Pasta biscotto al cacao, alternativa al pan di Spagna

Pasta biscotto

Perché la Pasta biscotto al cacao non è una base come le altre?

La pasta biscotto al cacao è una variante del bisquit classico, detto anche pasta arrotolata. A sua volta La pasta biscotto è considerato come un sostituto, o meglio un’alternativa al pan di Spagna. In effetti ha davvero molto in comune con quest’ultimo, per esempio è morbido e leggero. La pasta biscotto viene di solito preparata con una manciata di ingredienti con varianti spesso differenti. Su tutte le sue caratteristiche spicca l’elasticità. La pasta biscotto è così elastica da poter essere arrotolata. Questo cambia le carte in tavola, in quanto può essere utilizzato per le preparazioni più fantasiose, a partire dalla “girella”. Ovviamente l’elasticità non va confusa con la gommosità: la pasta biscotto non è affatto gommosa.

E’ però parecchio versatile, molto più del pan di Spagna, che comunque da questo punto di vista non delude. La pasta biscotto infatti porge il fianco a parecchie variazioni sul tema. Per esempio possono essere sostituiti gli ingredienti, o se ne possono introdurre degli altri. Proprio questa, la pasta biscotto al cacao è la testimonianza più emblematica delle possibile varianti che si possono utilizzare. Infatti, la farina di grano non è sostituita semplicemente da un’altra farina, bensì dal cacao amaro. La presenza del cacao cambia il volto alla preparazione, rendendola molto più gustosa e decisamente aromatica. Inoltre, ne modifica anche la resa visiva dal momento che gli dona un singolare colore scuro.

La pasta biscotto al cacao vi sembra una preparazione insolita? E’ probabile che non l’abbiate mai realizzata, tuttavia non preoccupatevi, infatti è molto semplice da preparare ed alla portata di chi non ha mai preparato in vita sua nemmeno un pan di Spagna. D’altronde sono necessari pochissimi ingredienti, i quali vengono trattati con semplicità. Anzi, l’unica fase un po’ complessa è nello stendere l’impasto che deve essere uniforme e di uno spessore di circa 2 cm. Niente che possa impensierire se ci si mette un po’ di attenzione.

Pasta biscotto

Gli insospettabili pregi del cacao amaro

ll cacao è l’oggetto del desiderio di tutti i golosi, così come lo è per la nostra preparazione del bisquit. O, per meglio dire, la cioccolata, che è il suo principale derivato. In genere, dal momento che vige il detto “se è buono ingrassa”, si tendono ad assegnare al cacao caratteristiche poco edificanti, quasi da alimento dannoso. Niente di più sbagliato, se consumato nelle giuste dosi il cacao è un toccasana per il corpo e per lo spirito. Per esempio, contiene la serotonina e la tiamina, che sono sostanze che agiscono a livello cerebrale e migliorano l’umore. In particolare calmano i disturbi dell’ansia e sono utili contro la depressione.

Il cacao è anche una discreta fonte di sali minerali, e in particolare di calcio, fosforo, zinco e manganese. Stesso discorso per le vitamine, e in particolare la B1, la B2, la B3, la K e la J. Il cacao amaro, inoltre, contiene molti antiossidanti, sostanze che contribuiscono a rallentare l’invecchiamento, contrastano l’azione dei radicali liberi e abbassano il rischio di insorgenza dei tumori. Come tutti sanno, il cacao è un alimento energetico e l’apporto calorico è sostenuto. Per questo motivo, e solo per questo, è bene non esagerare.

Tutte le caratteristiche dello zucchero semolato

Cos’è lo zucchero semolato utilizzato nella nostra variante di bisquit al cacao? In genere si associa allo zucchero lo zucchero bianco e quello di canna. Ebbene, lo zucchero semolato è semplicemente lo zucchero che utilizziamo tutti i giorni nel caffè o in altre bevande. In questo caso, la differenza non risiede tanto in una supposta superiorità nutritiva della variante di canna, come erroneamente si pensa. Da un punto di vista biologico, sono praticamente la stessa cosa. L’unica vera differenza risiede nel grado di raffinazione. Quello di canna è meno raffinato di quello bianco, ciò determina che la variante di canna contiene tracce di melassa, che a sua volta incide sul sapore. In buona sostanza, lo zucchero di canna sa un po’ più di caramello.

A questo punto è solo una questione di gusti, c’è chi apprezza lo zucchero in tutta la sua purezza e chi invece lo apprezza “insaporito”. Ovviamente lo zucchero non è l’unico ingrediente naturalmente dolcificante, ce ne sono tanti altri magari più salutari. Tuttavia, lo zucchero semolato ha una sua ragion d’essere, almeno in questa ricetta: si amalgama meglio degli altri in fase di creazione della meringa, in quanto spiccatamente solubile. Per quanto riguarda le dosi, siamo nella media delle ricette dolciarie di pari dimensioni.

Ecco la ricetta della pasta biscotto al cacao:

Ingredienti:

  • 225 gr. di albume;
  • 225 gr. di zucchero semolato;
  • 150 gr. di tuorlo;
  • 70 gr. di cacao amaro.

Preparazione:

Montate gli albumi fino a ricavare un composto sufficientemente spumoso. Poi versate lo zucchero semolato e continuate a montare fino ad ottenere una meringa compatta. Infine aggiungete gradualmente i tuorli e il cacao amaro. Prendete ora una carta forno, mettetela su una teglia ed adagiateci l’impasto stendendolo per bene fino ad uno spessore di 2 cm. Fate cuocere a 200-220 gradi per qualche minuto. L’impasto risulterà elastico, flessibile e caratterizzato da un inconfondibile aroma di cacao.

Print Friendly, PDF & Email

Nota per celiaci o sensibili al glutine

Controllate sempre che gli ingredienti che adoperate per la preparazione delle vostre ricette siano adatti ai celiaci e alle persone sensibili al glutine. Verificatene la spiga sbarrata, la presenza sul Prontuario dell’AIC o le indicazioni sull’etichetta del produttore.

Nota per gli intolleranti al lattosio

Dalla nota ministeriale: E’ stata eliminata la dicitura “delattosato”, in quanto precedentemente associata alla dicitura “dietetico”. Si potrà usare al suo posto la dicitura senza lattosio per i prodotti lattiero caseari e per il latte con contenuto di lattosio inferiore a 0,1 g per 100 g o ml


16-11-2019
Scritto da: Tiziana Colombo
Nessun Commento. Che ne dici di lasciarci il tuo commento?

TI POTREBBE INTERESSARE

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>


CON LA COLLABORAZIONE DI

Iscriviti alla newsletter

Iscriviti