è una fonte incredibile di potassio. Ma anche di vitamina K, vitamina B, vitamina C e vitamina E. Non scordiamo le fibre, un avocado di medie dimensione contiene 11 g di fibra alimentare, quasi la metà della dose minima giornaliera raccomandata.Abbiamo parlato in una puntata de “la salute vien mangiando” di sindrome metabolica, la trasmissione che aiuta a mantenersi in salute attraverso una corretta alimentazione. Cioè, un gruppo di sintomi che, insieme, determinano un aumento del rischio di diabete, ictus, e malattie coronariche.

Bene, vi farà piacere sapere che secondo uno studio, pubblicato sul Journal Nutrition: “il consumo di avocado è associato ad un miglioramento complessivo della qualità della dieta, dell’assunzione di nutrienti, e – di conseguenza – di una riduzione del rischio di sindrome metabolica.”Potete servire la tartare su una polentina di quinoa oppure su una polenta di farro ma sta bene anche con le Svizzere di vitello: un semplice ma sfizioso secondo piatto!

Un’idea per chi ha poco tempo per cucinare: svizzere di vitello

Le svizzere di vitello è secondo la fase di carne molto semplice da preparare e ricco di sostanze nutrienti per il nostro organismo. Questo piatto viene incontro alle esigenze di chi ha poco tempo durante la settimana di lavoro per preparare il proprio pranzo. I tempi di realizzazione di questa ricetta, infatti, sono minimi e si aggirano intorno ai 10-15 minuti. A seconda delle preferenze, si può utilizzare la carne di manzo oppure quella di vitello.

tartare di avocadoTale scelta, ovviamente, inciderà sul prezzo finale che bisognerà corrispondere per l’acquisto di uno dei due alimenti. Malgrado ciò, possiamo affermare senza dubbio che per creare questa ricetta bisogna sostenere costi medio-bassi e che sicuramente sono sopportabili da chiunque. Risulta importante, invece, approfondire l’aspetto riguardante i valori nutrizionali delle nostre svizzere di vitello di cui ci occuperemo nel paragrafo che segue.

Svizzere di vitello: i valori nutrizionali di maggior rilievo

L’ ingrediente principale per preparare le nostre svizzere di vitello è la carne di vitello. Questo alimento, in 100 g, sprigiona all’incirca 258 kcal. Al suo interno troviamo quasi il 60% di proteine, oltre 40% di grassi e una percentuale di carboidrati molto vicino allo zero. Ovviamente, questo alimento ci consente di beneficiare di una serie di sostanze molto importanti per il nostro organismo. La carne di vitello è molto ricca di vitamine che fanno parte del gruppo B. Essa è una fonte importantissima di ferro. A questo si aggiungono altri sali minerali di non secondaria rilevanza, come il fosforo e il rame. La carne aiuta la crescita e il mantenimento del nostro corpo. Ossigena i tessuti e può essere considerato un validissimo alleato contro l’anemia. Tende a favorire la sintesi di enzimi e garantisce un miglioramento delle reazioni del nostro metabolismo. Produce degli effetti favorevoli per il nostro apparato muscolare. Adesso proviamo a scoprire quali sono i valori nutritivi dell’avocado.

L’avocado è un frutto esotico che presenta al proprio interno una moltitudine di antiossidanti. Ne sono un esempio le vitamine A ed E. La loro azione fa sì che ci si possa liberare dai radicali liberi in modo da rallentare il processo di invecchiamento cellulare del nostro organismo. L’avocado genera degli effetti positivi anche sulla nostra pelle ammorbidendola. Le altre vitamine che possiamo riscontrare sono quelle appartenente al gruppo B ( B1, B2, B6) e le vitamine K e PP.

Tra i sali minerali più importanti e possiamo assumere quando mangiamo questo frutto tropicale, ricordiamo zolfo, calcio, fosforo e una piccola percentuale di magnesio. L’avocado presenta anche un buon quantitativo di omega3 che stimola la produzione del colesterolo buono riduce la presenza di questo cattivo nel nostro sangue.

Ingredienti per 4 persone:

  • 4 svizzere di vitello (o manzo),
  • 2 cucchiaio di olio extravergine d’oliva,
  • 1 avocado,
  • 1 limone,
  • sale e pepe q.b.

Preparazione:

Tagliate la polpa dell’avocado a dadini  bagnate con il succo del limone. Spennellate le svizzere con l’olio e mettete a cuocere sulla piastra ben calda. Spolverizza con un pizzico di sale e una presa di pepe.

Appoggiate un coppapasta in un piatto e riempiteli con i dadini di avocado. Premete leggermente, condite la tartare e sfilate gli stampini con delicatezza e decorate con qualche seme di chia o seme di papavero a chi è concesso

CONDIVIDI SU

Nota per celiaci o sensibili al glutine

Nota per celiaci o sensibili al glutine Controllate sempre che gli ingredienti che adoperate per la preparazione delle vostre ricette senza glutine. Devono essere adatti ai celiaci e alle persone sensibili al glutine, percui, verificatene la spiga sbarrata, la presenza sul Prontuario dell’AIC o le indicazioni sull’etichetta del produttore. Noi scriviamo "consentita o consentito" per lasciare libero ogni utente di utilizzare il prodotto della marca che preferisce. Mi raccomando di leggere sempre le etichette

Nota per gli intolleranti al lattosio

Nota per gli intolleranti al lattosio Dalla nota ministeriale: E' stata eliminata la dicitura “delattosato”, in quanto precedentemente associata alla dicitura “dietetico”. Si potrà usare al suo posto la dicitura senza lattosio per i prodotti lattiero caseari e per il latte con contenuto di lattosio inferiore a 0,1 g per 100 g o ml. Noi scriviamo "consentita o consentito" per lasciare libero ogni utente di utilizzare il prodotto della marca che preferisce. Mi raccomando di leggere sempre le etichette


logo_print

TI POTREBBE INTERESSARE

0 commenti su “Tartare di avocado, una fonte incredibile di potassio

  • Mer 8 Apr 2015 | Emanuela ha detto:

    Ho iniziato ad amare l’avocado da pochi anni, e mi ha subito conquistato! Buonissima la tua ricetta, la riproporrò al più presto!

    • Mer 8 Apr 2015 | Tiziana ha detto:

      Emanuela grazie per la visita devo dire che hai buon gusto. L’avocado non è amato da molti ma è un alimento straordinario!!

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>


CON LA COLLABORAZIONE DI

Iscriviti alla newsletter

Iscriviti