La Colazione Social prosegue e si ferma a Roma

Colazione social roma Idearisrl

Dopo la tappa di Palermo del progetto “Colazione Social”, il 28 gennaio è stata la volta di Roma. Il ristorante Gusto al 28 ha ospitato me ed altre blogger per dar luogo a questo evento volto a promuovere il pasto più importante della giornata in un’ottica gluten free, senza lattosio ed a ridotto contenuto di nichel.

L’iniziativa, realizzata in collaborazione con Granarolo, Probios e Bosch, vuole promuovere quella che dovrebbe essere una delle abitudini più importanti e che dovrebbe interessare tutti: grandi e piccini, intolleranti e non.

Una corretta e sana colazione dovrebbe caratterizzare l’inizio di ogni giornata, da questo pasto infatti attingiamo per ricevere la carica che ci permetterà di affrontare nel migliore dei modi tutto quello che ci attende al lavoro, a scuola, a casa e nello sport.

Colazione con Granarolo e Probios

Spesso la frenesia tipica della vita ci porta a trascurare questo aspetto fondamentale che invece dovrebbe essere sempre tenuto in considerazione. “Colazione Social” ha pertanto tra i suoi obiettivi anche questo, ovvero divulgare l’importanza del suddetto pasto, il quale deve essere ben studiato e con prodotti salutari e di ottima qualità. Quanto ingeriamo infatti è come la benzina per un’automobile, se non adatta ci lascerà a piedi o provocherà qualche acciacco.

Altro punto importante legato al progetto “Colazione Social” è rappresentato dalla realizzazione di colazioni senza glutine, lattosio ed a ridotto contenuto di nichel, a dimostrazione del fatto che vivere “senza” non significa privarsi di qualcosa in senso negativo, bensì avere spesso un’alimentazione più consapevole e varia, con la conoscenza di alimenti sempre nuovi e senza aver nulla da invidiare a quella che può essere definita un’alimentazione “tradizionale”.

Colazione con Granarolo e Probios

Per dimostrare questa teoria durante la nostra colazione romana non ci siamo fatti mancare proprio nulla. Accanto agli yogurt ed alle bevande vegetali, a biscotti e cereali privi di glutine e lattosio, abbiamo potuto gustare anche due squisite crostate: una realizzata con farina di grano saraceno e farcita con una composta di mirtilli ed un’altra con frolla di riso e quinoa con confettura di lamponi.

Insomma, senza glutine e lattosio, ma decisamente con tanto gusto! Ringrazio Marzia Brugnoli di Idearia per le bellissime fotografie, Mauro Ronci per l’aiuto nell’allestimento e Filippo Zaffini per aver trovato la location.

Condividi!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *