Un piatto, un vino. Ogni vino, una storia che fa bene.

Un piatto, un vino. Ogni vino, una buona storia che fa bene. Non c’è piatto che non chieda il suo vino ideale da servirsi a temperatura corretta: rosso e bianco, spumante, liquore, passito, bianco vivace, rosso di struttura, rosato, bianco morbido, aromatico, rosso di buon corpo, l’importante è centrarlo per valorizzare il piatto e per gustarlo di suo.

Boccone dopo boccone, assaporando il cibo nel piatto, a poco a poco i sapori si attenuano perché le papille gustative inviano segnali al cervello sempre meno forti diminuendo il grado di sapidità. Il vino “giusto” allora pulirà perfettamente la bocca in un rapporto armonico col cibo tanto da ripristinare il piacere iniziale.

Un piatto, un vino

Per il menù dei Grandi Chef Theo Penati e Tano Simonato e del Maestro Pasticcere Roberto Rinaldini, sono stati pensati quattro vini differenti di due Case vitivinicole diverse, Cantine Riunite CIV Cantine Maschio per antipasto e dessert, Casa Piattelli di Giorgia Santini per il primo e il secondo.

Per le entrée, l’uovo perfetto di Theo Penati e il tiramisù di seppia di Tano Simonato, un classico, il Prosecco di Valdobbiadene, il vino che ha fatto la storia di Cantine Maschio con la sua freschezza, vivacità e leggerezza, intonato a nuovo stile di consumo, ispirato alla convivialità, all’aperitivo.

Il risotto con cavolfiore, sottili scaglie di parmigiano e polvere di cacao, è stato sposato a Luteus, il Pecorino di Casa Piattelli, un vino di corpo, secco, dal giusto grado di sapidità, dai profumi fruttati molto delicati.

Cena di gala-61

E poi finalmente il rosso per la millefoglie di manzo fassone di Tano Simonato: in tavola è stato presentato Primario, Il Montepulciano d’Abruzzo DOC in purezza di Casa Piattelli, un vino intenso da sapori e profumi persistenti che proviene da un’estensione di dieci ettari coltivati interamente in biologico nella provincia di Chieti.

Nel momento dei dessert di Roberto Rinaldini, frutta e dolci, dal trevigiano a etichetta Maschio dei Cavalieri è arrivato Sathià, un elegante Manzoni Moscato, incrocio tra Moscato D’Amburgo e Raboso, dal colore rosato con tonalità arancioni, un particolare commistione che racchiude una struttura acida che regala un retrogusto dolce.

I giusti abbinamenti vino – cibo che hanno esaltato i sapori delle creazioni dei piatti “senza” glutine, lattosio , hanno apportato una buona dose di benessere in più.Cena di gala-54

È ormai risaputo: nel vino, sempre assunto in giuste dosi, c’è un concentrato di sostanze antiossidanti, antociani, tannini, resveratrolo, flavoni …, sostanze antiage che ci aiutano a contrastare gli aspetti negativi degli attuali stili di vita, abusi dietetici, sedentarietà, stress eccessivo. E dunque, il vino a tavola è il buono per i sensi, ma anche il buono per la salute.

Casa Piattelli di Giorgia Santini
Via Parini 11
65010 Spoltore (PE)
Tel. (+39) 085 4961754

 

Cantine Riunite & CIV S.C.AGR. 
Via Brodolini 24
42040 Campegine (RE)
TEL: +39.0522.905711
FAX: +39.0522.905777

Condividi!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *