Medaglioni con frittelline di patate: tanti auguri!

Tempo di preparazione:

A Natale riscoprite il piacere di un piatto delizioso: i medaglioni con frittelline di patate

A Natale non solo siamo tutti più buoni ma, al contempo, siamo tutti più creativi, soprattutto in cucina. Se ancora siete combattuti e non sapete cosa preparare il grande giorno, non vi preoccupate, ho un ottimo consiglio per voi. Oggi, infatti, vi presento la ricetta dei medaglioni con frittelline di patate. Prima di dedicarvi alla preparazione in sé, vediamo insieme cosa caratterizza alcuni ingredienti impiegati in questa ricetta.

Grande protagonista, nobile e pregiato, il vitello.

I medaglioni con frittelline di patate prevedono l’utilizzo della carne di vitello. Cosa sappiamo, però, di questo tipo di alimento? Sicuramente che è nobile e pregiato. Inoltre, il vitello ha molteplici proprietà. Trattandosi di una carne magrissima, con un buon contenuto proteico e meno ricca di colesterolo rispetto alle carni dei bovini più adulti, si presta benissimo a diverse elaborazioni in cucina. I tagli del vitello sono simili a quelli del manzo ma di numero inferiore. Infine, si presta a vari tipi di cottura: ad esempio arrosto o stufato. Ricordatevi però che la sua carne, essendo molto tenera, non ha bisogno di una cottura prolungata come, invece, la carne rossa.

Per preparare questa pietanza, ci sono però alcuni elementi importanti da considerare, relativi in particolare alla scelta dell’ingrediente principale. Si tratta di consigli utili che vi serviranno anche in moltissime altre occasioni e ogni volta che vorrete portare in tavola la carne di vitello. Perciò, continuate a leggere e in pochi minuti saprete… proprio tutto quello che avete bisogno di sapere!

I “segreti” per scegliere la migliore carne di vitello

La carne di vitello fa parte della nostra alimentazione: anche se non la mangiamo tutti i giorni, la assaporiamo comunque molto frequentemente. Per questo motivo, è sicuramente ancor più doveroso selezionarla con cura e prestando una notevole attenzione. Un primo strumento di affidabilità rispetto alla scelta della carne è senza dubbio acquistarla da una fonte di cui ci possiamo fidare. Inoltre, ricordate che quando c’è un’alta affluenza di clienti, vuol dire che la merce è fresca!

Un requisito da controllare direttamente di fronte al banco che mostra i pezzi di carne, riguarda la macellazione. I pezzi di carne utili per preparare il filetto al forno, devono seguire i contorni del muscolo e dell’osso; i tagli devono essere netti e con pochi tendini. Le ossa devono essere lisce e senza segni di rottura. L’odore della carne fresca deve essere naturalmente non insistente o cattivo.

La polpa liscia, morbida, consistente ed elastica della carne, indica un’ottima qualità. Se il colore poi presenta una sfumatura rosa-grigiastra, allora il pezzo di carne è decisamente di alta qualità. Il grasso dovrebbe presentarsi liscio e biancastro. Se distribuito uniformemente, è anche questo un indice ulteriore di buona qualità. Dando un’occhiata a questi dettagli, potrete sicuramente portare in tavola un alimento di qualità.

Quali pezzi scegliere?

Ora che sapete come selezionare la carne, dovreste anche sapere quali parti sono le migliori, in particolare per la preparazione di oggi. Vi consiglio pezzi di spessore uniforme per una cottura omogenea, che siano in superficie freschi e umidi. Mi raccomando: non acquistate la carne bagnata o viscida al tatto. Naturalmente, dovete sempre controllare la data di scadenza. I tagli magri durano più a lungo rispetto a quelli grassi.

Le patate, tanta energia per tutti!

Nella ricetta dei medaglioni con frittelline di patate, un altro grande protagonista è rappresentato proprio dalle patate, tuberi derivati dalla specie Solanum tuberosum. Amiche del nostro benessere e sostenitrici della salute del nostro organismo, le patate contengono la vitamina C, che limita i danni causati dai radicali liberi, e il potassio, che le rende un valido alleato contro l’ipertensione.

Non tutti sanno che le patate sono alimenti energetici e disinfiammanti dell’apparato digerente. Inoltre, ricche di carboidrati complessi, sono efficaci per i diabetici. Le patate danno un forte senso di sazietà e perciò aiutano a controllare la fame e a perdere peso. Un ingrediente che non può mancare in cucina, non trovate?!

A questo punto, sapete come agire nella scelta della carne di vitello, per questa volta e per tutti i giorni. Adesso è il momento di preparare la nostra ricetta… mettiamoci al lavoro!

Ed ecco la ricetta dei medaglioni con frittelline di patate

Ingredienti per 4 persone:

  • 1 filetto di vitello
  • q.b. di farina di riso
  • 4 medaglioni di formaggio filante dello stesso diametro della carne, pari a circa 1 cm di altezza
  • q.b. brodo di carne
  • 160 gr di patate cotte in acqua e passate
  • 3 uova
  • 2 cucchiai di olio extravergine d’oliva
  • qualche mora per il decoro
  • q.b. sale e un pizzico di noce moscata

Preparazione

Per preparare i medaglioni con frittelline di patate, occorre per prima cosa ricavare 4 medaglioni dal filetto di vitello. Poi, spolverateli leggermente con sale e farina di riso e soffriggeteli lentamente in un soutè. A cottura ultimata bagnate con poco brodo.

Lessate le patate in acqua fredda per circa 30/40 minuti. Scolate e lasciate intiepidire per poterle sbucciare con faciità.

Sovrapponete a ogni medaglione un pezzo di formaggio e mettete in forno a 160° C per circa 5 minuti.

Versate nello schiacciapatate e raccogliete in una terrina. Aggiungete i tuorli e mescolate con cura. Regolate di sale e profumate con la noce moscata.

Con questo impasto formare dei medaglioni, passateli prima nella farina di riso e poi nell’uovo rimasto dopo averlo sbattuto. Poi rosolatele in un soutè con poco olio.

A rosolatura avvenuta servite una frittella di patata sul piatto e un medaglione. Servite con 3 more ogni piatto

Buon appetito!

 

in collaborazione con Brandani

in collaborazione con Brandani Gift Group

Nota per celiaci o sensibili al glutine

Nota per celiaci o sensibili al glutine

Controllate sempre che gli ingredienti che adoperate per la preparazione delle vostre ricette siano adatti ai celiaci e alle persone sensibili al glutine. Verificatene la spiga sbarrata, la presenza sul Prontuario dell’AIC o le indicazioni sull’etichetta del produttore.

Nota per gli intolleranti al lattosio

Nota per gli intolleranti al lattosio

Dalla nota ministeriale: E’ stata eliminata la dicitura “delattosato”, in quanto precedentemente associata alla dicitura “dietetico”. Si potrà usare al suo posto la dicitura senza lattosio per i prodotti lattiero caseari e per il latte con contenuto di lattosio inferiore a 0,1 g per 100 g o ml

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *