Orecchiette con fave, un primo che celebra la tradizione pugliese senza lattosio

1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle (Ancora nessun voto)
Loading...Loading...
  • Porzioni per
    4 persone
  • Tempo Totale
    40 Minuti
Orecchiette con faveMarcoMayer

Orecchiette con fave: un omaggio felicissimo alla tradizione culinaria pugliese!

 

 

I benefici della pasta integrale e l’energia delle proteine: ecco le orecchiette con fave

Oggi voglio presentarvi un primo che è un omaggio felicissimo alla tradizione culinaria pugliese. Le orecchiette preparate dalle nonne, quando ancora i primi piatti erano il frutto del mattarello che correva sul tavolo.

Di acqua sotto i ponti da allora ne è passata tantissima. Quello che è rimasto vivo è però l’amore per la buona cucina. Che passa anche da ricette come questa, esempio di come si possa unire l’amore per la tradizione con l’attenzione alla salute. Ecco quindi a voi le orecchiette con fave!

Il bello della pasta integrale riguarda la possibilità di gustare ricette tradizionali come i primi a base di orecchiette strizzando l’occhio a quei benefici che sono importanti sia quando si punta a dimagrire, sia quando si ha la necessità di affrontare problemi come la celiachia.

La pasta integrale è infatti contraddistinta da un alto contenuto di fibre, che consentono di tenere sotto controllo la regolarità intestinale, oltre che di raggiungere più facilmente un buon livello di sazietà. Molto importante è anche ricordare l’assenza di glutine, che rende la sua assunzione particolarmente adatta a chi ha problemi di celiachia.

Come non ricordare poi i polifenoli presenti nel chicco di grano non raffinato, che rendono la pasta integrale un toccasana per il cuore?

Orecchiette con fave: le proprietà del legume

I benefici delle fave sono davvero numerosi. Tra i più rilevanti è possibile ricordare la presenza di un alto contenuto di fibre e proteine. L’assunzione di questi legumi è particolarmente indicata non solo a chi vuole sostituire la carne rossa come fonte proteica principale, ma anche a chi punta a dimagrire, migliorando il livello di sazietà e tenendo sotto controllo la richiesta di zuccheri da parte dell’organismo.

Sono utili contro la formazione del colesterolo cattivo LDL. Le fave rappresentano una valida soluzione anche per quanto riguarda la prevenzione di una patologia degenerativa come l’Alzheimer. Questo effetto è legato in particolare a un amminoacido noto con il nome di l-dopa, che stimola la produzione di dopamina contribuendo alla salute del cervello.

Depurative e diuretiche, le fave sono caratterizzate anche dalla presenza di ferro e zinco. Il primo di questi due minerali ricopre un ruolo decisivo quando si parla di trasporto dell’ossigeno per i vari siti dell’organismo, mentre il secondo contribuisce alla crescita ormonale.

Ricordo poi che si tratta di una ricetta ancora più speciale perché ottima per chi vive ogni giorno un rapporto diretto con le intolleranze e ha tutti i diritti – e sì, anche il dovere se ama davvero cucinare – di sedersi a tavola e di trovarsi davanti piatti gustosi!

Ingredienti per 4 persone

  • 400 gr orecchiette integrali
  • 400 gr fave fresche
  • 10 pomodorini ciliegino
  • 1 cipolla rossa
  • 2 spicchi aglio
  • 1 mazzetto menta fresca
  • 3 cucchiai olio extra vergine oliva
  • q.b. sale
  • q.b. pepe

Procedimento

  1. Sbollentate le fave, raffreddate sotto l'acqua fredda e sgusciate. Affettate la cipolla. Sbucciate l'aglio. Lavate e asciugate la menta e tagliuzzatela finemente. Lavate i pomodorini e tagliateli a spicchi.
  2. In una padella antiaderente con 3 cucchiai di olio fate soffriggere la cipolla con lo spicchio d'aglio e la menta. Unite i pomodorini, le fave e cuocete per circa 20/25 minuti. Salate e pepate.
  3. Lessate le orecchiette al dente, scolate e spadellate a fiamma vivace per qualche minuto nel sugo.
  4. Impiattate e servite.

Condividi!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *