Burger Granarolo quinoa e carote: il piatto innovativo

  • Porzioni per
    4 persone
  • Tempo Totale
    30 Minuti
Burger Granarolo quinoa e caroteChiaraZoppei

I burger Granarolo quinoa e carote non possono essere per nessun motivo considerati degli hamburger, anche se tutto lascia intendere di trovarsi in presenza di questo tipo di prodotto e nonostante la loro forma, il loro aspetto e il loro nome ne suggerisca qualche analogia con essi.

 

I burger Granarolo quinoa e carote non possono essere per nessun motivo considerati degli hamburger, anche se tutto lascia intendere di trovarsi in presenza di questo tipo di prodotto e nonostante la loro forma, il loro aspetto e il loro nome ne suggerisca qualche analogia con essi.

In verità, queste sfiziose preparazioni, rappresentano una delle ultime novità in fatto di alimentazione biologica, sana e vegetariana. In essi la carne è completamente assente, senza che tale “privazione” vada a nocumento di un completo apporto di nutrienti.

Burger Granarolo quinoa e carote: il frutto di una tradizione secolare sulle nostre tavole

Coltivata da più di 5000 anni su altopiani aridi e pietrosi ad alta quota, la quinoa di recente viene ad incarnare il simbolo della biodiversità. La sua origine va ricercata nell’America del Sud, e in particolare nelle zone delle Ande. Essa risultava particolarmente preziosa persino al popolo degli Inca che erano soliti chiamarla chisiya marna, ossia “madre di tutti i semi”.

I burger Granarolo quinoa e carote non possono passare inosservati a tutti i fortunati destinatari di questo piatto. Essi sono ideali per gli sportivi, per via del loro prezioso contenuto di proteine, ma anche per i vegetariani, essendo questi privi di carne. Questo piatto reca con se quanto di meglio si possa auspicare per godere a beneficio di un’alimentazione sana e bilanciata.

Grazie alla presenza di quinoa, questa preparazione oggi presentata vanta un alto valore biologico per via della presenza di aminoacidi essenziali e di antiossidanti, in particolare i flavonoidi, i nostri cari alleati nella lotta contro l’invecchiamento precoce e i tumori.

Un piatto tutto da vedere e da gustare: i burger Granarolo quinoa e carote

Questo straordinario secondo piatto gode di benefici neppure immaginabili: oltre alle proprietà nutritive, sopra menzionate, tipiche della quinoa, è doveroso menzionare la presenza di carotenoidi e vitamina A di cui le carote si fanno apprezzabili portatrici.

I burger Granarolo quinoa e carote annoverano al loro interno una gamma di ingredienti quanto mai ampia e diversificata: ortaggi, pseudo- cereali (la quinoa appunto) lo yogurt, le cipolline perlina, la buccia del lime: pochi sono i piatti che possono vantare una presenza così policroma di ingredienti, tutti dalla valenza in termini nutrizionali straordinaria.

Nota per gli intolleranti al lattosio

Nota per gli intolleranti al lattosio

Dalla nota ministeriale: E’ stata eliminata la dicitura “delattosato”, in quanto precedentemente associata alla dicitura “dietetico”. Si potrà usare al suo posto la dicitura senza lattosio per i prodotti lattiero caseari e per il latte con contenuto di lattosio inferiore a 0,1 g per 100 g o ml

Ingredienti per 4 persone

  • 4 burger Granarolo quinoa carote
  • 4 noci burro alleggerito Accadì
  • 250 gr yogurt magro Accadì
  • 1 lime buccia
  • 1 avocado
  • q.b. cipolline perlina Valbona
  • q.b. pomodoro secco
  • q.b. fiori eduli
  • q.b. sale
  • q.b. olio extravergine oliva

Procedimento

  1. Sciogliete il burro in una padella in cui farete rosolare i burger.
  2. Preparate una salsa unendo allo yogurt la buccia del lime, un pizzico di sale e un filo di olio evo.
  3. Sbucciate l’avocado e ricavatene delle fettine.
  4. Tagliate i burger in quadrati. Guarnite con qualche goccia di salsa di yogurt, piccole fette di avocado, cipolline perlina Valbona e qualche fiore edule in contrasto cromatico.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *