Quali sono gli errori da non fare con il branzino?

Tempo di preparazione:

Il branzino: errori da non fare e tanti consigli interessanti

Tutti conosciamo il branzino anche perché, tra l’altro, è un pesce molto buono e versatile. Lo possiamo cucinare in tanti modi diversi e combinarlo con differenti tipi di contorni. Tuttavia, quando si tratta di scelta, pulizia e cottura, sono numerosi gli errori da non fare con il branzino, e conoscerli è sicuramente un buon punto d’inizio al fine di migliorarsi e di imparare a destreggiarsi tra i fornelli portando sempre dei piatti impeccabili a tavola.

Ovviamente, quando si compra congelato oppure già pulito ed eviscerato, basta cucinarlo al meglio e gli sbagli in cui è possibile incappare sono veramente pochi, soprattutto se si segue una ricetta passo dopo passo. I problemi principali si possono riscontrare in particolare quando compriamo un prodotto fresco o appena pescato, e ancora da eviscerare. Ma alla fine è proprio in quel caso che possiamo preparare delle pietanze davvero prelibate! Perciò, conoscere quali sono gli errori da non fare con il branzino è importante! Cominciamo!

Acquistiamo il prodotto giusto e puliamolo come si deve!

Ricordandovi che in alcune regioni ve lo presenteranno con il nome di “spigola”, la prima cosa da fare è acquistare un prodotto fresco e di qualità. Non controllare ciò che si acquista è uno degli errori da non fare con il branzino. È infatti opportuno osservarlo… Ha l’occhio vivido e sporgente? La sua pelle è dorata? Il suo corpo è sodo e compatto? Se avete risposto affermativamente a tutte le domande, state acquistando il pesce giusto, ma non dimenticate di controllarne la provenienza: anch’essa può rivelarsi sinonimo di minore o maggiore qualità.

Il pesce pescato è spesso migliore di quello proveniente dagli allevamenti, in quanto l’alimentazione può cambiare le cose sia in termini di genuinità che per quanto riguarda la consistenza e il sapore delle carni. Inoltre, diffidate dei prezzi troppo bassi. Tra gli altri errori da non fare con il branzino troviamo certamente la mancata o l’inaccurata pulizia ed eviscerazione: questo potrebbe intaccare la gustosità del piatto finale. Pertanto, vi suggerisco di seguire i miei consigli sulla pulizia della spigola o di comprarla già pulita e pronta per la cottura.

Altri errori da non fare con il branzino

Non dimenticate che il pesce fresco non può essere conservato per troppo tempo, a meno che non decidiate di congelarlo. Tuttavia, anche in quest’ultimo caso, aspettare tanto per cuocerlo significa perdere gran parte delle sue caratteristiche organolettiche originali. Un altro degli errori da non fare con il branzino è cuocerlo troppo a lungo: in ogni eventualità, è necessario seguire delle specifiche modalità di preparazione. Questo vi eviterà di portare in tavola un alimento cotto in modo non uniforme o dalla consistenza troppo secca.

Sbagli a parte, considerate sempre che le migliori modalità di cottura sono quelle al forno, alla griglia e al vapore: grazie ad esse, potrete conservare al meglio gli omega 3 e i tanti altri nutrienti che ci propone la spigola. Ora che sapete quali sono gli errori da non fare con il branzino… non vi resta che cucinarlo!!

Condividi!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *