La radice di Suma: un vero toccasana per la salute

Dall’America Latina ecco una pianta formidabile: la Suma

La Suma è una pianta molto speciale il cui nome scientifico è Pfaffia Paniculata, ma che spesso viene soprannominata “Ginseng Brasiliano. Nello specifico, si tratta di un vegetale originario dell’America Latina, che viene coltivato nelle foreste pluviali dell’Amazzonia. Le radici sono la parte più preziosa di questa pianta e riescono a diventare ancora più benefiche grazie ai numerosi nutrienti che raccolgono dal suolo.

Anche le foglie, le sue bacche e la corteccia di questo vegetale sono ritenute curative, ma la radice è certamente la parte più funzionale. Non a caso, molte persone la considerano capace di curare qualsiasi malattia. Con questo presupposto, andiamo ad analizzare questa pianta e tutte le sue potenzialità.

Suma: tante proprietà e benefici da non sottovalutare

Sicuramente, la maggior parte delle potenzialità di questo rimedio naturale sono dovute all’elevato contenuto di vitamine importanti come la A, la B1, la B2, la E, e la K; di minerali e oligoelementi essenziali come il magnesio, lo zinco e il ferro; e di ben 19 diversi aminoacidi. Tuttavia, come abbiamo detto, questo vegetale viene chiamato spesso “Ginseng Brasiliano” e questo è dovuto al fatto che contiene anch’esso un’enorme quantità di saponine.

Queste ultime sono dei componenti attivi che rendono la Suma una pianta adattogena (proprio come il Ginseng), ovvero capace di rafforzare il sistema immunitario e proteggere il corpo e la mente dai danni dello stress e non solo. Per quanto riguarda i benefici, è utile anche sapere che da secoli questa radice viene usata per aumentare i livelli di energia, forza fisica e resistenza, nonché per promuovere l’equilibrio ormonale e proteggere le ghiandole surrenali.

Molte persone si affidano alle proprietà di questa pianta persino per trattare alcune malattie e problemi della pelle, ma anche per gestire il diabete e per prevenire o rallentare la progressione dei tumori. In altri casi, viene utilizzata anche per ridurre i sintomi della menopausa e per aiutare coloro che soffrono di stanchezza cronica o che sono stati colpiti da patologie cardiache.

Questa radice è anche un potente antinfiammatorio e analgesico, e può essere in grado di trattare le disfunzioni sessuali.

Un’abitudine salutare: un trattamento a base di radice di Suma

Questa pianta è ormai usata da anni per scopi terapeutici. Pertanto, non è difficile trovarla in commercio ed è possibile inserirla nella propria quotidianità con estrema facilità. Data la sua maggiore funzionalità, troverete molto più spesso gli integratori preparati con la radice di questo vegetale. In alcuni casi, potrete trovare direttamente la radice da macinare e da bollire (per preparare un decotto) oppure la polvere, utile per preparare un efficace tè curativo.

Possiamo trovare anche l’estratto della radice di Suma in forma liquida (tintura alcolica) o in capsule. Dopo aver scelto la modalità di assunzione più adatta, ognuno di noi può godere in breve tempo di interessanti benefici. Tuttavia, è sempre opportuno moderare le dosi: se assunti in grandi quantità, questi estratti possono causare la nausea.

Condividi!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *