Farine senza glutine, conoscerle e utilizzarle

farine senza glutine

 




Scarica l'ebook gratuito sulle farine senza glutine di Tiziana Colombo

Inserisci la tua mail per ricevere l'e-book sulle farine per intolleranti al glutine: le nostre ricette in un PDF gratuito adatto a tutti!

Farine senza glutine, un mondo sottovalutato

Molte persone dopo la diagnosi di celiachia o sensibilità al glutine si trovano spiazzate, pensando di trovare valide alternative soltanto nel riso e nel mais. Fortunatamente così non è, l’universo delle farine senza glutine è davvero tutto da scoprire, estremamente ampio e diversificato, inoltre propone alternative valide e utili a soddisfare qualsiasi tipo di bisogno. In questo e-book riscoprirete farine derivanti da cereali e pseudocereali, ma anche da legumi, frutti secchi e piante quasi sconosciute, in grado di fornire valide alternative gluten free da impiegare nella preparazione di panificati, dolci e pasta fresca.

L’e-book raccoglie oltre 30 farine prive di glutine, di cui verranno spiegate le origini, le proprietà e alcune curiosità. Il supporto digitale è stato realizzato come un punto di partenza, una fonte di nuove scoperte che porterà a provare e sperimentare nuovi piatti con farine finora mai utilizzate e anche sconosciute. Ovviamente per essere idonee ad un celiaco, questi tipi di farine dovranno risultare prive di contaminazioni da glutine, pertanto dovranno riportare sulla confezione la dicitura “senza glutine” o il simbolo della spiga barrata.

Di seguito, fornisco una panoramica ulteriore sulle farine senza glutine. Contestualmente, vi invito a scaricare l’ebook completamente gratuito, dove troverete molti “spunti” per arricchire la vostra dieta gluten-free. Vi auguro una buona lettura! Lasciatevi incuriosire e iniziate a sperimentare, perché in cucina non esiste nulla di più bello!

Le farine senza glutine della tradizione europea

E’ sufficiente “guardare in casa” per trovare una vasta scelta di farine senza glutine, che vadano oltre gli inflazionati riso e mais. Per esempio, potreste optare per le già citate farine di legumi. In particolare, quella di lenticchie rosse spicca non solo per il gusto, ma anche e soprattutto per le proprietà antiossidanti (garantite dalle antocianine).

La vostra preferenza, però, potrebbe andare al miglio, al grano saraceno o alle castagne. Si tratta di alimenti che fanno parte della nostra cultura, che rivelano una formidabile fonte di vitamine, sali minerali e fibre anche sotto forma di farina. In particolare la farina di castagne può regalare molte soddisfazioni, sia dal punto di vista organolettico che sotto il profilo nutrizionale. Ricordiamo, infatti, che le castagne sono ricche di acidi oleici, che giovano all’apparato cardiocircolatorio, nonché di fosforo e magnesio.

Fate attenzione ad alcuni alimenti “rustici”, che vengono spacciati per alternativi. Certo, il loro consumo sotto forma di farina non è frequente, ma in realtà contengono glutine. Il riferimento è al farro, all’orzo, alla segale e allo spelta. Non che siano cattivi di sapore o poveri di nutrienti, semplicemente non sono gluten-free.

Le farine senza glutine di tipo “esotico”

Vi è poi un vasto campionario di farine considerate esotiche, principalmente perché gli ingredienti di base provengono da altri continenti. Un tempo era raro trovarle nei nostri supermercati, ad oggi però sono una presenza tutto sommato abituale. Stiamo parlando di alcuni pseudo-cereali, considerati tali in virtù del sapore “cerealicolo”, ma soprattutto per una certa capacità di panificazione, previa trasformazione in farina. Qualche esempio? L’amaranto, la quinoa e la tapioca.

Questi tipi di farine si caratterizzano per una portata proteica davvero eccezionale, che li rende più vicini ai legumi, più che ai cereali veri e propri. Dunque, si configurano come super-alimenti in grado di apportare i nutrienti necessari a un pasto completo. Abbondano anche di sali minerali e di vitamine, oltre che di antiossidanti, che svolgono un fondamentale ruolo di prevenzione. A metà strada tra l’esotico e il tradizionale vi è poi il sorgo, che è un cereale a tutti gli effetti. La sua farina, ampiamente consumata in Asia e in Africa, si caratterizza per una certa abbondanza di fibre e oligoelementi.

 

 

ebook farine senza glutine

CON LA COLLABORAZIONE DI

Iscriviti alla newsletter

Iscriviti