Gaufres rivisitati

Tempo di preparazione:

Le gaufre sono cialde dolci a forma di nido d’ape chiamate anche Waffel o Waffle , croccanti fuori e morbide dentro.

Si preparano facendo una pastella a base di farina, latte, uova, zucchero e lievito che viene cotta su una apposita cialdiera rovente, unta con un po’ di burro,  che gli conferisce il caratteristico aspetto goffrato: cioè una superficie a grata.

A seconda del tipo di piastra utilizzata, variano la forma e possono essere quadrati, rettangolari, rotondi, oppure essere a forma di cuore, di fiore ecc… ma la superficie goffrata è la stessa.

Sono molto diffuse in Belgio e in Francia anche se si ritiene che siano originarie nell’antica Grecia dove si preparavano delle cialde chiamate obelias (ὀβελίαςobelías).

Nel Medioevo, quando furono inventati i “ferri” utilizzati dai preti la preparazione  delle ostie, vennero utilizzati anche dalle massaie per la preparazione  dei gaufre.

Durante i secoli la ricetta tradizionale,  che risale alla fine del Quattrocento, evolse arricchendosi di altri ingredienti come le uova, e ancora oggi la dei gaufre è in  continua evoluzione.

Tradizionalmente le gaufre venivano preparate per la festa della Candelora  ( 2  febbraio ), per il Martedì Grasso, ( ultimo giorno di Carnevale ) e in occasione dei matrimoni, come simbolo di felicità e prosperità per gli sposi.

In Italia vengono prodotte, nelle valli piemontesi, dove sono chiamate gofri, e sono preparate con acqua farina e lievito. Sono molto sottili e  croccanti ed hanno la forma circolare o quadrata.

Sono prodotte anche in Abruzzo dove sono chiamate ferratelle o pizzelle ed hanno prevalentemente una forma rettangolare.
Le gaufre sono ottime se gustate calde spolverizzate con zucchero a velo oppure farcite  con marmellata, con frutti di bosco, con panna montata, con crema chantilly, con  cioccolato fuso, con Nutella, con sciroppo d’acero e… chi più ne ha più ne metta!

Ed ora divertitevi a prepararle!!! Quella scritta qui sotto è una prova senza senza senza e adatta anche a chi soffre di questa intolleranza e non vuole farsi mancare nulla… :-)

Ingredienti:

  • 100 gr di farina di riso
  • 200 gr di amido di riso
  • 100 gr di farina senza glutine
  • 33 cl di latte di quinoa
  • 100 gr di burro chiarificato
  • 75 gr di zucchero di canna
  • 2 uova
  • 1 cucchiaino di bicarbonato
  • q.b. sale

Preparazione:

In una terrina sbattete le uova con lo zucchero di canna fino ad ottenere una crema spumosa. Fate sciogliere il burro a bagnomaria.

Setacciate le farine e l’amido. Aggiungete alla crema, il burro e un pizzico di sale, il bicarbonato e il latte.  Preparate le cialde con la piastra apposita

Farcite con  marmellata a piacere, nutella oppure  provateli con l’orange curd

 

Condividi!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *