Mangiamo formaggio! Oggi anche stagionato con basso contenuto di sale

Chi vuole seguire una dieta equilibrata sa che deve controllare il consumo di sale. Ormai sul mercato esistono molti prodotti con un contenuto ridotto di questa sostanza, ad esempio i salumi. Ultimamente, inoltre, diverse marche presentano un formaggio stagionato con basso contenuto di sale, come nel caso dello Spicchio Oggi Puoi di Granarolo, con un 30% di sale in meno rispetto alla media.

Il sale è un elemento prezioso che, nel corso della storia, ha permesso non solo di dare maggior sapore ai cibi ma anche di conservare molti alimenti, come salumi e pesce, e, di conseguenza, di permettere la loro diffusione. Il formaggio, senza dubbio, sarebbe un prodotto che non potrebbe esistere senza l’utilizzo del sale. Nonostante ciò, bisogna far attenzione al suo consumo. Perché? Quali sono i rischi?

Meno sodio e più salute

Un consumo eccessivo di sale, a causa del contenuto di sodio, non fa bene alla salute. Ciò non vuol dire assolutamente eliminare completamente questo ingrediente dalla propria dieta ma semplicemente fare maggiore attenzione a ciò che si mangia. Molti prodotti industriali, infatti, contengono grandi quantità di sale nascosto, per questo è indispensabile sempre controllare le etichette dei prodotti trasformati e già pronti.

Gli effetti di un consumo eccessivo di sale sulla nostra salute sono diversi. Oltre all’aumento della pressione arteriosa, infatti, può incrementare il rischio di soffrire di ictus, infarti o anche calcoli renali. Devono far attenzione tutti ma in particolare tutte quelle persone che soffrono di ipertensione. Un grande aiuto proviene dai prodotti con contenuto ridotto di sale, come nel caso del formaggio stagionato con basso contenuto di sale.

La versatilità del formaggio

Non è facile eliminare completamente il formaggio dalla nostra dieta, ma, in generale, non è necessario privarsene. Un consumo minore o l’utilizzo di formaggi con un basso contenuto di sale sono ottime alternative. In questo modo non dovremo dire addio a condire moltissime pietanze, dalla pasta ai salumi, dagli ortaggi alle salse. Cosa c’è di meglio di preparare un buon piatto di pasta e rifinirlo con una spolverata di formaggio?

Se siete vegetariani, potete consumare il formaggio a basso contenuto di sale, a patto che il caglio non sia di origine animale ma solo di provenienza vegetale o microbico. Gli intolleranti al lattosio, invece, dovrete far attenzione al tipo di latte utilizzato durante la sua elaborazione, per essere sicuri che non contenga lattosio. I celiaci, infine, possono mangiare questo formaggio senza preoccuparsi della presenza di  glutine.

Condividi!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *