logo_print

Gogol Mogol, il dessert al miele che piace a tutti

Gogol Mogol
Stampa

Gli ingredienti del Gogol Mogol

Il Gogol Mogol è un dessert tipico non solo della tradizione russa ma, in generale, di quella dell’Europa orientale. Versioni di questa ricetta si trovano anche in Polonia, Repubblica Ceca, Slovacchia e nelle repubbliche baltiche. E’ un dessert dalla storia non antichissima, ma ben radicata nelle abitudini di queste popolazioni. E a ben vedere è un ottimo dessert, che, senza appesantire, soddisfa occhi e palato. Il merito va principalmente a una lista di ingredienti in grado di valorizzare sapori e sentori, e di conferire al dessert una gradevole tonalità. Sostanzialmente il Gogol Mogol è un dessert a base di uova, o per meglio dire di tuorli. Tuttavia, anche la panna e il miele giocano un ruolo importante, se non addirittura fondamentale.

Il sapore unisce il dolce all’acidulo, facendosi apprezzare per una certa corposità e per un retrogusto alcolico. Il dessert, infatti, si fregia della presenza della vodka, ingrediente immancabile in molte preparazioni dolciarie russe. Non si tratta comunque di un dessert molto alcolico, in quanto basta un quarto di decilitro di questo liquore a valorizzare ben 6 porzioni. La versione di Gogol Mogol che vi propongo oggi è leggermente diversa rispetto a quella originale. L’ho elaborata in collaborazione del mio amico Danilo Angè, cuoco esperto anche di cucine estere, non ultima quella russa, e non nuovo a sperimentazioni e reinterpretazioni.

Il ruolo della cannella nel Gogol Mogol

Anche la cannella gioca un ruolo importante nella ricetta del Gogol Mogol. Si tratta di una spezia molto conosciuta, apprezzata e utilizzata nelle tradizioni dolciarie di tutto il mondo. In particolare, è amata per la capacità di dolcificare e aromatizzare allo stesso tempo. Una qualità, questa, che è condivisa da un numero molto ristretto di spezie. Va detto, comunque, che è sempre bene non eccedere nelle dosi, in quanto la cannella ha un sapore molto forte che rischia di coprire tutti gli altri. Non esiste una dose consigliata per il Gogol Mogol, quindi semplicemente vi richiamo alla moderazione da questo punto di vista.

Gogol Mogol

La cannella, inoltre, vanta un valore nutrizionale davvero elevato, a tal punto da sfociare nel terapeutico. Una caratteristica, questa, che è tipica di molte spezie, ma che nella cannella raggiunge la sua massima espressione. Della cannella si apprezza la funzione antinfiammatoria, diuretica e disintossicante. Questa spezia è anche ricca di antiossidanti, sostanze che impattano positivamente sull’apparato cardiocircolatorio e agiscono in funzione anticancro. Nella ricetta del Gogol Mogol la cannella interviene nella fase finale, un attimo prima di servire il dolce. Una volta che il dessert è pronto, infatti, non rimane che spolverare un po’ di cannella e di noce moscata, altra spezia di cui parlerò nel prossimo paragrafo.

Perché abbiamo utilizzato la noce moscata?

L’altra spezia protagonista del Gogol Mogol è la già citata noce moscata. Si tratta di una spezia molto particolare in quanto dotata di un sapore unico e di proprietà molto rare. il riferimento è alle potenzialità allucinogene della noce moscata, infatti è tecnicamente un alimento tossico, ma solo in dosi elevate. In quelle riservate alle preparazioni dolciarie, come in questo caso, non è presente una quantità di sostanza sufficiente a provocare nessun effetto collaterale. Non rimane, quindi, che apprezzarne il sapore e la capacità di conferire alle pietanze più disparate un discreto valore aggiunto.

Anche la noce moscata è una spezia dalle importanti proprietà. In primo luogo può essere considerata un carminativo e un antisettico, in quanto capace di attenuare disturbi quali vomito, nausea e diarrea. Nella medicina popolare la noce moscata è sempre stata considerata un potente afrodisiaco, sebbene dalla comunità scientifica non siano mai giunte evidenze in merito. Per il resto, anche la noce moscata vanta una buona quantità di antiossidanti, dunque possiamo affermare che fa davvero bene alla salute. Anche in questo caso, però, è bene non esagerare con le dosi.

Ecco la ricetta del Gogol Mogol:

Ingredienti per 6 persone:

  • 6 tuorli,
  • 30 gr. di zucchero semolato,
  • 30 gr. di miele di acacia,
  • 1 dl. di panna consentita,
  • ¼ dl. di vodka,
  • q. b. di cannella in polvere,
  • q. b. di noce moscata.

Preparazione:

Per la preparazione del Gogol Mogol iniziate mescolando i tuorli e lo zucchero semolato per circa 10 minuti, o meglio fino ad ottenere un composto cremoso. Poi aggiungete il miele di acacia e la panna a temperatura ambiente.

Infine mescolate nuovamente per pochi minuti e integrate la vodka. Versate il cocktail nelle coppe e date una sventagliata di cannella ed un po’ di noce moscata grattugiata finemente. Il Gogol Mogol è pronto per essere gustato!


Nota per celiaci o sensibili al glutine

Nota per celiaci o sensibili al glutine Controllate sempre che gli ingredienti che adoperate per la preparazione delle vostre ricette senza glutine. Devono essere adatti ai celiaci e alle persone sensibili al glutine, percui, verificatene la spiga sbarrata, la presenza sul Prontuario dell’AIC o le indicazioni sull’etichetta del produttore. Noi scriviamo "consentita o consentito" per lasciare libero ogni utente di utilizzare il prodotto della marca che preferisce. Mi raccomando di leggere sempre le etichette

Nota per gli intolleranti al lattosio

Nota per gli intolleranti al lattosio Dalla nota ministeriale: E' stata eliminata la dicitura “delattosato”, in quanto precedentemente associata alla dicitura “dietetico”. Si potrà usare al suo posto la dicitura senza lattosio per i prodotti lattiero caseari e per il latte con contenuto di lattosio inferiore a 0,1 g per 100 g o ml. Noi scriviamo "consentita o consentito" per lasciare libero ogni utente di utilizzare il prodotto della marca che preferisce. Mi raccomando di leggere sempre le etichette


TI POTREBBE INTERESSARE

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>


CON LA COLLABORAZIONE DI

Iscriviti alla newsletter

Iscriviti