Come usare la colla di pesce in cucina? Ve lo spiego

alternative vegetariane alla colla di pesce
Stampa

Usare la colla di pesce nelle ricette? Non è difficile come sembra!

Molte persone trovano utilissimo usare la usare la colla di pesce, ma anche a cosa serve? Visto che spesso si presenta come un ingrediente che fa un po’ paura, ho deciso di dedicare un post della scuola di cucina proprio a questo particolare prodotto alimentare.

Una volta conosciuto a fondo, non vi darà più preoccupazioni e il suo utilizzo non risveglierà alcun dubbio! Detto ciò, partiamo dal fatto che questa colla viene chiamata anche “gelatina di pesce” o “gelatina in fogli”.

Per capire come usare la colla di pesce, dovreste inoltre sapere che si tratta di un ingrediente naturale, che ci permette di racchiudere ciò che cuciniamo in un “involucro” sottile e trasparente. Utilizzare questo prodotto non significa nascondere la pietanza, ma renderla lucida, ancor più speciale e, in qualche modo, più duratura.

Questo ingrediente può essere usato come addensante per dolci al cucchiaio (budini, creme, semifreddi, etc.) e torte come la cheesecake; e si presenta molto utile per “fermare” le decorazioni di frutta sulla superficie del dessert e per gelatinare pietanze di ogni tipo (a base di carne, pesce e verdure).

cremoso al formaggio con gelatina di mele

Iniziamo a usare la gelatina di pesce

Prima di passare alla pratica e di usare la colla di pesce, dovreste sapere che in passato veniva realizzata essiccando al sole la vescica natatoria di alcune specie di pesci. Attualmente, invece, viene prodotta usando alcune parti del bovino o del maiale.

È reperibile in polvere, sotto forma di spray o di fogli di gelatina trasparente, e viene usata persino per la chiarificazione di alcune bevande e in ambito farmaceutico. Per quanto riguarda le ricette che porterete in tavola, è il caso di considerare che questo ingrediente si rivelerà molto utile per numerose preparazioni.

Vi suggerisco di usare la colla di pesce per i budini, la panna cotta, la bavarese, la cheesecake e per tanti dolci al cucchiaio, in quanto vi consentirà di ottenere sempre la giusta consistenza.

Chiaramente, potrete usarla per la crostata di frutta e per evitare che i vari ingredienti freschi si anneriscano o che la pasta della base venga inumidita troppo dalla crema. La gelatina compatta è ottima per le decorazioni, in quanto può essere tagliata e modellata facilmente.

In forma liquida, invece, è l’ideale per lucidare gli antipasti (ad esempio le tartine): potrete semplicemente spennellarla su di essi!

aspic

Aspic e non solo: è una soluzione versatile e in grado di sprigionare la nostra creatività!

Avete presente quei tortini di gelatina con dentro tanti alimenti diversi? Quelli si chiamano aspic e possono essere preparati sistemando gli ingredienti in uno stampo e ricoprendoli interamente con brodo e colla di pesce. Alla fine della cottura, si potrà rovesciare lo stampo, sformare l’aspic e servire una pietanza sostanziosa e diversa dal solito!

Qualunque sia la vostra idea, potrete usare la colla di pesce mettendo i fogli a mollo per 10 minuti in acqua fredda. Dopodiché, potrete scolarli e strizzarli, per poi mescolarli insieme al liquido indicato nella ricetta che volete preparare (es. brodo).

È importante sciogliere i fogli ad una temperatura non superiore ai 37°. In caso contrario, il prodotto non potrà più gelatinare con successo gli altri alimenti e presenterà molti grumi non facili da eliminare. Si può usare anche il forno a microonde: basteranno 10 secondi alla potenza massima.

Ad ogni modo, in base al prodotto che acquisterete, troverete delle modalità di utilizzo e delle dosi da non sottovalutare. Pertanto, seguite bene le indicazioni e, quando desiderate risparmiare tempo, optate per la gelatina spray, già pronta all’uso.

Non dimenticate che fichi, kiwi e ananas non consentono la gelificazione per via della loro composizione, mentre i frutti che più si prestano all’uso della gelatina sono le fragole, i frutti di bosco, le mele cotogne e l’uva spina.

CONDIVIDI SU
02-11-2018
Scritto da:

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Tiziana Colombo aka Nonnapaperina. Questo spazio nato è per caso 2004 come una sorta di diario che utilizzavo per condividere una passione. Una passione messa a dura prova dalla diagnosi di intolleranza al nichel prima e al glutine e al lattosio poi: una diagnosi inaspettata che mi ha fatto patire mezza vita. La colpa era sempre lo stress. Mi sono sentita completamente persa e in rete le notizie non erano sempre di aiuto. Non mi sono scoraggiata e ho cercato di trovare una soluzione! Dare un’informazione corretta. Mi sono sentita per molto tempo un vero “Don Chisciotte”.

Ma da sola non potevo farcela! Cosi nel 2012 ho fondato l’Ass.Il Mondo delle Intolleranze APS, di cui sono il Presidente in carica. Ad oggi siamo diventati una realtà importante e un punto di riferimento per tantissime persone, chef, aziende e medici. Abbiamo un comitato scientifico formato da professionisti e un gruppo di lavoro attivo e dinamico. Ognuno di noi ha un suo ruolo e tutti gli aspetti vengono vagliati con cura. Vogliamo dare un’informazione corretta e responsabile e siamo a disposizione dei nostri utenti.

Nessun Commento. Che ne dici di lasciarci il tuo commento?
logo_print

TI POTREBBE INTERESSARE

Formaggi vegetali,

Formaggi vegetali, non solo per i vegani

Cosa sono i formaggi vegetali? Per alcuni non dovrebbero essere nemmeno chiamati formaggi, per altri sono invece un’alternativa addirittura preferibile ai formaggi tradizionali. I formaggi...

limone

Il limone, i suoi usi nell’alimentazione e nella...

La storia del limone. Si ritiene che il limone sia originario del sudest asiatico, forse della Malesia. Tutti i frutti di questa famiglia sono probabilmente originari del sudest asiatico,...

melanzane

La melanzana, un ortaggio molto versatile

Le proprietà nutrizionali delle melanzane Oggi vi parlo della melanzana, uno degli ortaggi più apprezzati in assoluto, protagonista di molte ricette, specie se afferenti alla tradizione...

cime di rapa

Le cime di rapa, quali sono le varietà...

Le principali proprietà delle cime di rapa Attorno all’espressione cime di rapa aleggia un po’ di confusione. C’è chi la considera un sinonimo di broccoli, chi crede corrisponda alle foglie...

fave

Le fave, alleate della buona cucina e del...

Le principali caratteristiche delle fave Le fave sono tra i fondamenti della dieta mediterranea. Sono un alimento che arricchisce l’alimentazione europea da millenni, molto apprezzato già...

curry

Tutto sul curry, le differenti varietà e gli...

Una delle spezie più apprezzate in cucina Attorno al curry aleggia un po’ di confusione, infatti alcuni credono che questa spezia coincida con la curcuma, mentre in realtà è solo uno dei tanti...

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Iscriviti alla newsletter settimanale per rimanere aggiornato sulle novità

Iscriviti