Allergie ed intolleranze all’ hennè: l’estate lascia il segno

Tatuaggi temporanei all’hennè e problemi dermatologici

Vi sarà sicuramente capitato nel corso di una vacanza estiva d’imbattervi nei decoratori ambulanti che, con tanto di catalogo immagini al seguito, vi propongono accattivanti tattoo ricavati con l’hennè. Questi tatuaggi, sicuramente belli se tracciati con maestria, promettono d’essere provvisori e di durare fino a due o tre lavaggi.

La loro natura provvisoria e l’illusione che non siano preparati con componenti chimici aggressivi, fanno sì che questi tattoo vengano fatti spesso anche sui bambini. Sempre più episodi di cronaca, tuttavia, hanno portato alla ribalta casi di allergie anche gravi, scatenati proprio da questi tattoo. Quando s’innesta una reazione allergica, il segno lasciato da questi tatuaggi può arrivare ad essere anche perenne e richiedere seri interventi per essere risolto.

Ora, senza sfociare in facili allarmismi, è bene sottolineare che queste reazioni sono rare. Moltissime persone nel mondo si sono sottoposte a questi tattoo senza che il risultato durasse più del tempo previsto e senza alcuna manifestazione allergica.

Tuttavia, nessun ingrediente – nemmeno naturale – può essere considerato del tutto esente dai rischi. In particolare questi tattoo all’hennè si fanno con una tintura ricavata dalla foglia di Lawsonia inermis, essiccata ed usata come colorante per questi composti da tattoo o per le tinture ai capelli. Ad essere causa delle reazioni allergiche è un additivo, utilizzato in affiancamento all’hennè il PPD (parafenilendiamina).

%name Allergie ed intolleranze all’ hennè: l’estate lascia il segno

Irritazioni alla cute, ulcere o infezioni

L’esposizione a sostanze allergizzanti, in concomitanza con sole e salsedine, possono portare a reazioni anche importanti. La stessa tintura per capelli all’hennè può, in alcuni casi, scatenare bruciori ed irritazioni al cuoio capelluto. I tattoo all’hennè, allo stesso modo, possono generare rossori e rilievi in corrispondenza dell’inchiostro che – nei casi più gravi – possono in poco tempo diventare vesciche, ulcere ed infezioni.

Nel caso in cui si notino gli effetti di una reazione d’intolleranza al prodotto utilizzato, occorre rivolgersi a personale medico specializzato così da assumere la terapia farmacologica più indicata al caso. Nel frattempo, può essere di sollievo l’applicazione di acqua fresca ed impacchi umidi.

Una notizia da condividere con tutti

Soprattutto d’estate, lo sappiamo bene, dobbiamo prestare particolare attenzione alla cura della nostra pelle. Per combattere il caldo occorre restare idratati, mangiare tanta frutta, bere smoothie ed applicare le giuste protezioni. Tutte queste accortezze sono entrate più o meno a far parte del sapere comune e della nostra routine. Allo stesso modo, prestare attenzione a cosa applichiamo sul nostro corpo, hennè incluso, è fondamentale per evitare problemi che compromettano la qualità delle nostre vacanze.

Questa notizia va assolutamente comunicata a partenti e amici, tanto più che farlo conviene. Lo sa bene Vodafone, che ti regala fino a 70€ se consigli ai tuoi amici la sottoscrizione di GigaNetwork Fibra. Condividi solo i tuoi scatti migliori e fallo ad una velocità sorprendente! Per questa estate, immortala solo bei ricordi!

sponsorizzato da Vodafone Effetre Monza

Contenuto in collaborazione con Vodafone Effetre Monza
printfriendly pdf button nobg md Allergie ed intolleranze all’ hennè: l’estate lascia il segno

Condividi!

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *