Vi presento il produttore: Salumi Pasini

Ci sono casi in cui un’azienda è più di un’azienda: è lo specchio di un territorio, il ritratto di un mondo antico e insieme modernissimo, la prova vivente di come tradizione e innovazione possono amalgamarsi fino a generare un’eccellenza, fino a rappresentare un sogno.

Alle porte di Milano, a Trezzano sul Naviglio, dove la metropoli sfuma dolcemente in campagna a tratti dolce e a tratti frastagliata, c’è il quartier generale di Salumi Pasini, favola iniziata nei difficili anni del dopoguerra. Era il 1951 quando Angelo Pasini mette in piedi il Salumificio Smapp, che già dal nome evoca i romantici acronimi in voga in quegli anni: Società Milanese Alimentare Prodotti Pasini, dove milanese compare come segno distintivo, legame di una terra che custodisce ricette e tradizioni da tramandare di padre in figlio, per non perdere un bagaglio di cultura che non è solo cultura culinaria, ma cultura tout court.

_86B8085

L’azienda nasce per la macellazione e la trasformazione delle carni suine, per poi fornire la Grande Distribuzione Organizzata dal 1957. Con un salto del tempo arriviamo agli anni Ottanta, quando la macellazione viene abbandonata per puntare sulla trasformazione. La stella polare rimane la qualità l’utilizzo di materie prime di eccellenza: sono gli anni di una nuova svolta, con l’ingresso sulla scena dei figli di Angelo: Luigi e Giovanni, fautori dell’avanzata verso nuovi mercati, con i prodotti genuini che conquistano le platee di bar e ristoranti.

LEGATURAOgni generazione un passo, ogni generazione uno slancio. E arriviamo ai giovani, agli anni Novanta in cui entrano Filippo e Andrea, figli di Luigi e Giovanni. Ed è un altro gradino verso il cielo: il nuovo impulso coincide con una prima espansione a livello internazionale. Pasini diventa un portabandiera nel mondo della Milano a tavola, dei suoi salumi, del suo rapporto quasi sacrale con la carne di suino. Nel 2014 ecco l’ingresso della prima donna della famiglia: Daniela, figlia di Giovanni, fautrice insieme al fratello e al cugino del nuovo brand denominato appunto Salumi Pasini: sono i tempi dell’ e-commerce che apre nuove frontiere e sono i tempi dell’approdo sugli scaffali con il proprio marchio.

LUGANEGA

Un tuffo nella miglior tradizione italiana e lombarda: dal salame campagnolo ai salamini pic nic, dal bacon alla pancetta steccata, dal cotechino allo zampone. Dalla bresaola della Valtellina al carpaccio di bresaola, dalla coppa di Parma al culatello di Parma, dal fiocco di Parma al guanciale, quindi la mortadella Bologna, il prosciutto crudo di Parma, l’insalata di nervetti, il salame Felino, la salciccia Girello piccante, lo speck, il salame Muletta e il salame cotto, prelibatezza nostrana. L’anima di Salumi Pasini si può assaggiare, degustare, ma è visitando la sede di Trezzano che si svela questa magica fusione fra tradizione e innovazione: vedere da vicino le varie fasi della lavorazione è un viaggio attraverso la cultura della qualità, la dedizione, la professionalità, la capacità non comune di mantenere, attualizzare e sviluppare una realtà che diventa anche patrimonio per la cultura di un intero territorio.

salumi

Paradigma e manifesto di artigianalità: ogni salume viene creato attraverso le mani delle persone che da anni lavorano in azienda, le quali insegnano questa mestiere con costanza e abnegazione alle giovani leve, in modo da non disperdere uno scrigno di saperi e di sapori. Poi un passo ancora in avanti.

Ed ecco l’intuizione di sviluppare una gamma di nuovi prodotti, ai quali è stato abbinato un nome tradizionale in lingua lombarda: dal salame Driss al lardo Grass, dalla splendida bresaola di suino Schisc al prosciutto cotto Cott. Con la firma di Davide Oldani. Il famoso chef, lombardo come i Pasini, ha collaborato con Salumi Pasini alla realizzazione della linea di cui sopra, denominata Salumi Pasini – Foo’d. Una felice rivisitazione dei salumi della tradizione lombarda e italiana, arricchiti appunto dal tocco di Oldani, come a trovare l’equilibrio perfetto, la mescolanza ideale tra ingredienti del passato e voglia di sperimentare, tra radici e futuro.

Per un meraviglioso presente.

daniela

                      slowthinking-logo-web-300x182 racconta-il-tuo-produttore-300x192

#slowthinking #raccontailtuoproduttore

Racconta il tuo produttore

Condividi!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *