Tinta per capelli: i rimedi migliori in caso di allergie o irritazioni

Tinta per capelli: una soluzione di bellezza apprezzata da sempre

La tinta per capelli è una soluzione di bellezza apprezzata fin dalla notte dei tempi. Gli uomini, infatti, si tingono i capelli sia per coprire quelli bianchi, sia per modificare il colore.

Dal 1883, anno di produzione del primo colorante chimico, ne è passata di acqua sotto i ponti e si sono susseguiti numerosi coloranti sintetici.

La PPD (parafenilendiamina) rimane comunque uno dei coloranti intermedi più apprezzati, in quanto aiuta tantissimo a donare vivacità ai capelli.

Si tratta anche di una sostanza che causa tantissime reazioni cutanee sia immediate sia ritardate. Conoscerle è fondamentale se si ha intenzione di affrontarle al meglio.

Tinta per capelli: impariamo a conoscere le reazioni allergiche

Le reazioni allergiche alla tinta per capelli sono tra le più varie. Si passa dall’irritazione al cuoio capelluto nei casi meno gravi fino alle situazioni più serie, che si contraddistinguono per l’insorgenza di edemi al volto o alle palpebre.

In casi estremi si può arrivare ad asma e fenomeni di anafilassi. In caso di sintomi gravi è necessario rivolgersi tempestivamente al proprio medico, l’unico in grado di fornire indicazioni valide relativamente ai rimedi.

Nelle situazioni meno serie si può intervenire con rimedi naturali molto efficaci come la peonia. Questa pianta, per via dei suoi principi attivi, è in grado di lenire il prurito nelle situazioni in cui è insorta una reazione allergica dovuta a una tintura per capelli.

La natura offre davvero tante soluzioni quando si tratta di rimediare alle reazioni allergiche successive all’applicazione di una tintura per capelli!

Tra le soluzioni al proposito è possibile ricordare anche l’aloe vera, celebre per le sue straordinarie proprietà lenitive.

Nel novero dei rimedi naturali contro le reazioni allergiche da dieta è possibile ricordare anche l’aceto di mele, in grado di attenuare il prurito già dalla prima applicazione.

Cosa dovete fare? Semplicemente prendere un pettine, immergerlo in una soluzione a base di aceto di mele e cominciare a pettinarvi i capelli.

Vi accorgerete subito del sollievo che questi rimedi naturali riescono a dare quando si tratta di far fronte alle reazioni allergiche causate dall’applicazione di una tintura per capelli.

La soluzione ideale sarebbe quella di utilizzare una tinta priva di sostanze dannose e sono poche quelle non le contengono . Il componente, che solitamente crea dei problemi di allergia è la para-fenilendiammina (PPD) che non dovrebbe superare il 6 % del prodotto secondo la legge.

Nella stragrande maggioranza delle tinte che si trovano sul mercato contengono sostanze nocive per tutti ma in particolari a chi ha problemi di allergia/intolleranza al nichel: ammoniaca, metalli e nichel, parabeni, siliconi, formaldeide.

 

Una cosa è certa:  non esistono tinte completamente privi di nichel e alcune tracce sia nei nei cosmetici che nelle tinta in minima parte è ammessa dalla legge. Per il processo di lavorazione le tracce di nichel  sono inevitabili.

Le testimonianze confermano che le concentrazioni di nichel inferiori a 1 ppm (1 mg/kg = 0,000001) sono quelle consigliate per evitare reazioni allergiche da contatto.

Accertatevi sempre dei prodotti che utilizzate sia che fate la tinta dal parrucchiere o che la fate in casa. Leggete le etichette!!

Condividi!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *