Il buffet per una festa di laurea a prova di intolleranze

buffet per una festa di laurea

Un buffet per una festa di laurea che stupisca gli invitati

Chi ha detto che gluten-free e lactose-free significano mancanza di gusto? Nell’immaginario collettivo, soprattutto di chi non si è mai avvicinato a questi argomenti, si tende a coltivare questo pregiudizio. In realtà, un regime alimentare privo di glutine e lattosio può essere altrettanto soddisfacente (in termini di gusto) rispetto ad un regime alimentare che invece contiene le sostanze intolleranti. Anche perché sono a disposizione di tutti numerosi alimenti completamente gluten-free e comunque in grado di soddisfare il palato, oltre che eccellere per caratteristiche nutrizionali. E’ con questa consapevolezza che ho stilato per voi un piccolo menù per buffet, da prendere in considerazione magari per una festa di laurea.

Tra poco vi elencherò le portate, rimandando al link con le rispettive ricette, ma vorrei soffermarmi ancora una volta sui criteri che hanno mosso le mie scelte. La volontà di inserire esclusivamente pietanze prive di glutine e lattosio, infatti, non è l’unico elemento che ho preso in considerazione. Le portate di questo piccolo buffet sono anche facili da preparare, alla portata di tutti, salutari per quanto possibile e dall’impatto visivo gradevole. Insomma, sono uno strumento efficace per stupire gli invitati, il tutto in una prospettiva che cerca di coniugare (secondo me riuscendoci alla perfezione) il gusto e il mangiare sano.

Idee per un aperitivo adatto all’occasione

Acqua aromatizzata al sambucoPer iniziare partiamo dall’aperitivo e dalle bevande di accompagnamento. Qui chiaramente non c’entrano né il lattosio né il glutine, ma ho scelto di deviare dall’opzione classica, che vede come protagonisti gli alcolici o le bevande frizzanti. Per l’aperitivo da buffet ho optato per l’acqua aromatizzata ai fiori di sambuco, fiordaliso e melagrana. E’ una bevanda ad infusione da preparare per mezzo del sifone, un dispositivo da cucina che consente di risparmiare svariate ore se il processo di infusione è lungo. E’ una bevanda gradevole, rinfrescante e dall’aroma speciale. Certo gli ingredienti non sono sempre facili da reperire, ma vedrete che ne varrà davvero la pena.

Le portate del buffet per la festa di laurea (o per qualsiasi altra ricorrenza inCrostatina salata con verdure generale) colpiscono in primis per l’impatto visivo, come potete vedere dalla foto. Come primo assaggio ho optato per una crostatina con verdure e crema pasticcera, un antipasto molto particolare in quanto rivisita la classica ricetta della crema pasticciera in modo che possa essere accompagnata ad una pietanza salata. E’ un antipasto, o comunque un assaggio buono, sano e nutriente. A farla da padrone, in questo caso, sono le verdure.

Gli assaggi del buffet per una festa di laurea con i fiocchi

Panzerotti con scarola e oliveCome secondo assaggio ho pensato a un qualcosa di più corposo, ossia i panzerotti con scarola, olive e acciughe. A differenza dei normali panzerotti questi sono cotti al forno, dunque sono molto più leggeri. Ho cercato anche di alleggerire la farcitura, privandola dei latticini, ma senza rinunciare al gusto. Reputo, a questo proposito, che il ripieno di scarola, olive e acciughe formino un buon abbinamento, equilibrato e gustoso al tempo stesso.

La parte salata si conclude con lo stecco di salmone e formaggio fresco. Si Stecco di salmone e formaggiotratta di una preparazione che gioca molto sulla creatività, come potete notare dalla foto. Di fatti, è un secondo le cui sembianze rimandano al classico ghiacciolo. E’ realizzato con delle fette di salmone che racchiudono uno strato di formaggio fresco. Questa ricetta, per quanto sui generis, è però piuttosto semplice da realizzare, basta avere gli ingredienti giusti ed un minino di manualità.

Il dolce perfetto per una festa gluten & lactose-free

Li devi avvisare tutti Tizzy Subito, non aspettare lunediLa festa di laurea si conclude in bellezza con la panna cotta a tre gusti. Si tratta di un dessert dalla resa visiva straordinaria, che si fa apprezzare per un ampio caleidoscopio di colori, che cela una varietà e bontà di sapori raramente riscontrabili in questo genere di preparazioni. Si presenta come un dessert a più strati, i quali vanno preparati e adagiati singolarmente.

Tra la preparazione di uno strato e l’altro è necessario un passaggio in frigorifero, in modo che tali strati si ammorbidiscano e possano accogliere quello successivo, senza mescolarsi.Tra l’altro, questa preparazione si fregia di una scelta degli ingredienti particolare e a tratti coraggiosa. E’ presente il classico cioccolato, ovviamente, come anche la vaniglia. Accanto a questi ingredienti si apprezza l’utilizzo di un ingrediente raro nelle preparazioni da dessert, ossia la curcuma. Si tratta di un’aggiunta che offre molto, non solo in termini di sapore ma che di proprietà nutrizionali.

E per finire in bellezza i dolci!

La panna cotta a tre gusti chiude un buffet che, come avete visto, spicca per originalità, attenzione per l’impiattamento, gusto e impatto sulla salute. E’ testimone di un modo diverso di intendere la cucina priva di glutine e lattosio, un approccio che da un lato punta a normalizzare questo vincolo e dall’altro a “sfruttarlo” per portare avanti idee creative. La necessità di realizzare preparazioni senza glutine e lattosio può essere l’occasione per liberare l’estro in cucina, che è poi il primo passo per stupire i commensali. Ora non mi resta che augurarvi buon divertimento per la vostra festa di laurea!

Torta di laurea


Nota per celiaci o sensibili al glutine

Nota per celiaci o sensibili al glutine Controllate sempre che gli ingredienti che adoperate per la preparazione delle vostre ricette senza glutine. Devono essere adatti ai celiaci e agli intolleranti al glutine, percui, verificatene la spiga sbarrata, la presenza sul Prontuario dell’AIC o le indicazioni sull’etichetta del produttore.

Nota per gli intolleranti al lattosio

Nota per gli intolleranti al lattosio Dalla nota ministeriale: E' stata eliminata la dicitura “delattosato”, in quanto precedentemente associata alla dicitura “dietetico”. Si potrà usare al suo posto la dicitura senza lattosio per i prodotti lattiero caseari e per il latte con contenuto di lattosio inferiore a 0,1 g per 100 g o ml


TI POTREBBE INTERESSARE

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>


CON LA COLLABORAZIONE DI

Iscriviti alla newsletter

Iscriviti