Fagiolina del Trasimeno: il legume antico, delicato e dolce da riscoprire in tavola

Tempo di preparazione:

Conosciamo meglio caratteristiche e proprietà della fagiolina del trasimeno

La fagiolina del trasimeno è un prodotto tipico della zona del Lago Trasimeno in Umbria. La sua forma piccola e allungata color crema le conferisce un aspetto davvero curioso. Ma non è ovviamente solo l’impatto visivo a renderla appetibile: quello che davvero ne fa un legume da scegliere tra tanti è il suo carico di validi nutrienti che l’ha resa uno degli ingredienti più coltivati e consumati nel dopoguerra, proprio per via del suo alto apporto proteico. La quantità di proteine in questi piccoli legumi supera infatti fino al 15% quella dei fagioli.

Con questi piccoli legumi possono essere preparati piatti semplici, apparentemente poveri, ma che stanno rivivendo oggi un grande successo, proprio per via del rinnovato interesse per quello che mangiamo e per l’apporto di nutrienti che fanno bene alla salute e, perché no, anche alla linea.

Primi piatti a base di pasta e legumi, oggi apprezzati perché consentono di fungere da pasto completo al posto di un indigesto panino, sono tra i piatti “top” come tra questi la pasta e fagioli.

Cosa rende speciale questi rari e piccoli legumi

La coltivazione d questo legume è una realtà produttiva di dimensioni molto ridotte. Chi avrà la fortuna di avere tra le mani un sacchetto di fagiolina del Trasimeno potrà sperimentare un gusto originale, molto particolare e differente da quelli più comuni, che si distingue in termini di delicatezza e dolcezza. La loro buccia risulta molto sottile e per questo digeribile. Questa caratteristica ne fa una bontà particolarmente piacevole al palato preferita ai più tradizionali fagioli.

fagiolina del trasimeno ver 683x1024 Fagiolina del Trasimeno: il legume antico, delicato e dolce da riscoprire in tavola

Sono proprio queste caratteristiche, unite alle modeste dimensioni di questi legumi, a renderne semplice e veloce la preparazione e, nonostante la cottura che richieda però l’ammollo, questo è più breve rispetto a quella prevista per gli altri legumi, per un risultato più rapido e al tempo stesso più morbido e delicato. Le preparazioni che possono essere realizzate con questi superfood dal grande valore nutritivo sono infinite. Possono essere seguite le stesse ricette che prevedono l’impiego degli altri legumi, tra tutte quella ad esempio delle lenticchie e zucchine aromatizzate.

Perché è così rara e preziosa la fagiolina del Trasimeno

La pasta e legumi è uno dei primi piatti più rappresentativi della cucina tradizionale. L’abbinamento con la fagiolina del Trasimeno la rappresenta degnamente. Questo piccolo legume cresce solo in Umbria, nelle vicinanze del Lago Trasimeno. Per tale ragione può esser a buon diritto considerato un vero diamante della nostra tradizione culinaria nazionale, delizia tutta made in Italy da noi giustamente custodita gelosamente.

È doveroso sapere che la fagiolina del Trasimeno è stata inserita nei Presidi Slow Food: da allora i produttori della zona hanno dato vita al “Consorzio Fagiolina del Trasimeno” al fine di tutelarne al sua originalità tramite un’attiva vigilanza sulla produzione e sul commercio del prodotto. Lo scopo è quello di preservarne la qualità nei confronti del consumatore finale, nel totale rispetto del Disciplinare di Produzione che regola la coltivazione e la vendita di un prodotto così semplice e raro.

printfriendly pdf button nobg md Fagiolina del Trasimeno: il legume antico, delicato e dolce da riscoprire in tavola

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *