Fusilli al pesto di sedano e cannellini, un primo salutare

Fusilli al pesto di sedano

Fusilli al pesto di sedano e cannellini, un’ottima scelta di ingredienti

I fusilli al pesto di sedano e cannellini sono un primo molto particolare, che gode di tutti gli elementi per essere classificato come nutriente, gustoso e niente affatto pesante. E’ ricco di ingredienti, nessuno dei quali calorico, se si escludono il parmigiano e l’olio (presenze obbligate quando si parla di pesto). E’ nutriente proprio perché realizzato principalmente con verdure e ortaggi, sebbene non manchi una certa dose di carboidrati, garantiti dai fusilli. Infine, è anche bello da vedere, e valorizzato da molte sfumature di verde.

Per quanto riguarda la ricetta, non si segnalano difficoltà di sorta. E’ una ricetta veloce, che dura il tempo di mettere a bollire l’acqua e cuocere la pasta. Anche realizzare il pesto è davvero semplice, e in quanto a procedimento non si differenza poi dagli altri “pesti”. Affronterò questo argomento in un prossimo paragrafo. Per quanto riguarda la pasta, invece, ho optato per i fusilli, che sono la tipologia migliore per un condimento che è sia cremoso che granulare, come quello frutto dell’abbinamento pesto-fagioli. La ricetta di base prevede fusilli “normali”, ma nessuno vi vieta di utilizzare fusilli gluten-free, se volete rendere il piatto accessibile anche a chi soffre di intolleranza al glutine.

Fusilli al pesto di sedano

Tutti i benefici dei fagioli cannellini

I fagioli cannellini, utilizzati per la preparazione dei fusilli al pesto di sedano, sono la tipologia di fagioli più consumata in Italia. Si caratterizzano per il colore bianco candido, che richiama ai fagioli di Spagna. Rispetto a questi ultimi, però, sono molto più piccoli, pur appartenenti alla categoria dei “fagioli di taglia media”. Per esempio, sono più grandi dei borlotti e il loro gusto è particolarmente delicato, tendente al dolce. Per questo motivo vengono utilizzati anche come condimento secondario, soprattutto per i primi a base di pasta (come in questo caso).

Ottimi sono i valori nutrizionali. I fagioli cannellini si caratterizzano, infatti, per un apporto calorico sostenuto (330 kcal per 100 grammi), derivante però non dai grassi, che sono quasi inesistenti, bensì dallo straordinario contenuto di proteine, che rappresentano il 24% del totale. I cannellini, poi, abbondano in quanto a vitamine e sali minerali: contengono le vitamine B1, B2 e B3, nonché dosi più che discrete di calcio, fosforo, ferro e zinco. Sono ricchi anche di pectina e inulina, due sostanze alquanto depurative.

Come fare il pesto di sedano?

Il pesto di sedano, utilizzato nei nostri fusilli, è molto semplice da preparare. Anzi, si prepara esattamente come tutti gli altri pesti. Assomiglia molto al pesto tradizionale, anche perché pure in questo caso è presente il basilico. Ad ogni modo è sufficiente frullare il sedano, il basilico e i pinoli insieme al parmigiano e all’olio, e all’occorrenza aggiungere l’acqua di cottura della pasta per renderlo più cremoso. Il gusto è ricco, ma allo stesso tempo morbido, un po’ più delicato e aromatico rispetto al pesto tradizionale.

E’ un pesto sano e nutriente, anche perché realizzato con il sedano, che è una verdura sottovalutata ma che può dare tanto in termini organolettici e nutrizionali. Tra le tante funzioni che esercita ricordo il contrasto alla ritenzione idrica, la riduzione dei sintomi della gastrite, l’attenuazione del gonfiore addominale, il supporto al processo digestivo e il miglioramento della stipsi (grazie allo straordinario contenuto di fibre).

Ecco la ricetta dei fusilli al pesto di sedano e cannellini:

Ingredienti per 4 persone:

  • 320 gr. di fusilli consentiti;
  • 240 gr. di cannellini;
  • 1 gambo di sedano;
  • qualche foglia di basilico;
  • 2 cucchiai di pinoli;
  • 50 gr. di parmigiano reggiano 24 mesi;
  • 1 spicchio d’aglio;
  • 3 cucchiai di olio extravergine d’oliva;
  • q. b. di sale;
  • q. b. di pepe.

Preparazione:

Per la preparazione dei fusilli al pesto di sedano iniziate mettendo i cannellini nell’acqua e lasciateli in ammollo per circa 12 ore. Successivamente bollite i cannellini per circa 60 minuti, se invece utilizzate la pentola a pressione sono sufficienti 40 minuti. Cuocete la pasta in abbondante acqua solo leggermente salata, seguendo il minutaggio suggerito in confezione (nulla però vi vieta di ridurre il tempo di cottura di un minuto e godere di una pasta al dente). Quando mancano un paio di minuti alla cottura, rosolate leggermente l’aglio in una padella con dell’olio caldo, poi versateci sopra i cannellini e mescolate per circa un minuto.

Attenzione a non bruciare l’aglio, evenienza tutt’altro che improbabile, specie se la fiamma è sostenuta. Nel mentre frullate il basilico, il sedano, il parmigiano reggiano e i pinoli in modo da creare una salsa simile al pesto classico. Se volete renderlo più cremoso, aggiungete un po’ d’olio e un po’ di acqua di cottura della pasta. Scolate i fusilli e fateli saltare in padella insieme ai cannellini e all’aglio. Aggiungete infine il pesto, date una sventagliata di pepe nero e servite il piatto caldo.


Nota per celiaci o sensibili al glutine

Nota per celiaci o sensibili al glutine Controllate sempre che gli ingredienti che adoperate per la preparazione delle vostre ricette senza glutine. Devono essere adatti ai celiaci e agli intolleranti al glutine, percui, verificatene la spiga sbarrata, la presenza sul Prontuario dell’AIC o le indicazioni sull’etichetta del produttore.

Nota per gli intolleranti al lattosio

Nota per gli intolleranti al lattosio Dalla nota ministeriale: E' stata eliminata la dicitura “delattosato”, in quanto precedentemente associata alla dicitura “dietetico”. Si potrà usare al suo posto la dicitura senza lattosio per i prodotti lattiero caseari e per il latte con contenuto di lattosio inferiore a 0,1 g per 100 g o ml


10-09-2019
Scritto da: Tiziana Colombo
Nessun Commento. Che ne dici di lasciarci il tuo commento?

TI POTREBBE INTERESSARE

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>


CON LA COLLABORAZIONE DI

Iscriviti alla newsletter

Iscriviti