Lasagne con zucca e spinaci, una gradevole variazione

Lasagne con zucca e spinaci

Lasagne con zucca e spinaci, una combinazione di ingredienti perfetta

Le lasagne con zucca e spinaci sono un’alternativa molto gradevole alle classiche lasagne “rosse”, quelle realizzate con il ragù. A cambiare sono alcuni ingredienti, per quanto il procedimento sia simile: si tratta di alternare strati composti da pasta (le lasagne all’uovo nello specifico), besciamella etc. La protagonista di questa ricetta è ovviamente la zucca. E’ un alimento presente in moltissime ricette della tradizione italiana, apprezzato per la versatilità, il gusto e i valori nutrizionali. Il tutto valorizzato da un apporto calorico molto limitato, pari a 18 kcal per 100 grammi.

La zucca è ricca di fibre, che aiutano la digestione e contribuiscono a risolvere i problemi di stipsi. Contiene anche svariati sali minerali, soprattutto fosforo e calcio. La zucca si difende bene anche per quanto riguarda le vitamine, con esplicito riferimento alla vitamina C. Come tutte le verdure di colore arancione, la zucca è ricca di caroteni, sostanze che stimolano la produzione della preziosa vitamina A. La zucca, poi, è apprezzata per le proprietà diuretiche e calmanti. Si segnala anche una grande concentrazione di cucurbitina, un elemento che previene le patologie dell’apparato urinario. La zucca, poi, considerato anche l’elevato contenuto di acqua (95%), contiene una quantità significativa di proteine (2 grammi ogni 100).

Come fare la besciamella per le nostre lasagne?

Le lasagne con zucca e spinaci ovviamente sono realizzate con la besciamella (altrimenti non potrebbero essere tali). Potete scegliere di acquistare la besciamella al supermercato, in modo da averla a disposizione pronta per l’uso, o di prepararla voi stessi. Io consiglio la seconda alternativa, in primis perché ne trarrete una maggiore soddisfazione, secondariamente perché quella fatta in casa è generalmente più buona.

Lasagne con zucca e spinaci

Come fare la besciamella fatta in casa? La ricetta è davvero semplice e richiede pochi ingredienti: farina, latte, noce moscata, un po’ d’olio e – se la desiderate davvero cremosa – un po’ di ricotta. Certo, è necessario un minimo di manualità dal momento che vi è il rischio che si formino grumi, ma per il resto non si segnalano difficoltà di sorta. Vi consiglio comunque di seguire le indicazioni che suggerisco in questo articolo, pubblicato proprio su Nonnapaperina.it.

Tutti i pregi nutrizionali degli spinaci

Gli spinaci rappresentano una delle tante differenze che intercorrono tra queste lasagne con zucca e quelle classiche. Nell’originale, infatti, questa verdure non figura. E’ comunque un’aggiunta importante, che conferisce gusto e leggerezza alla preparazione. Inoltre, gli spinaci sono elementi salutari, non tanto per il contenuto di ferro (che è presente ma non in dose eccessive come si pensa), quanto per l’eccezionale concentrazione di vitamina C e acido folico.

Quest’ultimo, tra le altre cose, favorisce la produzione di globuli rossi e impatta positivamente sulle funzioni del midollo osseo. Gli spinaci sono ricchi anche di luteina, una sostanza che fa bene alla vista. Infine, come buona parte degli ortaggi “verdi”, gli spinaci contengono molte fibre. Rilevante è anche la quantità di proteine e un contenuto di acqua elevato (90%). Tutto ciò è valorizzato da un apporto calorico molto basso, pari a 31 kcal per 100 grammi.

Ecco la ricetta delle lasagne con zucca e spinaci:

Ingredienti per 4 persone:

  • 250 gr. di lasagne all’uovo consentite;
  • 400 gr. di polpa di zucca;
  • 500 gr. di spinaci;
  • 1 cipolla;
  • 600 gr. di besciamella (vedi ricetta su Nonnapaperina.it);
  • 300 gr. di stracchino;
  • 80 gr. di parmigiano reggiano stagionato;
  • 3 foglioline di salvia;
  • q. b. di sale e di pepe;
  • q. b. di olio extravergine d’oliva.

Preparazione:

Per le lasagne con zucca e spinaci iniziate preparando la besciamella e conservandola al caldo. Occupatevi poi della zucca: togliete la buccia e i semi, poi tagliate la polpa a cubetti da circa 2 centimetri. Riscaldate un po’ di olio in una padella antiaderente e soffriggete leggermente mezza cipolla con alcune foglie di salvia, poi versate la zucca e aggiungete un pizzico di pepe ed un po’ di sale. Cuocete a fuoco lento per 15 minuti circa, coprendo con il coperchio.

Quando la zucca è pronta, frullatene i due terzi, mentre il terzo che rimane mettetelo da parte. Mescolate la purea di zucca appena realizzata con 300 grammi di besciamella. Riscaldate nuovamente un po’ di olio e imbiondite la mezza cipolla rimasta tagliata finemente, poi aggiungete gli spinaci; infine coprite il tutto e cuocete a fuoco lento per 10 minuti circa. Fate raffreddare gli spinaci, poi fateli a pezzi piccoli con il coltello e versateli nei 300 grammi di besciamella rimasti.

Adesso componete le lasagne. Versate sul fondo della pirofila la besciamella alla zucca, adagiate uno strato di pasta, quindi stendete uno strato di spinaci e distribuite un po’ di stracchino. Ripetete l’operazione fino a quando esaurite tutti gli ingredienti. L’ultimo strato, però, copritelo con il parmigiano reggiano. Cuocete al forno per 40 minuti a 180 gradi. Concludete la cottura accendendo il grill e lasciando la lasagna per pochi minuti, in modo che si formi una deliziosa crosticina. Togliete la pirofila dal forno, fatela riposare per qualche minuto e infine servite.


Nota per celiaci o sensibili al glutine

Nota per celiaci o sensibili al glutine Controllate sempre che gli ingredienti che adoperate per la preparazione delle vostre ricette senza glutine. Devono essere adatti ai celiaci e agli intolleranti al glutine, percui, verificatene la spiga sbarrata, la presenza sul Prontuario dell’AIC o le indicazioni sull’etichetta del produttore.

Nota per gli intolleranti al lattosio

Nota per gli intolleranti al lattosio Dalla nota ministeriale: E' stata eliminata la dicitura “delattosato”, in quanto precedentemente associata alla dicitura “dietetico”. Si potrà usare al suo posto la dicitura senza lattosio per i prodotti lattiero caseari e per il latte con contenuto di lattosio inferiore a 0,1 g per 100 g o ml


27-11-2019
Scritto da: Tiziana Colombo
Nessun Commento. Che ne dici di lasciarci il tuo commento?

TI POTREBBE INTERESSARE

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>


CON LA COLLABORAZIONE DI

Iscriviti alla newsletter

Iscriviti