Polpo rosolato al rosmarino su pane di Mesquite: un mix di gusto

Unica ed eccezionale, la ricetta del polpo rosolato al rosmarino su pane di Mesquite, maionese di polipo, taccole e aglio nero ha dimostrato più volte di avere tutte le carte in regola per conquistare anche chi di cucina se ne intende parecchio, nonché i palati più esigenti. Infatti, si tratta di un incrocio di sapori unici, che si abbracciano in una pietanza da non sottovalutare.

Questo piatto a base di polpo è anche ricco di sostanze nutritive e, pertanto, può comportare numerosi benefici per la salute.

In poche parole, abbiamo a che fare con una ricetta perfetta sotto ogni punto di vista, ma andiamo a conoscerla nel dettaglio e a scoprirne la lista completa degli ingredienti e le modalità di preparazione.

Polpo rosolato al rosmarino su pane di Mesquite: le caratteristiche di un mollusco dal sapore inebriante

Il polpo è l’ingrediente protagonista di questa ricetta. Tutti ne conosciamo il sapore, ma non tutti sappiamo che il suo nome scientifico è Octopus Vulgaris e che si tratta di un mollusco cefalopode appartenente alla famiglia Octopodidae.

Viene chiamato anche polipo e, oltre alle sue proprietà organolettiche, si presenta come un alimento che vanta di numerose potenzialità per quanto riguarda la nutrizione. In particolare, dovreste sapere che è ipocalorico e offre una valida dose acidi grassi omega-3.

Pertanto, portando in tavola il polpo rosolato al rosmarino su pane di Mesquite, maionese di polipo, taccole e aglio nero potrete godere di validi benefici per il cuore e il sistema vascolare in generale. Oltre agli acidi grassi essenziali, il polpo è una buona fonte di minerali, soprattutto di calcio, potassio, fosforo e ferro, che però perde in gran parte durante la bollitura.

Ad ogni modo, si rivela comunque un alimento molto versatile e utile in cucina, che ci consente di insaporire e donare vigore a insalate, pasta, risotti e secondi a base di pesce, presentandosi sempre come un ingrediente gustoso e altamente digeribile. In questo caso, lo vedremo abbinato al pane di Mesquite, alla maionese di polipo, alle taccole e all’aglio nero: tutti alimenti da non sottovalutare, sia per quanto riguarda il sapore che per la consistenza e le proprietà nutritive.

Il valore degli altri ingredienti della ricetta del polpo rosolato al rosmarino su pane di Mesquite

Come abbiamo detto, parliamo di una buona dose di omega-3 e di minerali che purtroppo persi durante la bollitura.

Tuttavia, è utile considerare che grazie agli altri ingredienti potrete assimilare tutto quello di cui il vostro organismo ha bisogno: dagli antiossidanti delle taccole e del rosmarino alle fibre del pane di Mesquite (salutare, leggero e privo di glutine), dal potere antinfiammatorio, disintossicante e antivirale dell’aglio, fino ad arrivare all’energia e al sapore unico offerto dalla maionese di polipo.

In pratica, il polpo rosolato al rosmarino su pane di Mesquite può regalare un valore aggiunto ad ogni vostro pasto, soddisfare il palato e dare vigore all’organismo. Se amate questo mollusco, provate questa ricetta al più presto e sicuramente non ve ne pentirete!

Ingredienti per 4 persone

  • q.b. polpo cotto (vedi ingredienti per polpo)
  • 8 bacche pepe di Sechuan
  • 2 rametti di rosmarino
  • 100 gr di maionese di polpo
  • 200 gr di pane di mesquite
  • 16 taccole
  • q.b. emulsione all’aglio nero
  • 3 cucchiai di olio extravergine d’oliva

Polpo

  • 0,900  Kg di polpo
  • 1 carota +  1 cipolla
  • 2 foglie di alloro
  • 30 gr di prezzemolo
  • 8 grani di pepe
  • q.b. sale

Emulsione aglio nero

  • 6 spicchi di aglio nero
  • 100 ml di acqua
  • 1 cucchiaio di olio extravergine di oliva

Maionese di polpo

  • 100 ml di acqua di polpo
  • 200 ml olio di vinacciolo
  • 5 gr succo di limone
  • q.b. sale

Pane

  • 80 gr di farina di Mequite
  • 40 gr farina di Teff rosso
  • 80 gr di farina di riso
  • 200 gr amido di riso
  • 12 gr di sale + 12 gr semi di guar
  • 20 gr di lievito di birra
  • 120 gr di albumi
  • 320 ml di acqua

Preparazione:

pane

Accendete il forno alla temperatura di 50°. In una terrina versate in ordine gli ingredienti, albume compreso.

Iniziate ad impastare e versate a filo l’acqua. Quando l’impasto sarà omogeneo toglietelo dalla terrina con l’aiuto di una spatola e versatelo in uno stampo per pane in cassetta.

Spianate e bagnate la superficie. Mettete lo stampo con l’impasto nel forno caldo. Spegnete e lasciate riposare per trenta minuti.

Togliete l’impasto e bagnate la superficie, se necessario. Accendete il forno impostando la temperatura a 195° ventilato.

Quando il forno sarà pronto, o comunque dopo che l’impasto sarà arrivato al bordo dello stampo, infornate per circa 50 minuti.

Sfornate il pane e fatelo raffreddare prima di toglierlo dallo stampo.

Polpo e della maionese:

In una casseruola, portate l’acqua salata a ebollizione con la carota, la cipolla, il prezzemolo, l’alloro e il pepe.

Aggiungete il polpo e cuocete per 45 minuti. Fatelo raffreddare in pentola, nel liquido di cottura.

Mettete nel bicchiere del frullatore l’acqua del polpo e il succo di limone.

Aggiungete a filo l’olio montandolo con il frullatore ad immersione ottenendo così una maionese. Aggiustate di sale.

Emulsione

Fate stemperare l’aglio nero in acqua calda e, utilizzando un frullatore ad immersione, create l’emulsione aggiungendo a filo l’olio extravergine d’oliva.

Composizione

Rosolate in una padella il polpo con il rosmarino, l’olio extravergine d’oliva e il pepe di Sechuan.

Rifilate il pane di mesquite e tostatelo. Sistematelo sul piatto e spennellatelo con la maionese di polpo.

Adagiatevi sopra il polpo e le taccole precedentemente sbollentate in acqua salata e olio. Finite il piatto aggiungendo altra emulsione di aglio nero e altra maionese di polpo.

Nota per celiaci o sensibili al glutine

Nota per celiaci o sensibili al glutine

Controllate sempre che gli ingredienti che adoperate per la preparazione delle vostre ricette siano adatti ai celiaci e alle persone sensibili al glutine. Verificatene la spiga sbarrata, la presenza sul Prontuario dell’AIC o le indicazioni sull’etichetta del produttore.

Nota per gli intolleranti al lattosio

Nota per gli intolleranti al lattosio

Dalla nota ministeriale: E’ stata eliminata la dicitura “delattosato”, in quanto precedentemente associata alla dicitura “dietetico”. Si potrà usare al suo posto la dicitura senza lattosio per i prodotti lattiero caseari e per il latte con contenuto di lattosio inferiore a 0,1 g per 100 g o ml

Print Friendly, PDF & Email

Condividi!

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *