Chef Tano Simonato

Gaetano Simonato, meglio conosciuto come Tano, è il patròn del celebre ristorante “Tano passami l’olio” di Milano, a cui la guida Michelin ha conferito una stella e il Gambero Rosso una forchetta. Insomma, parliamo di altissima gastronomia.

Merito dell’eccellente preparazione professionale e delle incredibili prestazioni culinarie che Gaetano Simonato mette all’opera ogni sera nel suo ristorante.  A lui va il pieno riconoscimento di essere riuscito a combinare con maestria alta cucina e la nostra migliore tradizione gastronomica con e le esigenze di chi vuole mangiare sano.

 Come fa? La sua più grande peculiarità che l’ha reso famoso è l’uso esclusivo dell’olio extravergine d’oliva come condimento per i suoi piatti, esso “dà garanzie di fragranza e d’incontaminazione dei prodotti, sia in cottura che a freddo”, come lo stesso Simonato afferma “convinto che sia la strada giusta per fare della cucina sana e di alto livello” aggiunge.

 

Il risultato è una cucina estremamente leggera e salutare che, tuttavia, non perde, anzi acquista, di gusto e sapore, piatti stellati, magnifici agli occhi e al palato e altamente digeribili. Merito anche dell’attenzione alle cotture che hanno un posto importante nella concezione di cucina dello chef, veloci e mai aggressive, queste sono le caratteristiche principali. E poi, altro concetto fondamentale della dottrina gastronomica di Simonato, è l’uso d’ingredienti di altissima qualità nel massimo rispetto dello loro stagionalità.

 

Ecco, allora, che si può facilmente comprendere il perché il burro è quasi eliminato, mentre la panna non ha mai messo piede nella sua cucina. Lo chef, inoltre, non ama particolarmente il soffritto di qualsiasi tipo, “lo trovo superfluo e superato” afferma Simonato nel sito del suo ristorante, considerato inutile per dare sapore ai piatti; aglio, scalogno e cipolla preferisce usarli in altri modi che non appesantiscono il piatto, conservando così l’integrità degli ingredienti.

 

Lo chef apre il suo ristorante 20 anni fa, il 31 ottobre del 1995, da allora la passione per la cucina cresce insieme alla voglia costante di miglioramento e alla consapevolezza dell’importanza dell’innovazione che risponda al meglio alla richieste e ai cambiamenti che la cucina moderna impone.

 Lo stile del locale non può che essere semplice e caldo, come la sua cucina, niente lusso eccessivo, l’importante è far sentire il cliente a casa propria, in un ambiente dove può sentirsi a proprio agio e gustare rilassato i piatti dello chef. Merito della calda accoglienza va anche alla moglie Nadia, perfetta padrona di casa.

 Oltre alla carta dei vini che comprende ben 350 etichette, in sale è esposta una bacheca che contiene, vista l’importanza che riveste, circa 40 tipi di olio.

Ricette ed altro su questo chef!

I germogli in cucina sono un toccasana molto green

Li troviamo sempre più frequenti nei piatti della cucina d’autore, e se spesso li valutiamo esclusivamente in un’ottica estetica, i germogli apportano un tocco nutrizionale di valore. Dall’oriente all’occidente, in sintonia con la trasversalità di usi e costumi, questi piccoli e teneri ingredienti sono arrivati sia nella cucina del benessere, sia in quella ristorativa, a…

Selecta: leader della ristorazione al servizio degli Chef

Tra grandi ci si intende e se gli chef pretendono materie prime selezionate per le proprie creazioni, Selecta risponde come ha sempre fatto, a iniziare dal 1985, alle richieste dei quattromila protagonisti della migliore ristorazione nazionale e internazionale con le eccellenze gastronomiche da ogni parte del mondo. L’azienda di Rovigo, partner dell’ultima edizione di Masterchef,…

Ristorante “La Giara” e la carne di Fassone Piemontese

Chef chiede, Tiziana Colombo provvede! A Tano Simonato per il suo piatto “Millefoglie di noce di manzo Fassone con cavolo cappuccio rosso, bottarga e riduzione di aceto balsamico”, a menù nella  Cena di gala a favore dell’associazione, è stata offerta una eccellente fornitura dell’ingrediente principale dai titolari del ristorante “La Giara” di Cambiago, Mariangela, Maurizio…

La salute vien mangiando: rivivi tutte le video ricette!

Cari lettori e lettrici di Nonna Paperina, è giunta al termine la trasmissione “La Salute Vien Mangiando”, andata in onda su Odeon TV fino al 23 Febbraio e che ha visto come protagonista assoluta l’alta cucina italiana, il mangiar sano e le intolleranze alimentari. Vi siete persi qualche video ricetta? Non temete! In questo articolo ho raccolto per voi…

Piccione in crosta di nocciole dello chef Gaetano Simonato

Lo chef Gaetano Simonato, patròn del rinomato ristorante “Tano passami l’olio” di Milano, insignito da una stella Michelin e una forchetta Gambero Rosso, è stato lo chef protagonista della terza puntata de “la salute vien mangiando”. Da uno chef stellato ci si aspetta un piatto eccezionale, originale, creativo, insuperabile, così come dalla trasmissione ci si…

Tano Simonato ospite della 3a puntata

Prosegue senza sosta e con tanta soddisfazione “la salute vien mangiando”, il programma tutto dedicato al cibo come fonte e strumento per una vita sana, anche per chi soffre d’intolleranze alimentari. Un’occasione per tutti i telespettatori di apprendere nuove pratiche per mantenersi in forma e in salute a tavola e di imparare nuove e originali…

“Lattosio: L’intolleranza? La cuciniamo!”, un libro utile

A distanza di un anno, esce nelle librerie, dal prossimo 28 ottobre, il secondo libro di Tiziana Colombo dedicato alle intolleranze, “Lattosio: L’intolleranza? La cuciniamo!” che arricchisce la collana La cucina di Tiziana. Anche in questo libro c’è la collaborazione del Prof. Di Fede, direttore sanitario di IMBIO e della drssa Jessica Barbieri, nutrizionista biologa per la…