Garage Pizza & Co, un approdo per chi cerca pizze buone e leggere

Entrare nel Garage Pizza & Co significa gustare pizze gourmet da sballo! Siamo stati a cenare in questo locale di Milano, in Corso Sempione, curiosi di sperimentare una proposta nuova. E devo dire che siamo rimasti molto soddisfatti. Prima però è d’obbligo una piccola descrizione dell’ambiente. Si tratta di una pizzeria molto particolare, con uno stile metropolitano di fondo.

Dove spiccano i materiali di recupero come i bancali dei fornitori. Come un garage, come un’officina per la preparazione di cibi di qualità. Entrando nel merito della cucina, la filosofia che ha guidato gli artefici del Garage Pizza & Co è quella di offrire pizze leggere, croccanti e digeribili. Il giusto compromesso fra tradizione e innovazione.

Garage Pizza & Co: le materie prime

Nel locale vengono utilizzate farine biologiche di grano 100% italiano, semi-integrali, macinate a pietra, per conferire un valore aggiunto in termini di sapori e agevolare la digestione. Un ventaglio di possibilità che include anche le pizze adatte a chi deve convivere con le intolleranze alimentari.

Viene impiegato pochissimo lievito, con lunghe lievitazioni che variano dalle 48 alle 72 ore. La scelta è molto ampia e diversificata. Si va dalle pizze classiche a una versione rivista della “napoletana” con cornicione pronunciato, ben cotto, appetitoso e croccante. Poi abbiamo le pizze “degustazione”, realizzate a base bianca e condite dopo la cottura.

Per entrambe le tipologie è possibile scegliere tra una decina di opzioni, a cui si aggiungono le pizze “speciali” che variano periodicamente nel menu. Le materie prime sono accuratamente selezionate e di qualità, con un occhio di riguardo alla stagionalità dei prodotti, elemento che non deve mai mancare nella buona ristorazione. Gli ingredienti basilari sono il pomodoro San Marzano Dop e il fiordilatte a chilometro zero consegnato al ristorante con cadenza quotidiana. Inoltre le verdure provengono da aziende agricole della zona.

Una menzione di merito anche per i panzerotti e alternative come le tartare di black angus e i tataki di tonno. Soprattutto nella bella stagione, c’è anche la possibilità di consumare il pasto nel cortile.

Condividi!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *