Cake pops di mortadella, un antipastino a lecca lecca

Cake pops di mortadella

Cake pops di mortadella e semi vari, delle piccole opere d’arte

I cake pops di mortadella e semi vari è una ricetta semplice e veloce, una piccola genialata per allietare la festa di compleanno di un bambino, o comunque qualsiasi party dove a partecipare siano anche i più piccoli. Lo potete già notare dalla foto: i cake pops hanno tutta l’aria di essere un lecca lecca, d’altronde si utilizza proprio lo stampo per questo tipo di dolciume. La forma tuttavia può ingannare, i cake pops non sono affatto dei dolciumi. Anzi, tutti i suoi ingredienti sono salati, o si addicono a una preparazione salata.

Il riferimento è in particolare alla mortadella, che dà il nome a questa ricetta. Essa viene frullata insieme agli altri ingredienti (esclusi i semi che vengono impiegati a fine preparazione) ed è posta nello stampo. A differenza di quanto si possa pensare non vi è alcuna cottura, semplicemente lo stampo viene riposto in frigorifero in modo che si indurisca. A quel punto non rimane che infilare le sfere con uno stecchino e passarle tra i semi di lino e di papavero.

Vi consiglio, però, di preparare anche alcune varianti. Queste si differenziano per la presenza di altri aromi o spezie, i quali intervengono ovviamente nella fase finale e sostituiscono i semi di lino e di papavero. Io personalmente vi consiglio la paprika affumicata e la curcuma. Anzi, quest’ultima non solo dona una tonalità arancione brillante alle cake pops, ma offre tanto in termini di gusto e proprietà nutrizionali. Potreste anche non aggiungere alcuna spezia dal momento che già di per sé le cake pops sono dotate di un bel colore rosa.

Cake pops di mortadella

Il segreto delle cake pops di mortadella e semi vari

Il vero segreto, ossia l’arma in più delle cake pops di mortadella e semi vari, non è l’aggiunta finale delle spezie, bensì il mascarpone Accadì di Granarolo. Si tratta di un prodotto di assoluta qualità, realizzato con le migliori materie prime che rendono il prodotto più salutare. Sicuramente è meno grasso, e quindi calorico rispetto alla maggior parte dei mascarponi attualmente in circolazione. Soprattutto è un mascarpone senza lattosio, dunque può essere consumato anche dagli intolleranti a questa sostanza, che – almeno in Italia – sono più di quanto vi possiate immaginare (sono circa un terzo).

Non dovete pensare al processo di eliminazione del lattosio come a un qualcosa di artificioso, chimico o industriale. Anzi, è piuttosto naturale. Semplicemente replica prima del confezionamento la reazione che avviene nello stomaco di chi non soffre di intolleranza, ovvero la scissione del lattosio in glucosio e galattosio. Per farlo è sufficiente sottoporre il latte – da cui si ricava il mascarpone – all’enzima lattasi. Tale esposizione non incide minimamente sul gusto, il mascarpone Accadì è dunque buono quanto i mascarponi “normali”, anzi persino più buono.

Le peculiarità nutrizionali dei semi di lino

I semi di lino rappresentano il tocco finale delle cake pops di mortadella (anche se possono essere utilizzate altre spezie come abbiamo visto). Esse incidono certo sul gusto, ma anche dal punto di vista estetico. Sono allo stesso tempo ingrediente e decorazione. Ma perché proprio i semi di lino? Oltre a essere buoni e incredibilmente aromatici, i semi di lino fanno discretamente bene alla salute. Certamente fanno più bene rispetto alle decorazioni finali per i lecca lecca dolci (a cui questa ricetta si ispira), che sono in genere composte da zuccheri e dai loro derivati.

In particolare i semi di lino contengono tantissimi sali minerali come il fosforo, il rame, il magnesio e il manganese. Forse un po’ a sorpresa, sono anche un’eccellente fonte di proteine, ne contengono infatti il 20% (come la maggior parte delle carni). I semi di lino sono anche ricchi di grassi. Si tratta però di grassi buoni, come gli omega tre, che impattano sull’organismo nei modi più svariati (e sempre in modo positivo). I semi di lino favoriscono la digestione, per quanto non possano essere considerati dei lassativi, e fungono persino da blando antinfiammatorio e da emolliente. Non stupisce, quindi, che siano anche oggetto di produzioni cosmetiche.

Ecco la ricetta delle cake pops di mortadella e semi vari:

Ingredienti:

  • 300 gr. di mortadella;
  • 80 gr. di pan carré consentito;
  • 100 gr. di mascarpone Accadì;
  • 2 cucchiai di semi di papavero e 2 di semi di lino;
  • un cucchiaio di paprika affumicata e uno di curcuma.

Preparazione:

Passate al frullatore il mascarpone, la mortadella e il pan carrè senza crosta. Versate tutto in un sacchetto da pasticceria e con questo riempite gli stampi da cake pops. Conservate gli stampi in frigorifero per un’ora fino a completo indurimento del contenuto. Estraete i cake pops dagli stampi, applicate gli spiedini e passateli uno alla volta nei semi di lino e di papavero. In alternativa, magari per variare, potete passarne alcuni nella curcuma o nella paprika affumicata.


Nota per celiaci o sensibili al glutine

Nota per celiaci o sensibili al glutine Controllate sempre che gli ingredienti che adoperate per la preparazione delle vostre ricette senza glutine. Devono essere adatti ai celiaci e agli intolleranti al glutine, percui, verificatene la spiga sbarrata, la presenza sul Prontuario dell’AIC o le indicazioni sull’etichetta del produttore.

Nota per gli intolleranti al lattosio

Nota per gli intolleranti al lattosio Dalla nota ministeriale: E' stata eliminata la dicitura “delattosato”, in quanto precedentemente associata alla dicitura “dietetico”. Si potrà usare al suo posto la dicitura senza lattosio per i prodotti lattiero caseari e per il latte con contenuto di lattosio inferiore a 0,1 g per 100 g o ml


20-03-2020
Scritto da: Tiziana Colombo
Nessun Commento. Che ne dici di lasciarci il tuo commento?

TI POTREBBE INTERESSARE

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>


CON LA COLLABORAZIONE DI

Iscriviti alla newsletter

Iscriviti