Tacchino allo zenzero: un mix di gusto e salute nel vostro piatto

Tempo di preparazione:

Tacchino allo zenzero: un tocco di classe alla vostra cucina

Una delle ricette da provare è sicuramente quella del tacchino allo zenzero, un secondo unico nel suo genere, molto semplice e veloce da preparare. Lo zenzero ha un sapore molto particolare e per questo c’è chi ne va letteralmente pazzo. Chi lo ama può giocare con il suo sapore e inserirlo in tantissimi piatti. Pertanto, se fate parte di coloro che apprezzando questa radice piena di potenzialità, il consiglio è di preparare e gustare questo fantastico piatto.

Grazie a questa ricetta ipocalorica, potrete avvalervi di una buona quantità di energia e di nutrienti utili al vostro organismo, ma godrete anche di tantissimi altri benefici per la salute. Dalle caratteristiche della carne di tacchino fino ad arrivare alle magnifiche proprietà dello zenzero: ecco tante informazioni da non sottovalutare e tutte le modalità di preparazione che vi aiuteranno a portare in tavola questo piatto.

Ecco perché scegliere il tacchino

La carne di tacchino è una delle carni più magre che abbiamo a disposizione e, per questo, viene inserita anche nelle diete dimagranti. Nonostante questo, si rivela comunque un’ottima fonte di energia, soprattutto modo per il suo elevato contenuto di proteine, sostanze molto importanti per il nostro organismo, in particolare per quanto riguarda lo sviluppo muscolare.

Oltre a questo, è utile sapere che il tacchino è ricco di minerali, come ferro, zinco e selenio. Questo lo rende un alimento ottimo per le donne in gravidanza e per coloro che soffrono di anemia, e un alleato perfetto anche per tutti gli altri, in quanto queste sostanze favoriscono la salute del cervello e del sistema endocrino. Il tacchino vanta anche di alti livelli di vitamine del gruppo B, e in particolare della B-12, utile per stimolare la produzione di emoglobina.

È importante sapere anche che, essendo una carne che contiene molte proteine e pochi grassi, il suo consumo comporta un aumento del senso di sazietà e aiuta il corpo a regolarizzare i livelli di insulina. Queste caratteristiche nutrizionali rendono il tacchino anche un alimento facilmente digeribile e ideale persino per coloro che soffrono frequentemente di problemi digestivi.

Le potenzialità dello zenzero

In questa ricetta, tutte le potenzialità e le peculiarità del tacchino, vengono valorizzate e amplificate grazie allo zenzero, una radice che vanta di tantissime qualità. A questo proposito, dovreste sapere che lo zenzero è una pianta perenne dalle origini asiatiche, dalla quale viene estratta la radice che utilizziamo nelle cucine di tutto il mondo.

Potrete trovare questa spezia direttamente in polvere, ma ovviamente potrete ricavare il massimo dei benefici solamente dalla radice fresca, che potrete reperire tranquillamente al supermercato o in qualunque negozio specializzato nella vendita di prodotti naturali. Utilizzando lo zenzero molto più spesso, potrete certamente accorgervi delle sue innumerevoli potenzialità.

Infatti, è stato confermato che questa pianta aromatica e curativa è un potente analgesico naturale capace di alleviare la tosse, il raffreddore e il mal di gola, liberando le vie respiratorie. Inoltre, aiuta a disintossicare il corpo dalle tossine ed è in grado di calmare i dolori mestruali e il mal di testa, di alleviare la nausea, migliorare la digestione, distendere i muscoli e molto altro.

Pertanto, possiamo concludere dicendo che è davvero una “super-spezia” e un toccasana per la nostra salute. Ma andiamo a scoprire come gustarla nella ricetta del tacchino allo zenzero.

Ingredienti per 4 persone

  • 600 g di petto di tacchino a fette;
  • 100 g di zenzero fresco;
  • 2 bicchieri di succo di mela;
  • Il succo di un limone bio;
  • 1 scalogno;
  • 1 ciuffo di coriandolo tritato;

Preparazione

Per preparare questo secondo di terra, dovrete innanzitutto mettere a marinare la carne con il succo di mela mescolato insieme al succo di limone e lasciarla riposare in frigorifero per circa un paio d’ore. Dopodiché, potrete procedere cuocendo le fette di tacchino in un soffritto di scalogno e zenzero. Infine, spolverizzate con il coriandolo e servite il vostro piatto accompagnato da un contorno a piacere. Il risultato sarà ottimo e il vostro organismo vi ringrazierà!

Nota per celiaci o sensibili al glutine

Nota per celiaci o sensibili al glutine

Controllate sempre che gli ingredienti che adoperate per la preparazione delle vostre ricette siano adatti ai celiaci e alle persone sensibili al glutine. Verificatene la spiga sbarrata, la presenza sul Prontuario dell’AIC o le indicazioni sull’etichetta del produttore.

Nota per gli intolleranti al lattosio

Nota per gli intolleranti al lattosio

Dalla nota ministeriale: E’ stata eliminata la dicitura “delattosato”, in quanto precedentemente associata alla dicitura “dietetico”. Si potrà usare al suo posto la dicitura senza lattosio per i prodotti lattiero caseari e per il latte con contenuto di lattosio inferiore a 0,1 g per 100 g o ml

Nota per l’intolleranza al nichel

Nota per l’intolleranza al nichel

Sia che sei intollerante al nichel alimentare, allergico al nichel da contatto (DAC) o che ti è stata diagnosticata La SNAS non esiste una cura definitiva e non esiste un modo per eliminare questo metallo dalla vita di una persona. Per alleviare i sintomi è necessario seguire una dieta a rotazione a basso contenuto di Nichel e osservare tutte le regole relative a cosmetici, detersivi, pentole e stoviglie, abbigliamento idoneo etc.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *