logo_print

Spiedini di bocconcini di melanzane, sostanziosi

Spiedini di bocconcini di melanzane
Stampa

La particolarità degli spiedini di bocconcini di melanzane

Gli spiedini di bocconcini di melanzane sono un’ottima idea per un antipasto sostanzioso e squisito. Si preparano in cinque minuti e offrono tantissimo in termini di impatto visivo (fondamentale per un antipasto) e gusto. Sono realizzati con melanzane perline, una varietà molto particolare, originaria della Sicilia ma poco conosciuta. Si caratterizzano per la forma allungata, per il corpo sottile e per il colore molto acceso. Un’altra caratteristica risiede nella quasi totale assenza di semi, come anche nella polpa poco succosa, che le rende ottime per le preparazioni a base di fritto.

Le melanzane perline, nonostante non siano certamente la varietà più consumata in assoluto, sono abbastanza facili da reperire. Forse non le troverete in tutti i supermercati, ma qualsiasi ortofrutta che si rispetti le mette a disposizione. La melanzana perlina non è l’unica nota positiva di questi spiedini. Si fa infatti apprezzare anche il formaggio, che è afferente a una tipologia particolare. Ne parleremo nel prossimo paragrafo.

Un ingrediente prezioso: Bayerland Edam tedesco senza lattosio

Il vero segreto degli spiedini di bocconcini di melanzane sta nel formaggio. Non un formaggio qualsiasi, bensì l’edam tedesco senza lattosio di Bayernland. L’edam è un formaggio tipico del Tirolo, della Germania e dell’Olanda. Si caratterizza per una pasta chiara e morbida, costellata di buchi piccoli, ma in stile emmenthal. Può essere pesantemente stagionato (più di sei mesi), semi-stagionato (sei mesi), giovane (due o tre mesi).

Bayernland, in questo caso, propone una stagionatura di due mesi. L’edam, in genere, ha una crosta sottile e un’occhiatura poco regolare. Il contenuto di proteine è piuttosto alto, si aggira infatti intorno al 25% (più della carne per intenderci). Anche la presenza di grassi è notevole (si tratta però di “grassi” buoni). Una delle caratteristiche principali del formaggio edam di Bayernland è la totale assenza di lattosio. Questa particolarità dimostra la volontà dell’azienda altoatesina di porsi al fianco del cliente, dunque di rendere i propri prodotti fruibili anche a chi, in linea teorica, non potrebbe consumare formaggi freschi o a brevissima stagionatura.

Sbaglia, però, chi pensa che l’assenza del lattosio sia dovuta a metodi artificiosi, di natura chimica. L’estrazione del lattosio, infatti, avviene secondo metodologie naturali, in ogni caso rispettose della portata organolettica del prodotto. Tutto ciò va a beneficio di chi soffre di intolleranza al lattosio, ma non a danno di chi invece non presenta problemi nell’assorbimento della sostanza, dal momento che questo edam è, per sapore e proprietà nutritive, praticamente indistinguibile dalla versione classica.

Spiedini di bocconcini di melanzane

Perché proprio la farina di mais

La farina di mais sostituisce la farina di grano. E’ una scelta azzeccata per i nostri spiedini di bocconcini di melanzane, in primis perché consente di consumare questi bocconcini anche ai celiaci e a chi soffre di problemi legati all’assorbimento del glutine; la farina di mais, infatti, è priva di questa sostanza. In secondo luogo, questo ingrediente è semplicemente buonissimo, e permette di realizzare una panatura davvero speciale. Dunque, sbaglia chi pensa ad un surrogato della farina di grano, come se ne vedono tanti in giro.

La farina di mais, poi, eccelle sotto il profilo nutrizionale. Contiene dosi elevate di vitamina A, vitamina E, vitamina B1 e B2. Contiene una certa quantità di grassi, è vero, ma si tratta di grassi “buoni”, che non causano alcun danno all’apparato cardiocircolatorio. Importantissimo, inoltre, è il contenuto di proteine, che supera di molto quello della farina di grano. La farina di mais fornisce anche parecchi sali minerali, e in particolare potassio, fosforo, ferro, selenio, zinco, magnesio e calcio.

La farina di mais presenta un colore giallo molto brillante, il quale si mantiene costante durante la frittura. Anzi è responsabile di una panatura davvero dorata, in grado di impreziosire qualsiasi preparazione,  di migliorarne significativamente l’impatto visivo. Lo noterete preparando gli spiedini di bocconcini di melanzane!

Ecco la ricetta degli spiedini di bocconcini di melanzane

Ingredienti per 2-3 persone:

  • 4 melanzane perline
  • 80 gr. di prosciutto cotto
  • 60 gr. di formaggio a fette (Bayernland Edam tedesco senza lattosio)
  • 2 uova
  • 80 gr. di farina di mais
  • q. b. di olio di semi di girasole
  • q. b. di sale

Preparazione:

Per preparare gli spiedini di bocconcini di melanzane iniziate lavando le melanzane, poi asciugatele, rimuovete le estremità, sbucciatele e ricavate delle fette spesse 1 cm. Grigliate, infine, le fette di melanzane. Aiutandovi con un coppapasta, ritagliate dei tondi dal prosciutto cotto e ripetete il procedimento con il formaggio. Adesso componete i bocconcini: su ogni fetta di melanzana, adagiate in quest’ordine una fetta di formaggio, una di prosciutto, un’altra di formaggio e un’altra di melanzane. Poi arrotolate il tutto.

Passate i bocconcini già arrotolati prima nell’uovo sbattuto e poi nella farina. Scaldate l’olio, quando questo raggiunge il punto di ebollizione immergete i bocconcini. Toglieteli dall’olio non appena si dorano e posizionateli sulla carta assorbente. Quando sono ancora caldi, infilate i bocconcini sullo stecco (tre alla volta) e servite.


Nota per celiaci o sensibili al glutine

Nota per celiaci o sensibili al glutine Controllate sempre che gli ingredienti che adoperate per la preparazione delle vostre ricette senza glutine. Devono essere adatti ai celiaci e agli intolleranti al glutine, percui, verificatene la spiga sbarrata, la presenza sul Prontuario dell’AIC o le indicazioni sull’etichetta del produttore.

Nota per gli intolleranti al lattosio

Nota per gli intolleranti al lattosio Dalla nota ministeriale: E' stata eliminata la dicitura “delattosato”, in quanto precedentemente associata alla dicitura “dietetico”. Si potrà usare al suo posto la dicitura senza lattosio per i prodotti lattiero caseari e per il latte con contenuto di lattosio inferiore a 0,1 g per 100 g o ml


12-09-2020
Scritto da: Colombo Tiziana
Nessun Commento. Che ne dici di lasciarci il tuo commento?

TI POTREBBE INTERESSARE

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>


CON LA COLLABORAZIONE DI

Iscriviti alla newsletter

Iscriviti