Conosciamo le Patate andine: una storia fatta di bontà e genuinità

Conoscete le patate andine? Arrivano da una terra piena di sorprese!

La zona delle Ande è ricca di ecosistemi particolari e capaci di consentire lo sviluppo di innumerevoli specie e varietà di vegetali, che le popolazioni locali curano con molta attenzione. Le patate andine arrivano proprio da quella terra e ne esistono diverse varietà in grado di soddisfare ogni gusto e di sfatare quasi ogni tipo di carenza alimentare.

Insieme al mais, alla quinoa e ad altri vegetali molto interessanti da un punto di vista organolettico e nutrizionale, le patate andine approdano sulle nostre tavole con i loro colori e i loro sapori speciali, rivelandosi perfette per numerose preparazioni. Pertanto, è davvero un peccato non conoscerle e, ancor più, non assaporarle. A questo proposito, andiamo a conoscere qualche dettaglio in più a riguardo!

Da millenni e per generazioni e generazioni, si tramanda tanto gusto e genuinità…

Le patate andine vengono coltivate da millenni e sono conosciute in tutto il mondo per le loro caratteristiche nutrizionali e per il loro sapore. Infatti, molti pensano che le patate siano “tutte uguali” e che la principale distinzione che possiamo fare sia tra quelle a pasta gialle e quelle a pasta bianca, rispettivamente utili per diverse tipologie di preparazioni. Tuttavia, se si parla di Ande e di diversi ecosistemi, è ovvio che tutto cambia. Ad oggi, ne sono state registrate circa 70 varietà, anche se, purtroppo, attualmente non è possibile coltivare tutte quante.

Ad ogni modo, è utile sapere che le tipologie di patate andine “sopravvissute” al tempo, si differenziano tra loro sia per il sapore, che per il loro colore e per gli usi che ne possiamo fare. Molte di esse sono caratterizzate da un elevato contenuto di proteine di buona qualità, decisamente superiore a quello assimilabile dalle patate comuni. Le patate delle Ande appartengono alla specie Solanum tuberosum indigena e sono anch’esse ricche di antiossidanti, vitamine e minerali importanti per il nostro organismo.

Le altre importanti caratteristiche delle patate andine

Sappiate inoltre che alcuni di questi tuberi andini sono dei veri e propri toccasana per la nostra salute. In particolare, non possiamo fare a meno di sottolineare che la patata viola è carica di antocianine, utili per la prevenzione del cancro e per rallentare il naturale processo di invecchiamento delle cellule. Oltre a queste caratteristiche e al maggiore apporto proteico che possono offrirci, anche le patate andine sono facilmente digeribili.

Sono ricche di carboidrati e amidi, ci assicurano una buona quantità di fibre, di vitamina C e vitamina B6, ma anche di rame, fosforo, potassio e magnesio. Naturalmente, non tutte le patate andine sono uguali: ogni varietà eccelle in base ai suoi specifici valori nutrizionali. Ad ogni modo, resta il fatto che quando vengono lessate o cotte al vapore, con la buccia integra, ci saziano a dovere e propongono elevati livelli di nutrienti, poche calorie e un ridotto indice glicemico. Pertanto, direi che portarle in tavola è più che un diritto!

Condividi!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *