Menù delle feste : un pranzo speciale senza glutine

Il Natale e le festività sembrano ancora lontane, ma in un batter d’occhio ci troveremo immersi nella ricerca dei regali e, peggio ancora, del menù da proporre durante le giornate festive.

Il punto più dolente è certamente quest’ultimo, quando ci si siede attorno ad un tavolo non è sempre facile mettere d’accordo tutti, in primis accontentare i bambini, che si sa, hanno un’immagine di menù ideale certamente differente da quella degli adulti.

In secondo luogo troviamo poi chi soffre di intolleranze o chi, per scelta, ha deciso di intraprendere un determinato regime alimentare.

Pertanto non sarà certo difficile ritrovare riuniti attorno allo stesso tavolo bambini ed adulti, celiaci ed intolleranti al lattosio, onnivori e vegetariani; insomma un minestrone di abitudini differenti che faranno metter le mani nei capelli ai poveri prescelti che dovranno cucinare il pranzo!

Menù delle feste: anche senza glutine le tue feste saranno speciali

Le opzioni sono due: cucinare menù differenti facendo talvolta sentire “diversi” coloro che, soprattutto per motivi di salute, devono rinunciare a determinati alimenti, oppure studiare con largo anticipo un pasto “amico” di tutti, preparando antipasti, primi, secondi e dolci escludendo eventuali allergeni che creano problemi ai commensali.

Pensiate sia un’impresa impossibile? Vi assicuro che non lo è.

Dovremo impegnarci un pochino di più e non limitarci alle solite cose che meccanicamente cuciniamo ogni anno, ma l’impegno verrà sicuramente premiato in quanto tutti resteranno soddisfatti e nessuno si sentirà “il diverso” della situazione.

Perché, oggettivamente parlando, per coloro costretti a dover rinunciare ad esempio al glutine, non è piacevole ritrovarsi al tavolo coi propri familiari ed essere servito con il “menù alternativo” come quando ci si trova alla mensa di scuola o del lavoro.

Almeno tra le mura domestiche fa piacere sentirsi “normali”.

tavola_rossa7-ridottaMettiamoci pertanto all’ opera, organizziamoci anticipatamente e magari, perché no, facciamo anticipatamente qualche prova per valutare il risultato e realizziamo un menù in grado di stupire, sperimentando anche ingredienti che non conosciamo ma che possono essere delle vere e proprie ancore di salvezza in questa situazione.

Un menù adatto ad un intollerante non ha proprio nulla da invidiare ad un altro, e non significa certo che sia meno buono.

Realizzare pasta fresca utilizzando farine naturalmente senza glutine piuttosto che creme e farciture senza lattosio ma con panna o latte vegetali.

Insomma, sarà un po’ diverso dagli altri anni, ma sicuramente apprezzato da tutti e vi renderà anche un po’ orgogliosi l’ottimo risultato che otterrete dopo esservi messi in gioco in questa nuova sfida.

Condividi!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *