Crespelle o Crepes: consigli per impasto e cottura  

Per ottimi risultati ecco i consigli per impasto e cottura delle crespelle.

I consigli per impasto e cottura sono, nel caso delle crespelle, importanti come non mai. Alla semplicità degli ingredienti utilizzati fa capo una certa abilità nel dosaggio degli stessi ma soprattutto della lavorazione, visto che devono essere amalgamati tra loro ad hoc fino a raggiungere una consistenza quanto più possibile ideale, cremosa, né troppo liquida né troppo solida.

Per prima cosa bisogna procurarsi una capiente ciotola in cui rompervi le uova, che vanno sbattute con una frusta vigorosamente fino ad aggiungere a filo e molto lentamente il latte. È poi necessario mescolare con cura fin quando il composto; sarà ben omogeneo solo allora si dovrà aggiungere la farina setacciandola. Il consiglio per un buon impasto è quello di aggiungere la farina gradatamente, un cucchiaio alla volta, ciò al fine di evitare la possibile formazione di grumi.

Piccoli trucchi non sempre rivelati

Sebbene non vi sia lievito al suo interno, è preferibile far riposare in frigo l’impasto con la pellicola trasparente per almeno 30 minuti. A seguire, scaldata una padella antiaderente sul fuoco con un pezzetto piccolo di burro, l’impasto andrà versato sopra, un mestolo alla volta. Di consigli impasto e cottura ve ne sono tanti in giro, tuttavia quello base più semplice è quello di girare la padella in senso orario, fino a cottura ultimata.

Seguire questi consigli in fase di preparazione delle crespelle ci permette di ottenere risultati base ottimali, anche se in aggiunta sarà possibile seguirne tanti altri che riguardano la preparazione del ripieno, ad esempio, o la decorazione utile a garantire una presentazione perfetta, ideale in tutti i casi in cui vi siano invitati. Importante è anche considerare una eventuale versione per chi soffre di intolleranze alimentari.

Lievito sì o no per impasto e cottura?

Ecco un lecito interrogativo: nella preparazione base dell’impasto è da prevedere o meno anche l’utilizzo del lievito? Aggiungendolo il risultato finale è una crespella sicuramente più gonfia e soffice, ma giova precisare che trattasi di una variante certamente non classica, ma consigliabile, perché pur non contemplata nella versione tradizionale può riscuotere però un enorme successo.

I nostri consigli impasto e cottura sarebbero tanti. Ad esempio, possiamo suggerire l’utilizzo di zucchine e melanzane per i vegani, di mortadella e filante per chi non ha problemi di linea. Golosissima la versione con besciamella e funghi champignon ma anche con ricotta e spinaci. Per la versione dolce consigliamo l’uso di ingredienti come vaniglia e lime, ad esempio, o per gli amanti dell’insolito, la confettura di peperoncino o di cipolle.

in collaborazione con Brandani

in collaborazione con Brandani Gift Group
Print Friendly, PDF & Email

Ti è piaciuto questo post?

Clicca sulle stelle per votare!

Nessun voto, sii il primo a votare!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *