Fiori di Bach: per superare i momenti difficili

fiori di bach ricette
Commenti: 0 - Stampa

Conoscete i fiori di Bach e le loro potenzialità?

Sono più di 30 i fiori di Bach che vengono utilizzati con l’intento di favorire il benessere psico-fisico, di sbloccare alcune situazioni e di aiutarci a superare paure e problematiche. Questi interessanti rimedi floreali sono ottimi per fare in modo che la forza reattiva di ogni persona possa sbloccarsi, portando così ad un miglioramento generale, in particolare a livello emotivo.

Nella sfera personale e nella vita di tutti i giorni, i fiori di Bach possono essere molto utili e, proprio per questo, ho deciso di parlarne anche nel mio blog. Infatti, quando un individuo scopre di soffrire di intolleranza al glutine, al lattosio e/o al nichel, può trovarsi anche molto in difficoltà: soprattutto quando ce ne diagnosticano più di una, ritrovarsi di fronte ad un grande cambiamento da un punto di vista dell’alimentazione può farci sentire spiazzati e, talvolta, spaventati e depressi…

Questi rimedi floreali possono aiutarci!

Se credete nei rimedi naturali e nella fitoterapia, saprete benissimo che la natura può aiutarci persino quando si tratta di intolleranze alimentari. Nel caso dei fiori di Bach, ad opera di Edward Bach, l’aiuto arriva in particolare per quanto riguarda la nostra reazione dopo una diagnosi. In base a come ci sentiamo, possiamo scegliere il nostro fiore: per ogni stato mentale, esiste sempre il rimedio floreale più idoneo, e quindi il fiore che può darci una mano a superare quel determinato e particolare periodo.

Oltre a questo, è ovvio che i fiori di Bach ci spingono a conoscere meglio il nostro carattere e a migliorarci in maniera più ampia. Naturalmente, non sono stati studiati per curare una malattia in sé per sé, ma appunto per portarci ad ottimizzare il nostro stato mentale e per consentirci di reagire al più presto, anche quando sembra che siamo destinati a non riuscirci.

L’intento di questi rimedi è quindi quello di provocare un cambiamento positivo dentro di noi, che poi andrà indubbiamente ad influire “all’esterno” e nella nostra vita di tutti i giorni.

Alla scoperta di alcuni fiori di Bach che possono aiutarci…

Come abbiamo detto, ogni fiore ha la sua potenzialità. Facendo qualche esempio, supponiamo che la diagnosi della celiachia abbia scatenato in noi un periodo di ansia, tensione, stress e voglia di fuggire dal problema. In questo caso, tra i fiori di Bach può essere d’aiuto l’Agrimony, utile per ritrovare la pace interiore e la serenità, ma anche per superare paura di quello che non sappiamo riguardo alla nostra situazione e l’angoscia portata magari da una dieta restrittiva.

Per superare invece un momento di scoraggiamento, potremo preferire l’Elm. Tra gli altri fiori di Bach utili nel nostro caso troviamo anche il Gentian, che ci aiuta a rafforzare la nostra capacità di affrontare gli ostacoli e ad acquisire una maggiore sicurezza in noi stessi, e il Gorse, ottimo per acquisire forza d’animo e per affrontare le problematiche e le situazioni con il giusto atteggiamento. Detto questo, vi chiedo: come vi sentite dopo la vostra diagnosi? Ce la potrete fare e con le mie ricette spero di esservi d’aiuto! 

Seguimi su Instagram e Facebook

Mi trovi sui canali social come Nonnapaperina. Se prepari una mia ricetta e la pubblichi su Instagram o Facebook, aggiungi l’hastag #nonnapaperina, taggami e sarò felice di riconviderla nelle mie storie.

Creerò una raccolta con tutte le ricette che verranno proposte dai lettori e non abbiate paura. Non criticherò nessuno!!! Don’t worry be happy.

Buon lavoro e aspetto la tua ricetta!

CONDIVIDI SU

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

TI POTREBBE INTERESSARE

I migliori piatti italiani

I migliori piatti italiani, apprezzati in tutto il...

Alla riscoperta della cucina italiana Quali sono i migliori piatti italiani più famosi e apprezzati in patria e all’estero? Sembra una domanda superflua, se posta da un italiano. Eppure può...

colazione per i bambini

La colazione per i bambini che rientrano a...

Il rientro a scuola dalle vacanze, un momento stressante Il rientro a scuola dopo le vacanze estive prevede una colazione adeguata per i bambini, soprattutto dopo un periodo di vacanze molto lungo....

verbena

La verbena, una pianta officinale dalle mille proprietà

Le principali caratteristiche della verbena La verbena è una pianta perenne appartenente alla categoria delle verbenacee, che si trova spesso allo stato selvatico ed ha dimensioni contenute (in...

carne di coniglio

La carne di coniglio, un’alternativa a pollo e...

Un approfondimento sulla carne di coniglio La carne di coniglio fa da sempre parte della tradizione culinaria italiana. Se ben trattata, è un' ottima carne squisita, morbida e adatta alle...

La colazione per gli studenti, alcune idee nutrienti

La colazione per gli studenti, il pasto più importante della giornata La colazione per gli studenti (e non) è il primo e il più importante pasto della giornata, secondo gli esperti. In Italia si...

insalata con melissa

Tornare in forma dopo l’estate, alcuni consigli utili

Perché si tende ad ingrassare in estate? Tornare in forma dopo le vacanze estive è un obiettivo di molti, proprio perché sono in tanti a “ingrassare” durate i momenti di relax. Ma perché...

23-03-2018
Scritto da:

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Pochi sanno che mi chiamo Tiziana Colombo. Tutti, nel mondo del wewb, mi conoscono come Nonnapaperina. Questo spazio nato è per caso 2004 come una sorta di diario che utilizzavo per condividere una passione. Una passione messa a dura prova dalla diagnosi di intolleranza al nichel prima e al glutine e al lattosio poi: una diagnosi inaspettata che mi ha fatto patire mezza vita. La colpa era sempre lo stress. Mi sono sentita completamente persa e in rete le notizie non erano sempre di aiuto. Non mi sono scoraggiata e ho cercato di trovare una soluzione! Dare un’informazione corretta. Mi sono sentita per molto tempo un vero “Don Chisciotte”. Ora la situazione è migliorata ma abbiamo ancora molto lavoro da fare.

Ma da sola non potevo farcela! Cosi nel 2012 ho fondato l’Ass.Il Mondo delle Intolleranze APS, di cui sono il Presidente in carica. Ad oggi siamo diventati una realtà importante e un punto di riferimento per tantissime persone, chef, aziende e medici. Abbiamo un comitato scientifico formato da professionisti e un gruppo di lavoro attivo e dinamico. Ognuno di noi ha un suo ruolo e tutti gli aspetti vengono vagliati con cura. Vogliamo dare un’informazione corretta e responsabile e siamo a disposizione dei nostri utenti. Torna a pensare positivo e mangiare con gusto. Ti garantisco che è possibile.

Nessun Commento. Che ne dici di lasciarci il tuo commento?
logo_print
Iscriviti alla newsletter settimanale per rimanere aggiornato sulle novità

Iscriviti