Bicarbonato di sodio in cucina, valore aggiunto per moltissime ricette

Tempo di preparazione:

Il bicarbonato di sodio in cucina è fondamentale. Stiamo parlando di un elemento imprescindibile, in grado di risolvere molti problemi e di essere impiegato in molteplici modi.

La sua forza è la versatilità. Il bicarbonato di sodio purissimo Solvay, per esempio, è ideale per pulire e trattare frutta e verdura.

Consente di rimuovere le tracce di pesticidi o di sostanze nocive che potrebbero essersi depositate sulla buccia e sull’alimento medesimo. Consente di rimuovere terra e polvere.

È insomma protagonista indispensabile di quel lavaggio certosino della frutta e della verdura utile a tutti ed essenziale per alcune categorie di persone, come le donne incinte.

Spesso si sottovaluta l’importanza di un procedimento tutto sommato semplice e rapido. Basta utilizzate un cucchiaio di bicarbonato per litro d’acqua, lasciando riposare il cibo per circa un quarto d’ora.

Quindi concludere risciacquando asciugando il tutto. Il bicarbonato in questione non è solo un ottimo disinfettante e detergente naturale. Può anzi deve essere utilizzato anche come ingrediente per una miriade di ricette, dolci o salate che siano.

Bicarbonato di sodio: l’impiego nelle preparazioni

Gli esempi sono innumerevoli. Comincio col dire che il bicarbonato aumenta la fragranza dei preparati, in particolare di biscotti e di prodotti da forno in generale.

Più fragranza ma anche più morbidezza, nel senso che il preparato diventa più soffice e dunque più gradevole al palato. Per realizzare il lievito è possibile impiegare due cucchiaini ogni 500 grammi di farina insieme ad altri ingredienti.

Per quanto riguarda il salato, anche in questo caso il composto naturale rende più morbide piadine, frittelle o purè. Impatto simile anche nella preparazione dei legumi secchi, che diventano maggiormente digeribili.

L’effetto di rendere più soffici e quindi più appetibili i cibi funziona anche con la carne e con i bolliti in particolare, aggiungendo mezzo cucchiaio ogni litro d’acqua all’inizio del processo di cottura.

Inoltre attenua l’acidità dei pomodori e attutisce l’odore non gradito a tutti di rape o cavoli. Dunque un autentico protagonista della cucina, più di quanto siamo propensi a immaginare!

Condividi!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *