Sugo di trota: il sapore unico del pesce d’acqua dolce

Tradizioni e sapori col sugo di trota

Nella tradizione della Val d’Aosta la trota è un ingrediente ricorrente ed utilizzato spessissimo in primi o secondi come questo nostro delizioso sugo di trota. La ragione è ovviamente legata alla reperibilità di questo pesce che in quelle zone del nord Italia, soprattutto nelle valli, è particolarmente presente. Fiumi, laghi, torrenti ma anche bacini artificiali, sono i luoghi prediletti per la pesca di queste trote, pesci d’acqua dolce saporitissimi ed utilissimi in cucina.

La trota può essere salmonata oppure no, in ogni caso non è affatto fondato il pregiudizio che i pesci d’acqua dolce non siano “buoni” da mangiare come quelli cresciuti e pescati in mare. Seguendo le giuste ricette e le sagge indicazioni date dalle tradizioni, possiamo riprodurre sapori intensi e meravigliosi, proprio come quelli gustati nelle trattorie locali.

Un profumatissimo e nutriente sugo di trota

Assieme al salmone, la trota è uno dei pesci più utilizzati nella cucina italica. Per questo sugo di trota abbiamo, infatti, scelto un ingrediente dalle straordinarie proprietà nutrizionali. La trota offre carni poco grasse e poco energizzanti ma molto proteiche. Lo scarso contenuto di colesterolo, rende la trota ideale in caso d’ipercolesterolemia ed analoghe patologie e disfunzioni metaboliche. Le sostanze contenute nella trota favoriscono inoltre la riduzione dell’ipertensione e dell’ipertrigliceridemia. Essendo un pesce d’acqua dolce, è piuttosto scarso l’apporto di sodio e proprio per questo il suo consumo è consigliato nei soggetti con pressione arteriosa alta.

sugo di trota

La trota contiene moltissimo ferro e potassio e per questo si rivela utile nella cura dell’anemia e nella dieta degli sportivi. Tiamina e niacina sono inoltre le vitamine maggiormente presenti, entrambe utilissime per la salute generale del nostro organismo. Non vi sembrano già questi ottimi motivi per provare la trota? Aggiungete a tutto questo un sapore ed un profumo intensissimi ed inebrianti al momento della cottura.

Un sugo sempre pronto per l’occasione

Avere una bella trota fresca, appena pescata, è certamente la materia prima ideale per preparare questo sugo di trota. Tuttavia non è sempre possibile disporre di pesce fresco, soprattutto abitando lontano dalle zone di pesca tipiche per la trota.

Dobbiamo per questo rinunciare al piacere di un buon sugo di trota, pronto all’occasione? Assolutamente no! Vi suggeriamo un trucchetto, semplice ma efficace. Quando preparate questo sugo, abbondate tranquillamente con le dosi! Gli eventuali avanzi potranno essere conservati in dispensa o meglio ancora surgelati.

Ed ecco la ricetta del sugo di trota:

Ingredienti:

  • 300 gr. di filetti di trota
  • 250 gr. di pomodorini
  • 1 spicchio d’aglio
  • una manciata di fior di capperi
  • 1 rametto di timo fresco
  • 3 cucchiai di olio extra vergine d’oliva
  • q. b. di sale
  • Preparazione:

    Pulite uno spicchio d’aglio e lo scalogno, tagliateli poi a fettine sottili. Lavate il rametto di timo e tamponatelo con un panno per asciugarlo. Scottate i pomodorini per qualche minuto in acqua bollente, poi lasciateli raffreddare e tagliateli a cubetti.

    Tagliate i filetti di trota a cubetti. Dissalate i capperi e lavateli accuratamente. Saltate assieme gli ingredienti in padella per qualche minuto così da insaporire e completare la cottura. Potrete servire tutto così, oppure abbinare il sugo a della pasta fresca.

    Nota per celiaci o sensibili al glutine

    Controllate sempre che gli ingredienti che adoperate per la preparazione delle vostre ricette siano adatti ai celiaci e alle persone sensibili al glutine. Verificatene la spiga sbarrata, la presenza sul Prontuario dell’AIC o le indicazioni sull’etichetta del produttore.

    Nota per gli intolleranti al lattosio

    Dalla nota ministeriale: E’ stata eliminata la dicitura “delattosato”, in quanto precedentemente associata alla dicitura “dietetico”. Si potrà usare al suo posto la dicitura senza lattosio per i prodotti lattiero caseari e per il latte con contenuto di lattosio inferiore a 0,1 g per 100 g o ml

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *