logo_print

Cannelloni con ragù d’oca, variante interessante

Cannelloni con ragù d'oca
Stampa

La differenza tra i cannelloni con ragù d’oca e quelli con ragù classico.

I cannelloni con ragù d’oca, proprio come suggerisce il nome, sono una variante dei classici cannelloni con ragù di manzo e suino. Una variante particolare in quanto utilizza una carne diversa da quella che siamo abituati a consumare. La carne d’oca, per quanto relativamente rara – almeno in Italia – è una carne che vale la pena consumare. Il sapore è caratteristico, e può essere paragonato a quello del tacchino, anche se è molto più corposo. E’ anche una carne poco grassa, dall’apporto calorico abbastanza contenuto. Buono, invece, l’apporto di vitamine (soprattutto del gruppo B) e di sali minerali.

Per il resto, questi cannelloni seguono al cento per cento la tradizione italiana. Sono cannelloni “rossi”, dunque realizzati con il pomodoro. Per definizione, una volta realizzato il ragù, sono molto semplici da preparare. L’unico aspetto cui porre la massima attenzione è la proporzione tra gli ingredienti, e in particolare tra la besciamella e il ragù. Nessuno vi vieta di preparare dei cannelloni particolarmente “carichi” di besciamella, ma vi consiglio comunque di rispettare le dosi, in modo da produrre una pietanza più equilibrata, in cui nessun sapore sovrasta gli altri.

Il segreto dei cannelloni con ragù d’oca

Il vero segreto dei cannelloni con ragù d’oca, però, non è la una carne utilizzata, ma piuttosto gli stessi cannelloni. D’altronde non sono cannelloni qualsiasi, bensì quelli di riso targati Le Celizie. Questa azienda è nota per essere un punto di riferimento per chi cerca alimenti sani e senza glutine. Infatti, il riso – materia prima che qui sostituisce la farina bianca – non contiene affatto questa sostanza. Ne consegue che questi cannelloni con ragù d’oca possono essere consumati anche dai celiaci e da chi soffre di intolleranza alimentare.

Cannelloni con ragù d'oca

I cannelloni di riso Le Celizie dimostrano la capacità dell’azienda di porsi dalla parte del cliente, specie di quelli che soffrono di disturbi dell’assorbimento, nonché la volontà di coniugare il valore dell’accessibilità con quella della buona cucina. Tra l’altro, i cannelloni di riso sono veramente buoni e dal punto di vista della resa non hanno nulla da invidiare ai classici cannelloni realizzati con la farina di grano.

Come fare una perfetta besciamella

La besciamella, utilizzata nei nostri cannelloni con ragù d’oca, è  una preparazione estremamente versatile, che viene impiegata sia per preparazioni dolciarie che per preparazioni salate. E’ un ingrediente fisso di lasagne, pasta al forno e – appunto – cannelloni. Si sposa alla perfezione con la passata di pomodoro, col ragù e persino con il formaggio grattugiato (altro ingrediente che non può mancare in preparazioni di questo tipo). In questo caso potrete sia acquistarla, che prepararla in autonomia. Anche perché è veramente facile!

Per preparare la besciamella dovrete scaldare in un pentolino il latte (fresco e intero). A parte dovrete poi scaldare del burro e aggiungere tutta in una volta la farina, senza smettere di mescolare ma spegnendo il fuoco. Una volta che burro e farina si sono amalgamati riaccendete il fuoco (molto basso) e continuate a mescolare. Infine, aggiungete il latte, mescolate e mettete un po’ di sale. Continuate così per 5 o 6 minuti.

Ecco la ricetta dei cannelloni con ragù d’oca:

Ingredienti per 4 persone:

  • 12 cannelloni di riso Le Celizie;
  • ½ lt. di besciamella consentita.

Per il ripieno:

  • 500 gr. di polpa di oca;
  • 60 gr. di parmigiano reggiano 24 mesi grattugiato;
  • 60 gr. di burro chiarificato;
  • 1 bicchiere di vino rosso;
  • 300 gr. di passata di pomodoro;
  • 1/2 lt. di brodo vegetale;
  • mix per soffritto (cipolla, carota, sedano);
  • 1 mazzetto di erbe aromatiche;
  • 4 cucchiai di olio extravergine d’oliva;
  • q. b. di sale;
  • q. b. di pepe.

Preparazione:

Per la preparazione dei cannelloni con ragù d’oca iniziate a tritare la cipolla, la carota e il sedano, poi soffriggete il tutto in un cucchiaio d’olio extravergine d’oliva. Una volta che il soffritto è pronto, aggiungete la carne e fate rosolare. Aggiungete poi il pomodoro e fate sfumare leggermente, poi aggiungete un po’ di brodo e continuate la cottura affinché il tutto si restringa. Regolate di sale e di pepe, aggiungete un altro po’ di brodo, mescolate e fate cuocere per circa 90 minuti a fiamma medio-bassa. Ricordatevi di mescolare ogni tanto e di aggiungere del brodo, se notate che si sta restringendo troppo.

Nel frattempo preparate la besciamella seguendo le indicazioni sulla confezione (oppure preparatela da soli seguendo la facile ricetta che ho esposto nel paragrafo precedente). Una volta che sono pronti sia il ragù che la besciamella, ungete il fondo di una pirofila con pochi cucchiai di passata di pomodoro, poi riempite i cannelloni con il ragù. Infine, adagiate i cannelloni ripieni nella pirofila formando un primo strato. Versate abbondante besciamella sopra i cannelloni e completate – se lo gradite – con un po’ di passata di pomodoro. Infine sventagliate un bel po’ di formaggio grattugiato. Cuocete i cannelloni al forno (già riscaldato a 180 gradi) per 40 minuti. Servite e buon appetito!


Nota per celiaci o sensibili al glutine

Nota per celiaci o sensibili al glutine Controllate sempre che gli ingredienti che adoperate per la preparazione delle vostre ricette senza glutine. Devono essere adatti ai celiaci e agli intolleranti al glutine, percui, verificatene la spiga sbarrata, la presenza sul Prontuario dell’AIC o le indicazioni sull’etichetta del produttore.

Nota per gli intolleranti al lattosio

Nota per gli intolleranti al lattosio Dalla nota ministeriale: E' stata eliminata la dicitura “delattosato”, in quanto precedentemente associata alla dicitura “dietetico”. Si potrà usare al suo posto la dicitura senza lattosio per i prodotti lattiero caseari e per il latte con contenuto di lattosio inferiore a 0,1 g per 100 g o ml


27-01-2020
Scritto da: Colombo Tiziana
Nessun Commento. Che ne dici di lasciarci il tuo commento?

TI POTREBBE INTERESSARE

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>


CON LA COLLABORAZIONE DI

Iscriviti alla newsletter

Iscriviti