Arancia essiccata: un ingrediente sfizioso e salutare

Un frutto antico tra i più coltivati al mondo: ecco l’arancia, essiccata.

Un frutto variegato e dai mille usi, con tante qualità e benefici, salutare e davvero saporito. Parliamo dell’arancia che si presta ad essere consumato in tantissime varianti, ma oggi vogliamo concentrarci sull’arancia essiccata.

Molto usata nel periodo natalizio come componente degli addobbi realizzati home made, è soprattutto nella quotidianità che apporta il suo grande contributo.

L’arancia essiccata può essere fatta direttamente in casa ma anche comprata, disidratata nelle versioni già confezionate. In sostanza questo frutto, dalle origini antichissime e tra i più coltivati al mondo perché si adatta bene a climi diversi, originario della Cina e dell’Asia minore, è arrivato in Italia e precisamente in Sicilia grazie agli Arabi.

E da lì in poi è storia di tutti i giorni. L’arancia disidratata viene privata dell’acqua ma non perde le proprietà sia nutritive che benefiche. Un toccasana per l’alimentazione quotidiana facile da portare dietro per chi è sempre in giro.

Un condensato di vitamine benefiche

L’arancia disidratata è un’importante fonte di vitamine per il nostro corpo, non solo C ma anche A, che con il processo di essiccazione non scompaiono affatto ma si mantengono intatte. Sono delle ottime alleate per rafforzare il sistema immunitario, le ossa ed i denti, ma anche le cartilagini, i tendini ed i legamenti.

Un vero condensato di vitalità e forza, l’arancia essiccata riduce, infatti, stanchezza e fatica. Le vitamine hanno, inoltre, proprietà antiossidanti importanti per il tessuto connettivo e contribuiscono al buon funzionamento del sistema nervoso e immunitario.

Arancia essiccata

Ma l’arancia essiccata non è solo vitamine. Contiene anche fibre solubili, zuccheri e minerali oltre che di antiossidanti naturali.

È molto ricca anche di potassio, un minerale importantissimo per la salute del nostro corpo, regolatore della pressione sanguigna e dello scambio idro-salino a livello cellulare, essenziale anche per il buon funzionamento cardiaco e della trasmissione nervosa.

A tutto questo si unisce il basso contenuto di grassi saturi e di sodio presenti nell’arancia essiccata che aiuta a mantenere stabile il colesterolo nel sangue e la pressione sanguigna.

Lavate molto bene le arance e tagliate a fette sottili di circa 3 -4 mm.. Le estremità vanno scartate. Adagiate su di un foglio di carta assorbente per togliere un po’ di succo.

Adagiatele su di una teglia ricoperta da carta da forno e fate essiccare in forno a 90 gradi per circa 4 ore. A metà cottura rigiratele. Lasciate lo sportello del forno leggermente socchiuso per far uscire il vapore.

Trascorso il tempo spegnete il forno ma non toccate le arance. Lasciatele raffreddare per qualche ora e il giorno successivo riprendete la cottura per altre 2 ore. Passata la prima ora rigiratele.

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *