Brodo vegetale leggero: una preparazione indispensabile

Brodo vegetale leggero? Preparatelo in casa!

Il brodo vegetale viene annoverato fra le preparazioni base principali in cucina. Tuttavia, anche se viene dato per scontato, non tutti sono capaci di preparare un buon brodo vegetale. Molti, infatti, preferiscono l’opzione rapida e lo comprano direttamente in brick o addirittura lo sostituiscono con il dado vegetale. Quest’ultima opzione industriale, però, in particolar modo, non è la più salutare e gustosa. È arrivato dunque il momento di imparare  a preparare il brodo vegetale una volta per tutte!

Il brodo vegetale viene elaborato con tante verdure diverse e, per questo, si presta all’utilizzo degli ingredienti che più preferiamo. In questa ricetta, ad esempio, useremo carote, cipolle, zucchine, sedano e scalogno. Tuttavia, possiamo aggiungere (o togliere) alcuni di questi ingredienti o insaporire il brodo attraverso l’utilizzo di spezie e di erbe aromatiche.

La base di moltissime ricette

Molte ricette che vi sarà capitato di leggere o di elaborare nel corso degli anni prevedono l’utilizzo del brodo, vegetale o di carne. Minestre, creme, vellutate, risotti e tante altre pietanze, infatti, vengono preparate con questo ingrediente. Non solo. Il brodo può essere utilizzato come condimento per la pasta, come ad esempio i tortellini. Si tratta anche di una preparazione che, in generale, non comporta pericoli per la maggior parte delle intolleranze alimentari, come quella al glutine e quella al lattosio.

Il brodo vegetale è senza dubbio un piatto salutare e nutriente che aiuta a combattere il freddo della stagione fredda. Con le temperature basse dell’inverno o magari con qualche linea di febbre o con il raffreddore, chi non ha mai avuto voglia di un buon brodo? Questa pietanza, nella sua versione vegetale, infatti, offre tante proprietà nutrienti ed è perfetto anche per chi sta seguendo una dieta ipocalorica. In più, rispetto ai brodi o ai dadi vegetali industriali, è sicuro per chi soffre di intolleranze alimentari.

brodo vegetale leggero

Come conservare il brodo vegetale

Se volete evitare di acquistare il dado vegetale o un brodo industriale ma non sempre avete il tempo a disposizione per preparare il vostro brodo vegetale leggero fatto in casa, niente paura! Esistono diversi modi per conservarlo e averlo pronto ogni volta che ne abbiamo bisogno per preparare tantissime ricette diverse. Quando avete un po’ più di tempo a disposizione, comprate il doppio o il triplo delle dosi presenti in questa ricetta e preparate una buona quantità di brodo vegetale.

Come conservare il brodo in più che abbiamo preparato? Lasciatelo raffreddare completamente e poi potete conservarlo in contenitori appositi per la congelazione. Attenzione però a non riempirli fino all’orlo: quando si congela, infatti, il brodo aumenta di volume e potrebbe compromettere la chiusura ermetica. In alternativa, potete usare la vaschetta per creare i cubetti di ghiaccio: una maniera facile, comoda e pratica per avere il brodo vegetale fatto in casa a portata di mano!

Ed ecco la ricetta del Brodo vegetale leggero

Ingredienti pere 6/8 persone

  • 2 lt di acqua
  • 2 carote
  • 1 zucchina
  • 1 gambo di sedano
  • 2 scalogni piccoli
  • 2 cucchiai di olio extravergine d’oliva
  • sale q.b.
  • Preparazione

    Lavate per bene le carote, la zucchina e il gambo di sedano.Sbucciate gli scalogni.

    Mettete il tutto in una pentola con l’acqua fredda e appena l’acqua inizierà a bollire, salate e fate cuocere per circa 30/40 minuti.

    Nota per celiaci o sensibili al glutine

    Controllate sempre che gli ingredienti che adoperate per la preparazione delle vostre ricette siano adatti ai celiaci e alle persone sensibili al glutine. Verificatene la spiga sbarrata, la presenza sul Prontuario dell’AIC o le indicazioni sull’etichetta del produttore.

    Nota per gli intolleranti al lattosio

    Dalla nota ministeriale: E’ stata eliminata la dicitura “delattosato”, in quanto precedentemente associata alla dicitura “dietetico”. Si potrà usare al suo posto la dicitura senza lattosio per i prodotti lattiero caseari e per il latte con contenuto di lattosio inferiore a 0,1 g per 100 g o ml

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *